Vai al contenuto
Pacific231

Verdi o Wagner?

Preferite il melodramma italiano (Verdi) o il grande teatro musicale di stampo tedesco (Wagner)?  

118 voti

  1. 1. Preferite il melodramma italiano (Verdi) o il grande teatro musicale di stampo tedesco (Wagner)?

    • Giuseppe Verdi
      65
    • Richard Wagner
      52


Recommended Posts

l'opera è fantastica nonostante ci siano i cantanti...  :rolleyes:

<{POST_SNAPBACK}>

Ke vorresti dire????eeeh!?!?! <_<

per caso cel'hai con i cantanti?????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TI RICORDO CHE L'OPERA è UN INSIEME DI ELEMENTI TRA CUI LA VOCE CHE PERò PRIMEGGIA! E NON DEVE ESSERE TRATTATA COME UNO STRUMENTO!

<{POST_SNAPBACK}>

Scusa ma è una regola assoluta e scritta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quanta bella musica di verdi e puccini e' stata rovinata da cantanti(anche celebri) che tutto facevano tranne che pensare alla musica!!!

<{POST_SNAPBACK}>

pavarotti.jpg O Ke tu vorresti direeeeee! O che tu cell'hai con i canetaaaaaanetiiiiiiiiiiiiiiiiii!

(Musica di Puccini, testo di Edita)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pavarotti.jpg    O Ke  tu vorresti direeeeee! O che tu cell'hai con i canetaaaaaanetiiiiiiiiiiiiiiiiii!

(Musica di Puccini, testo di Edita)

<{POST_SNAPBACK}>

Non sei stato affatto carino..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non sei stato affatto carino..

<{POST_SNAPBACK}>

Ahahah! Edita!!! accidenti!!!

Forse non te ne sei ancora accorta ma qui si scherza molto. Per fortuna!! :lol:

E' una caratteristica di questo Forum, si parla di musica e di tutto quanto le gira attorno ma la battuta è sempre in agguato. E il più delle volte è innocua e (penso) spiritosa come quella del mio post.

L'assist fornitomi dall'amico Compositore1980 era troppo ghiotto per non approfittarne, e quali parole migliori delle tue per sugellare alla perfezione il giochino?? :D

Non era affatto riferita a te, ma...ma come si fa a spiegare una battuta??? :huh:

A meno che tu non sia una fiera sostenitrice del Pavarottone... :o ...ah bè....in quel caso... :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai ascoltato un'opera per intero di Wagner,nonostante sia a conoscenza della sua importanza nella Musica di fine Ottocento (ma il finale di Turandot, con quei magnifici trilli in fortissimo, si rifa a lui o è una mia impressione?) Cosa mi consigliereste per cominciare a familiarizzare con questo gigante?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non ho mai ascoltato un'opera per intero di Wagner,nonostante sia a conoscenza della sua importanza nella Musica di fine Ottocento (ma il finale di Turandot, con quei magnifici trilli in fortissimo, si rifa a lui o è una mia impressione?) Cosa mi consigliereste per cominciare a familiarizzare con questo gigante?

<{POST_SNAPBACK}>

Credo sia una tua impressione..

Wagner non scrive bene come Puccini. Nonostante ciò, e nonostante il fatto che se sia detto peste e corna in questo Topic ( :D ) ascoltare Wagner rimane a mio avviso un'esperienza spesso esaltante che va fatta assolutamente.

Credo che un'Opera che potrebbe piacerti e certamente una delle migliori per cominciare ad entrare nell'universo di Riccardone possa essere il "Lohengrin", per la storia e per il fatto che è una di quelle musicalmente più ricche.

