Vai al contenuto
nestle

Stimare valore di un pianoforte

Recommended Posts

Salve a tutti.

Sono Giovanni e approdo qui dal forum clarinetto per chiedervi consigli

circa un pianoforte Steinbach che mi ritrovo a casa (è di mia madre).

Dunque... il pianoforte è verticale, è stato acquistato nel 1971, conosco la marca ma non il modello:

qualcuno me lo sa indicare dalle foto? Oppure potete dirmi dove posso trovare una targhetta

che me lo dica? Io non l'ho trovata.

Poi... non è stato mai accordato, ma proprio mai mai mai. Con l'ausilio di una tastiera elettronica

ho notato che è calante dal Do3 in sù di circa un tono, mentre nella parte bassa di circa mezzo tono.

Voi dite che non è più accordabile? Dite che devo accontentarmi di tenerlo come cimelio?

Di suonare suona, i meccanismi funzionano tutti perfettamente, anche se ho notato una certa durezza dei tasti.

Aspetto vostri consigli.

Grazie :happystrange:

p1000349x.th.jpg

p1000350p.th.jpg

p1000353.th.jpg

p1000354.th.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ad accordare sicuramente di potrà accordare.

Certo non potrai pretendere un'accordatura a 440 hz, ma almeno 1 tono sotto, poichè le corde non essendo mai state usate e accordate si saranno guastate parecchio, pertanto questa è la soluzione più ovvia per non farle rompere, ma anche perchè gli strumenti con più di 30 anni incominciano a non reggere più l'accordatura.

Per la durezza dei tasti il fatto consiste che è poco suonato, pertanto la meccanica non è per nulla usurata.

Il numero di serie spesso è inciso sul somiere, con anche la data di fabbricazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ad accordare sicuramente di potrà accordare.

Certo non potrai pretendere un'accordatura a 440 hz, ma almeno 1 tono sotto, poichè le corde non essendo mai state usate e accordate si saranno guastate parecchio, pertanto questa è la soluzione più ovvia per non farle rompere, ma anche perchè gli strumenti con più di 30 anni incominciano a non reggere più l'accordatura.

Per la durezza dei tasti il fatto consiste che è poco suonato, pertanto la meccanica non è per nulla usurata.

Il numero di serie spesso è inciso sul somiere, con anche la data di fabbricazione.

Grazie per le info.

Non è che non sia stato mai usato... è stato usato regolarmente fino ad almeno 10 anni fà, poi col passare del tempo

è stato usato sempre più raramente.

Tu dici che comunque non è possibile accordarlo in maniera precisa, neanche se lo faccio fare una volta l'anno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Apro questo topic per per cercare di avere qualche notizia in più circa il mio recente acquisto: tra qualche giorno riceverò in casa un verticale italiano di fine anni 20, della oggi poco nota casa Anelli di Cremona che chiuse i battenti negli anni 60 vendendo il marchio alla Farfisa...

E' stato resuscitato da un artigiano che mi è sembrato molto appassionato e capace...

Queste alcune immagini preliminari:

dnykh5.jpg

15qw8lj.jpg

308d4lj.jpg

il prezzo è stato ragionevole secondo la mia opinione.

Considerate che i verticali che questo signore restaura sono in genere oggetto di permute o regali, quindi entrano in laboratorio a costo zero...strumenti che vengono riparati solo "se val la pena" ...

Questa scelta è maturata dopo due mesi di ricerca in prov. di Milano dove abito e dove il mercato dell'usato è a mio avviso molto deludente: pensate che per 2200 euro (non volevo spendere tanto per iniziare) mi sono visto proporre un Bachmann (si scrive cosi?) 114 usato che (senza offesa) non voglio nemmeno accostare a questo strumento per resa timbrica e risposta meccanica.

A proprosito di Milano e provincia, io sarei felice se qualcuno di voi più esperto di me potesse consigliarmi in zona un buon tecnico accordatore, mi servirebbe per rifinire l'accordatura dopo viaggio e assestamento, qualora ce ne fosse bisogno.

Per quanto riguarda il lavoro di restauro posso dire che sono stati sostituiti i martelli, non ricordo proprio di che marca siano, le corde, le caviglie...la tavola armonica in abete rosso è stata rivisitata...tutta la meccanica nuovamente registrata. La tastiera è in ebano (tasti neri) e di un materiale che ora non ricordo per quanto riguarda la copertura dei tasti diatonici.

