Vai al contenuto
nestle

Stimare valore di un pianoforte

Recommended Posts

grazie scordatore! ah ho capito....bè quindi abbiamo appurato che nn è di gran valore (cosa che davo quasi per scontata he he) quindi secondo te "nn è vendibile"? A ke prezzo potrei venderlo sennò? Il fatto èche devo "liberarmene".....lo devo portare in discaric o pensi che c sia qlche interessato???....ke mi consigli di fare??? grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

puoi provare a venderlo privatamente, con annunci sul giornale, mettendo pianoforte tedesco marca e poi come mettono tutti"da accordare".... quando in realtà l'accordatura per molti di questi pianoforti è l'ultimo dei problemi. prova a chiedere i canonici 500 Euro, pi se te ne danno 250, prendili.... se invece non riesci, prova a regalarlo previo pagamento del trasporto, magari a parrocchie, istituti di suore (in genere accettano) o qualche parente. in bocca al lupo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Liszt
dalle foto non mi pare che la tastiera sia proprio in "ottimo" stato.... :lol:

beh mica sta male? :o

mi spiace per te, ma il pianforte in questione non ha più valore sotto il profilo strumentale. forse qualche amatore può prenderlo in considerazione. Il nome non è un nome storico.

un pianoforte di quell'età per avere un valore si deve chiamare "BECHSTEIN", "BLUTHNER", STEINWAY & SONS", "GROTRIAN STEINWEG", "KRAUSS" ... e pochi altri, insomma, nomi che anche oggi riconsciamo per qualità e tradizione.

chiaramente questo non vuol dire ceh sia un cattivo pianoforte...

ho un krauss del 1903 :o in perfette condizioni :o ma allora quanto dovrebbe valere? :huh::blink:

se ci avessi spazio lo prenderei io per 250 euro :unsure: .... se mi rifaccio una casa la riempio di pianoforti :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh ecco qui ci siamo, un Krauss del 1903 in perfette condizioni... ha sicuramente un buon valore.... un ottimo valore direi.... se sta veramente bene può anche valere 3.500 Euro....

Il problema su quel tipo di pianoforti non è solo la qualità, ma anche e sopratutto il nome.

Ci sono tanti pianoforti anteguirra dal nome sconosciuto che pur essendo dei buoni strumenti non hanno il "nome", la "marca" a supporto, purtorppo questi hanno un valore molto basso, non per la qualità, ma perché nessuno li richiede....e molto spesso non conviene neanche ripararli, perché i costi di riparazione sono sempre più alti del suo valore finale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti!!

Vorrei dal forum un consiglio: sembra che il momento dell'acquisto di un coda sia alle porte (e sarebbe ora,tra 1 mese sarò diplomanda... -.- ). Stavo dunque pensando di vendere il mio vecchio (in senso affettivo ma nemmeno troppo..) pianoforte verticale.Giusto per agevolare l'acquisto di un coda.

Si tratta di un Kaway,matricola 111801; il sito della furcht lo colloca tra il 1963 e il 1964. Da quando l'ho acquistato ho fatto un bel pò di lavoretti: ho rasato i martelletti, ho fatto aggiungere dei pesi sulla tastiera perchè mi era stato detto che così sarebbe stato come suonare su un coda da concerto (ancora non sono molto convinta dell'utilità :scratch_one-s_head: ...ma penso che comunque la mia sia una buona tastiera considerato che è un verticale :to_pick_ones_nose2: ), e soprattutto nel gennaio 2006 ho fatto cambiare completamente la martelliera con pezzi originali. Una spesa non da poco.

E un'ultima cosa che stavo dimenticando...il sol2 ha una corda nuova perchè quest'inverno la vecchia l'ho rotta con la terza sonata di prokofiev.. :to_become_senile:

Dunque del pianoforte che è uscito dalla fabbrica mezzo secolo fa è rimasta la "carrozzeria" (ghgh :D ), le corde (non tutte..sob) e la tastiera.

Quanto pensate che valga un pianoforte del genere?

E sarebbe il caso di venderlo ad un privato o ad un negozio di pianoforti in modo che se lo rivenda lui?

So che qualcuno mi dirà di non venderlo perchè un verticale serve sempre e comunque, ma ci ho pensato bene..e ho deciso che ci penserò ancora..... :scratch_one-s_head: (la possibilità di suonare a 2 pianoforti non si pone comunque in quanto il coda andrebbe su un'altro piano...)

aspetto risposte e intanto ringrazio!! :to_pick_ones_nose2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma questa non è una discussione da "vendo & cerco"??