Questa è la versione di Solti, una delle mie preferite:

B0000041TF.01.LZZZZZZZ.jpg

oppure, se ti piacciono le storie di amore e morte, un'altra Opera che fa al caso tuo è certamente il "Tristano e Isotta", del quale questa versione, diretta da Carlos Kleiber è in assoluto la più straordinaria che abbia mai ascoltato:

4133152.jpg

Prova...sono curioso di sapere se Wagner ti conquisterà come ha fatto Puccini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Tristano :o

tristan_isolde_370.jpg

Poiché in vita mia non ho mai gustato la vera felicità dell’amore, voglio erigere al più bello dei miei sogni un monumento nel quale dal principio alla fine sfogherò appieno questo amore

R. Wagner in una lettera a Liszt

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille per il consiglio.Mah,a dire il vero le storie di amore e morte le vivo in maniera contraddittoria (ci sto riflettendo proprio in queste ore),ma credo proprio - leggendo le biografie della Callas ma non solo - che Tristano e Isotta sia un'opera bella e importante.Però anche Lohengrin mi incuriosisce molto.Credo che deciderò quando mi troverò nel negozio e dovrò scegliere per forza.

Che mi dici del Parsifal?La Callas ne ha fatto un'incisione che per fortuna è facilmente reperibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie mille per il consiglio.Mah,a dire il vero le storie di amore e morte le vivo in maniera contraddittoria (ci sto riflettendo proprio in queste ore),ma credo proprio - leggendo le biografie della Callas ma non solo - che Tristano e Isotta sia un'opera bella e importante.Però anche Lohengrin mi incuriosisce molto.Credo che deciderò quando mi troverò nel negozio e dovrò scegliere per forza.

Che mi dici del Parsifal?La Callas ne ha fatto un'incisione che per fortuna è facilmente reperibile.

<{POST_SNAPBACK}>

Il Tristano è, secondo me , l'Opera migliore di Wagner, quella dove la sua musica raggiunge i migliori risultati. Dal Tristano in avanti Wagner comincia a mettere in modo sistematico in discussione l'ordine tonale tradizionale facendo assumere ad ogni grado della scala cromatica il ruolo di "sensibile", con l'effetto di ambiguità armonica che caratterizza in modo marcato il suo ultimo periodo creativo e che è una delle basi su cui poggia la disgregazione del sistema tonale tipica della fine dell'800. In "Parsifal", l'ultima sua Opera, non aggiunge nulla di nuovo a questa ricerca se non per il fatto che Wagner sospende quasi completamente la funzione di sensibile, rimarcando cosi' una volta di più il concetto di superamento del romanticismo, indissolubilmente legato al sistema tonale tradizionale.

Wagner è un noto pasticcione, ma devo ammettere che questa tenace ricerca di nuove armonie assai giova alla resa delle sue Opere altrimenti piuttosto noiose.

L'ambiguità armonica che caratterizza queste Opere aiuta molto, specialmente in "Tristano", a sottolineare i caratteri complessi dei personaggi e a tracciarne un profilo più intrigante.

Nel "Parsifal" i deliri misticheggianti dell'autore raggiungono l'apice, con la descrizione di questa storia che ha come protagonista l'eroe destinato a redimere l'umanità attraverso la rinuncia agli egoismi e alle passioni. Quest' Opera è in qualche modo legata a "Lohengrin", con la quale condivide la ricerca della figura che rappresenti una innocenza incontaminata simbolo di purezza dello spirito.

La parte più interessante è ancora una volta quella musicale, che offrirà parecchio materiale da elaborare (e rielaborare) a tanti musicisti del primo '900. Debussy, che amava molto "Parsifal", saprà affrancarsene e, preso ciò che di buono quest'Opera musicalmente sapeva offrire, porterà l'evoluzione armonica abbozzata da Riccardone verso nuovi approdi decisamente più sostanziali ed interessanti. Inevitabile a questo punto invitarti ad ascoltare il "Pellèas et Melisande", capolavoro simbolista in cui Debussy davvero offre concretamente una prova che nella musica qualcosa di importante è capitato e che da quel momento in avanti le cose non saranno più le stesse.

Tornando a Wagner, "Parsifal" credo sia un ascolto da fare in un secondo momento, quantomeno dopo "Lohengrin" e "Tristano", se non altro per una questione di percorso storico-musicale del pensiero del suo autore.