Ho potuto notare un lavoro accurato di intonazione e registrazione...comunque ho fatto delle ricerche in rete prima di andare a visionare il piano per capire per esempio quale tipo di martelli potesse montare o in generale come potesse essere questo modello in origine e ho trovato delle immagini abbastanza significative:

11h8flx.jpg

oqya9i.jpg

Questo esemplare non ha però la sordina.

Forse il mobile non è il massimo del pregio e rimane pur sempre un 85 note,

però poverino suona bene... bel contenuto armonico equilibrato su tutta l'estensione..

preciso che tutto il materiale usato per rimettere a nuovo lo strumento

è di marca Renner: dai martelletti alle forcole della noce del martello e tutti gli altri materiali di corrente uso tipo panni, pelli etc..

Attendo le vostre considerazioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

interessante, ma non essndo esperto non ti posso consilgiare al meglio ma ti posso suggerire se cerchi accordadorti di postare una richiesta qui in forum nella sez Bacheca messaggi:
/>http://www.musica-classica.it/forum/index.php?showforum=11

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno,

è il mio primo topic in questo forum, spero di non sbagliare sezione, se si, vi prego di spostare in luogo più opportuno il topic.

Da tempo possiedo un pianoforte verticale, ereditato da una defunta zia, che a sua volta acquisì il pianoforte da un altro parente.

Data l'antichità dello strumento (seconda metà del diciannovesimo secolo), vorrei provare a venderlo per racimolare il denaro necessario per l'acquisto di un altro pianoforte più al passo con i tempi.

Il pianoforte è stato fatto restaurare completamente nel 2008.

Su internet premetto di non aver trovato niente, se non che la ditta produttrice dello strumento ha iniziato l'attività nel 1844.

Per il momento non dispongo ancora di foto dello strumento, ma prometto di postarne alcune al più presto.

Alcuni dati del pianoforte:

Maison Schwander

J. Herrburger

rue de l'Evangile, Parigi

serie 2795

Essendo io un totale profano per quanto riguarda la datazione, vorrei avere un parere da chi riuscisse a trovare l'anno di produzione, e magari notizie sul mio pianoforte, se valesse la pena di farlo stimare e vendere, o se fosse meglio tenerlo e accontentarsi di suonarlo in mancanza di uno strumento più moderno.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che volessero aiutarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno,

è il mio primo topic in questo forum, spero di non sbagliare sezione, se si, vi prego di spostare in luogo più opportuno il topic.

Da tempo possiedo un pianoforte verticale, ereditato da una defunta zia, che a sua volta acquisì il pianoforte da un altro parente.

Data l'antichità dello strumento (seconda metà del diciannovesimo secolo), vorrei provare a venderlo per racimolare il denaro necessario per l'acquisto di un altro pianoforte più al passo con i tempi.

Il pianoforte è stato fatto restaurare completamente nel 2008.

Su internet premetto di non aver trovato niente, se non che la ditta produttrice dello strumento ha iniziato l'attività nel 1844.

Per il momento non dispongo ancora di foto dello strumento, ma prometto di postarne alcune al più presto.

Alcuni dati del pianoforte:

Maison Schwander

J. Herrburger

rue de l'Evangile, Parigi

serie 2795

Essendo io un totale profano per quanto riguarda la datazione, vorrei avere un parere da chi riuscisse a trovare l'anno di produzione, e magari notizie sul mio pianoforte, se valesse la pena di farlo stimare e vendere, o se fosse meglio tenerlo e accontentarsi di suonarlo in mancanza di uno strumento più moderno.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che volessero aiutarmi.

Non conosco questo pianoforte, ma so che i pianoforti molto antichi, specialmente se in condizioni non ottimali, non hanno praticamente valore se non quello affettivo che noi gli diamo ma che gli altri non possono riconoscere. Poi magari mi sbaglio e il tuo è un pianoforte di grande pregio, ma se è come penso non sperare di poter racimolare i soldi per un piano nuovo soltanto con la vendita del tuo. :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non conosco questo pianoforte, ma so che i pianoforti molto antichi, specialmente se in condizioni non ottimali, non hanno praticamente valore se non quello affettivo che noi gli diamo ma che gli altri non possono riconoscere. Poi magari mi sbaglio e il tuo è un pianoforte di grande pregio, ma se è come penso non sperare di poter racimolare i soldi per un piano nuovo soltanto con la vendita del tuo. :scratch_one-s_head:

E poi perché comprare un piano nuovo se si ha un piano antico (quindi con legni stagionati, bronzi e ghise lavorati manualmente, ecc. ecc. sicuramente anche una cassa decorata), ben restaurato? :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

sarei molto grata a chi potesse darmi informazioni sui pianoforti Fischer 1840 (data di fondazione dell'azienda a New York) commercializzati a suo tempo in Italia dalla ditta De Meglio e Figlio- Napoli.

per essere più precisi, quale potrebbe essere oggi il valore in termini di strumento o di oggetto di antiquariato di un pianoforte Fischer?