...no.

:girl_impossible:

non ho detto che lo vendo.ho chiesto a quanto potrei venderlo se mi venisse in mente di venderlo.

ma questo non è un post da "spam"?? :shiftyeyes_anim::thumbsdown_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve a tutti son nuovo di questo forum spero di trovarmi bene, allora vi pongo subito una domanda:

ho tra le mani un pianoforte H. Wolfframm, ma non ne ho mai sentito parlare, vuoi lo conoscete? cosa ne pensate???

premetto che ho un laboratorio di restauro sennò nn mi sarei mai interessato a un piano in queste condizioni.

AAA019.JPG

AAA018.JPG

grazie a buon rendere

ciaoo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho un pianoforte Yamaha U1 dell'81 rigenerato 5 anni fa.

Dovendo venderlo, quanto potrei chiedere (più o meno)?

Io lo pagai 4 anni fa 2.900 euro.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
<span style='color:blue'>salve a tutti, sono nuovo e premetto che non capisco un granchè di pianoforti.

Mi è capitato tra le mani un pianoforte di una amica che purtroppo ora non c'è più.

Si tratta di un pianoforte di marca Erard, anno sconosciuto, per quello che ne so io, ha almeno una sessantina d'anni se non di più. Reca una targhetta dorata con scritto in francese "esposizione universale di Londra"

vi posto delle foto

aaaa00289ef.th.jpg aaaa00300xe.th.jpg aaaa00350wc.th.jpg

chiedo a voi molto più esperti di me, quanto potrebbe essere il suo valore commerciale.

Inoltre, dove trovo il numero di matricola x risalire all'anno di produzione?

Vi ringrazio anticipatamente x l'attenzione, a presto.</span>

Sono passati due anni da questo post. Comunque per tutti i (FORTUNATI) possessori di pianoforti l'Erard: avete degli strumenti storicamente famosi!

SI tratta di una famiglia francese i cui membri hanno costruito pianoforti sin dai tempi di Napoleone. Una delle figlie dei fratelli l'Erard ha sposato il grande musicista Spontini (nel museo spontiniano a Maiolati-Spontini c'è un pianoforte l'Erard costruito dal suocero). 50 anni dopo, nella Villa d'Este di Tivoli, ospite del cardinale Von Hoelohe, Liszt aveva a disposizione un pianoforte l'Erard.

L'esposizione di Londra (la prima esposizione internazionale in assoluto) fu patrocinata dal Principe Alberto, consorte della Regina Vittoria, e si tenne nel 1851. Alberto era un pianista molto abile (era allievo di Carl Czerny) ed anche organista ed invitò molti costruttori di strumenti musicali.

Successivamente, Londra ospitò altre edizioni ma quella che fu chiamata proprio "Esposizione UNIVERSALE" è del 1862.

Probabilmente il pianoforte è proprio del 1862 e se così e soprattutto se è ben restaurato secondo me (ora Scordatore si straccerà le vesti) non vale meno di 30.000. Ma se la meccanica è ancora quella originale l'Erard, beh... molto molto molto di più!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera!

Da matricola di questo forum saluto cordialmente tutti voi appassionati di musica classica.

Premetto che la mia conoscenza della musica è quella ricevuta alle medie con il flauto! Quindi sono praticamente e totalmente ignorante del settore.

Qualche anno fa' la mia famiglia ricevette in dono un pianoforte verticale (si chiamano così quelli senza coda, giusto?!), che nessuno di noi ha mai suonato se non per fare il motivetto della pasta Barilla.

Sul pianoforte c'è scritto PLAIRSON che penso sia la marca, e aprendolo dentro c'è scritto FRIZMULLER (marca dell'acustica?!).

Siccome sono intenzionato a rivenderlo per motivi di spazio e di inutilizzo, volevo documentarmi su internet per capire che cavolo di pianoforte possiedo e.. udite udite.. il mondo di Google non mi ha trovato niente, né ricercandolo come Plairson né tantomento come Frizmuller.

Ora, capisco sicuramente che non ho la Ferrari dei pianoforti, ma pur se avessi la Skoda (senza offese per il marchio ceco), una minima informazione su internet pensavo di trovarla.

Qualcuno di voi sa darmi qualche notizia sul mio piano o ho solo della legna tagliata ed incollata tra loro?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ANCHE IO SONO IGNORANTE IN MATERIA AIUTATEMI PER FAVORE A DARE UN VALORE AL MIO PIANOFORTE NON HO TROVATO NEMMENO UN SITO CHE MI POSSA AIUTARE(scusate per il maiusc)

è un ADOLF REISNER del 1877 color noce suono metallico verticale non ho la più pallida idea non trovo nemmeno il numero di matricola potete dirmi in genere dove si trova sul pianoforte

Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ANCHE IO SONO IGNORANTE IN MATERIA AIUTATEMI PER FAVORE A DARE UN VALORE AL MIO PIANOFORTE NON HO TROVATO NEMMENO UN SITO CHE MI POSSA AIUTARE(scusate per il maiusc)

è un ADOLF REISNER del 1877 color noce suono metallico verticale non ho la più pallida idea non trovo nemmeno il numero di matricola potete dirmi in genere dove si trova sul pianoforte

Grazie mille

Ma non andate in agitazione...c'è un modo semplice per controllare e avere una stima del valore del vostro pianoforte. Basta che vi collegate a qualche sito di vendita online di pianoforti nuovi ed usati per avere avere un'idea. Uno di questi siti potrebbe essere ebay.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iL problema è che non riesco a trovare nessuna informazione in nessun sito ho cercato per tre giorni nemmeno su e bay c'è il mio pianoforte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
iL problema è che non riesco a trovare nessuna informazione in nessun sito ho cercato per tre giorni nemmeno su e bay c'è il mio pianoforte

Innanzitutto benvenuto nel forum.

Fino a qualche anno fa sul sito http://www.piano.co.uk/ c'era una lista molto aggiornata di marche con i relativi codici dei numeri di matricola per la determinazione dell'anno di fabbricazione.

Il problema è che esistono tantissime marche, specie di pianoforti antichi, che non risultano catalogate da nessuna parte. In questo caso la stima del valore del piano può essere data solo da un esperto. Spesse volte il valore del piano-mobile antico è superiore a quello del piano-strumento. Mi ricordo bene di persone che avevano speso grosse cifre per acquistare pianoforti che probabilmente erano bellissimi oggetti d'epoca, ma come strumenti erano dei veri e propri scassoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti.

Riapro questo vecchio topic in disuso perchè vorrei sapere quando vale il mio pianoforte antico.

E' uno Stanville prodotto a Londra, meccanica Brooks sempre londinese, di noce americano e tastiera d'avorio e di ebano.

Le notizie che ho, lo fanno risalire prima del 1950, ma su internet non ho trovato assolutamente nulla di questo costruttore.

Avendo il numero di serie, pensavo che si potesse fare come si fa sul sito della Yamaha.

Se qualcuno sa darmi notizia su marca e un ipotetico valore (anchè con un ampio margine d'errore) ne sarei grato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona sera a tutti, mi sono appena iscritto per chiedervi un aiuto per capire che tipo di pianoforte ho acquistato.

Ho un pianoforte verticale con uno stemma inserito all'interno della cassa.Il nome riportato è il seguente: Wiehland & CO berlin.

Qualcuno sa dirmi che tipo di pianoforte sia, se si tratta di un pezzo da collezione ed eventualmente il suo valore?

Ringrazio in anticipo per la collaborazione.

Andrea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve a tutti volevo sapere gentilmente se conoscete pianoforti americani di nome p.a starck co,ne ho trovato 1 da un parente è del 1891 dentro è tutto marcato credo ci sia anche il numero di serie ecc ecc volevo sapere se è un oggetto di valore oppure no..grazie mille anticipatamente per l'aiuto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
salve a tutti volevo sapere gentilmente se conoscete pianoforti americani di nome p.a starck co,ne ho trovato 1 da un parente è del 1891 dentro è tutto marcato credo ci sia anche il numero di serie ecc ecc volevo sapere se è un oggetto di valore oppure no..grazie mille anticipatamente per l'aiuto

Mai sentita la marca, ma se è del 1891 è senz'altro un oggetto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti io ho un pianoforte a coda brinsmead dei primi del 900....e se sono qui è perchè vorrei sapere quanto potrebbe costare..qualcuno può aiutarmi???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti! Io avrei bisogno di vendere un pianoforte e ho veramente poche informazioni. Conosco la marca (Sponnagel). Non conosco l'anno di produzione (c'è un modo per scoprirlo?). E' in legno verniciato nero. E' grande, da muro. E' leggermente scordato ma non penso abbia grandi problemi di meccanica. Tasti un po' ingialliti.

Ho fatto un paio di foto, spero di darvi più informazioni...
/>http://uploadanima.altervista.org/03122009A1.rar

Vi ringrazio tantissimo per l'aiuto. Mi raccomando, conto su di voi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×