Grazie a tutti in anticipo per la collaborazione.

Fortuna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bhe secondo me 30 milioni di lire mi sembra un po' esagerato...:)

il suono sara' differentemente diverso dal nostro attuale moderno pianoforte...secondo me se lo dv vendere...un pianista certamente nn ti dara' 10000 euro per qll...al max 1000-1500 euro...opterei di piu' su cercare una persona appassionata di musica antica a cui interessa studiare approfonditamente la "meccanica' ed il funzionamento dei pianoforti dell'800'....oppure ad una sottospecie di "zio paperone' appassionato di musica che vorrebbe nel proprio salotto un pianoforte d'epoca...forse sarebbero disposti ad offrirti anche su 5000 euro...ma nn credo di +

spero di esserti stato d'aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti .

Mi chiamo Paolo e mi sono appena iscritto per avere un parere da persone piu esperte di me.

Posseggo un pianoforte verticale in radica, della cui marca non sono riuscito a trovare nessuna indicazione su internet, percui spero che quancuno possa darmi qualche dritta a riguardo.

La scritta sul piano é "FURST Berlin", e ad occhio mi sembra abbastanza datato.

Ringrazio anticipatamente quanti mi risponderanno e auguro a tutti buona settimana.

Paolo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A quanto vedo non si pronuncia nessuno.

Posto qualche foto, così magari qualcuno mi degnerà di un parere sicuramente piu esperto del mio.

54015656.jpg

67896595.jpg

61955952.jpg

52557036.jpg

15979204.jpg

comunque l'arpa non presenta ad una rapida ed inesperta occhiata nessun segno di riconoscimento.

Grazie per le eventuali risposte e saluti a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intanto, premetto che non lo so suonare e che sono un ignorante in materia :D

Scrivo questo post per chiedervi, come avrete già capito, come valutare un pianoforte, dato che mia nonna ne ha uno e nessuno dei miei familiari sa dare una valutazione sensata.

Il mio è puramente interesse, non voglio certamente venderlo.

Comunque, immagino che una valutazione sia basata, come qualsiasi cosa, sul prestigio della marca...è uno Steinway & sons

Successivamente penso si guardi al lato pratico/estetico...cioè funzionalità e com'è ridotto....mi pare che abbia 2/3 tasti che non suonano;esteriormente non è messo male ha solo oche imperfezioni....e soprattutto penso sia da ri-accordare

Come ultima considerazione, penso sia importante la datazione...qui non ne so nulla :S so solo che l'hanno preso i miei nonni...

Una creatura così quanto può valere??

Spero di non aver detto cose ovvie nè tantomeno scemenze colossali >.<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, premettendo he ho avuto anche io un problema simile (proprio con uno steinway) da qualche parte (ora purtroppo non ricordo dove) ci dovrebbe essere un numero inciso che dovrebbe corrispondere bene o male all'anno di fabbricazione... io avevo anche la tabellina con i numeri di serie e gli anni di fabbricazione, ma purtroppo non mi ricordo più dov'è :worried_anim: ... la cercherò...

PS ovviamente per il valore conta anche se è verticale o coda...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti.

Premetto che non sono un intenditore di strumenti, recentemente ho ereditato un pianoforte Henri Herz del 1855, la tastiera è in pessimo stato, i tasti ci sono tutti ma la metà nemmneo emettono rumore, per ilresto è perfetto, ancora bello lucido con i candelabri e la " carrozzeria" senza ammacchi nè sfregi"

Se apro la parte superiore trovo una medaglia con scritto "medaille d'honneur paris 1855, exposition universelle de Paris et Londres"

Aprendo i vari vani ho trovato una specie di certificato attaccato al legno interno, le frasi riportate sono :

"MODELE 22.711 MANUFACTURE DE PIANOS HENRI HERZ PARIS - CERTIFICAT D'AUTHENTICITE' EXPOSITION UNIVERSELLE HORS CONCOURS 1867 - PRIZE MEDAL 1862 - MEDAILLE D'HONNEUR PARIS 1855"

Non so come muovermi, non ho idea di quanto possa valere, esteticamente è molto bello, ad avere posto in casa lo terrei volentieri ma vivendo in un bilocale non è proprio una buona idea.... lasciarlo in cantina sommerso dalla polvere mi sembra ancora peggio.... qualcuno di voi mi sa dire indicativamente a quanto potrei venderlo?

Potrei certamente chiedere ad un antiquario ma la paura di incappare in una colossale fregatura mi frena e vorrei prima sapere il parere di gente onesta come voi che non ha nessun motivo di dirmi un valore basso per questo pianoforte se invece dovesse valere molto.

Grazie a chi mi darà qualsiasi informazione.

ecco le foto:
/>http://imageshack.us/photo/my-images/811/tndscn1216.jpg/
/>http://imageshack.us/photo/my-images/137/tndscn1214.jpg/
/>http://imageshack.us/photo/my-images/27/tndscn1210.jpg/
/>http://imageshack.us/photo/my-images/338/tndscn1209.jpg/
/>http://imageshack.us/photo/my-images/32/tndscn1205.jpg/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti.

Sono entrato in possesso di un pianoforte a mezza coda Chickeringdel 1870 bianco ereditato da mio suocero. Premettendo che non sono un esperto di musica vorrei sapere il valore che potrebbe avere visto che, per motivi di spazio, non posso più averlo in casa. La meccanica è stata rifatta circa 10 anni fa e la struttura è in buone condizioni. Non voglio fare un affare, ma nemmeno voglio regalarlo. Vi ringrazio per la collaborazione mi sareste di grande aiuto visto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BE GUARDA IO TI POSSO CHE DIPENDE MOLTO DALLE CONDIZIONI, D'ALTRA PARTE LA VALUTAZIONE DI 1000 LO DETTA COSI GIUSTO PER FARTI UN ESEMPIO TUTTO COME TI HO DETTO DIPENDE DALLA MECCANICA E DALLA MARCA DEL TUO PIANOFORTE CHE NON SO SE è FAMOSA O SE LO è STATA (ANCHE QUELLO è IMPORTANTE) CMQ MI PIACEREBBE SE MI INVIASSI DELLE FOTO DELL ESTERNO E DELLA MECCANICA TI DO IL MIO CONTATTO MSN SMERY187@HOTMAIL.IT

Sapreste darmi notizie riguardo a pianoforte tramite questa dicitura su targhetta trovata al suo interno?

MAISON F. dé ROMDEN à Paris

médailless

Argent. 1844-49 1er_ Classe 1855

Prizl Medal Londres, 1862

ARGENT EXPOSITION Univ.lle _ 1867

volevo pubblicare immagine ma non ci sono riuscito

grazie

luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sapreste darmi notizie riguardo a pianoforte tramite questa dicitura su targhetta trovata al suo interno?




MAISON F. dé ROMDEN à Paris


médailless


Argent. 1844-49 1er_ Classe 1855


Prizl Medal Londres, 1862


ARGENT EXPOSITION Univ.lle _ 1867




volevo pubblicare immagine ma non ci sono riuscito



grazie


luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti, credo di non essere il solo ad avere questo problema, spero di non incappare nei vostri insulti :-)) . Mia sorella ha a casa questo piano verticale : VLADIMIR M-55818, made in Russia. Qualcuno saprebbe indicarmi quanto può valere? Naturalmente è in vendita ma Shhh che non si sappia in giro altrimenti qua me cacciano :-)



Buona Musica a Tutti


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti!

Ho bisogno di aiuto...vedo che alcuni di voi si intendono molto

Di pianoforti antichi:

Io ho uno Steinbach del 1910 su per giù...diciamo prima della guerra!

In ottimo stato e mai restaurato solo qualche piccolo ritocco ai feltri dei martelletti e del sotto tastiera, logorati dal tempo.

So che è difficile venderli e sopratutto e difficile per me separarmici...dovete sentire che suono che ha...!

Ragazzi help me quanto può valere?

Jelly cosa ne pensi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

Mi sono appena iscritta...anche io ho un dilemma

E ho visto che alcuni di voi hanno una buona esperienza. Io ho uno Steinbach del 1910 in ottimo stato mai restaurato tranne che per il cambio di alcuni feltri sui martelletti e di quelli sotto i tasti, devo venderlo con mia grande tristezza e vorrei sapere quanto vale.

Che ne dite?

Che ne pensi jelly?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve ho un pianoforte verticale Czerny anni 70 in buono stato usato (tanto) è perfettamente funzionante ma non ho idea di quanto potrei chiedere per eventuale vendita

qualcuno mi può dare un idea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×