Non conosco la versione dove canta la Callas. In verità neanche sapevo che la Callas si fosse cimentata con Wagner, non mi sembra una tipica cantante wagneriana. Ma io con Riccardone ho un rapporto di odio-amore (più odio in verità) e quindi non sono tanto informato sulle varie versioni delle sue Opere. Cosi' a naso però mi suona curioso...la Callas in "Parsifal"...bah! e nella parte di chi, Kundry? :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tornando a Wagner, "Parsifal" credo sia un ascolto da fare in un secondo momento, quantomeno dopo "Lohengrin" e "Tristano", se non altro per una questione di percorso storico-musicale del pensiero del suo autore.

Non conosco la versione dove canta la Callas. In verità neanche sapevo che la Callas si fosse cimentata con Wagner, non mi sembra una tipica cantante wagneriana. Ma io con Riccardone ho un rapporto di odio-amore (più odio in verità) e quindi non sono tanto informato sulle varie versioni delle sue Opere. Cosi' a naso però mi suona curioso...la Callas in "Parsifal"...bah! e nella parte di chi, Kundry? :o

<{POST_SNAPBACK}>

Naturale.La Callas cantò Wagner nei primi anni della sua permanenza in Italia,quando cominciava a farsi notare,e poi non lo riprese più.Secondo quanto dicono le biografie,fu grandissima interprete di Isotta a Trieste,in uno spettacolo che "la lanciò" nel nostro Paese;nel ruolo di Kundry affascinò Visconti,che si "innamorò" di lei proprio in quegli anni,nonchè il Papa di allora che era esperto di opera;e la sua Brunilde fu protagonista del celebre episodio in cui la Callas si esibì nella Valchiria e poichissimi giorni dopo nei Puritani,opera come si sa antitetica quanto a registro vocale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Naturale.La Callas cantò Wagner nei primi anni della sua permanenza in Italia,quando cominciava a farsi notare,e poi non lo riprese più.Secondo quanto dicono le biografie,fu grandissima interprete di Isotta a Trieste,in uno spettacolo che "la lanciò" nel nostro Paese;nel ruolo di Kundry affascinò Visconti,che si "innamorò" di lei proprio in quegli anni,nonchè il Papa di allora che era esperto di opera;e la sua Brunilde fu protagonista del celebre episodio in cui la Callas si esibì nella Valchiria e poichissimi giorni dopo nei Puritani,opera come si sa antitetica quanto a registro vocale.

<{POST_SNAPBACK}>

Bè, la Callas era agile..soprattutto in gioventù. Se non ha ripreso Wagner però probabilmente ci sarà un motivo. Pochissimi cantanti possono passare dal melodramma al teatro wagneriano riuscendo in modo convincente in tutti e due i generi. Sarei davvero curioso di ascoltare quelle registrazioni :huh: .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sono curioso di sapere se Wagner ti conquisterà come ha fatto Puccini.

<{POST_SNAPBACK}>

Direi proprio di sì,Pacific.Trovo Lohengrin un'opera straordinaria,molto diversa da quelle che ascolto abitualmente.Mi affascina la sua concezione di "melodia infinita",questo flusso continuo di tensione e poesia,che coinvolge a più livelli.

Finora avevo sottovalutato i romantici,pensavo che facessero solo un gran "polverone".Ma al fascino di Wagner neanch'io,che sono ipercritica (magari anche con pregiudizi,mah) non riesco a sottrarmi.

Il Preludio è un capolavoro,e la ricomparsa di questa Musica fiabesca - che sembra fatta d'oro - nel corso del primo atto, mozza davvero il fiato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Direi proprio di sì,Pacific.Trovo Lohengrin un'opera straordinaria,molto diversa da quelle che ascolto abitualmente.Mi affascina la sua concezione di "melodia infinita",questo flusso continuo di tensione e poesia,che coinvolge a più livelli.

Finora avevo sottovalutato i romantici,pensavo che facessero solo un gran "polverone".Ma al fascino di Wagner neanch'io,che sono ipercritica (magari anche con pregiudizi,mah) non riesco a sottrarmi.

Il Preludio è un capolavoro,e la ricomparsa di questa Musica fiabesca - che sembra fatta d'oro - nel corso del primo atto, mozza davvero il fiato.

<{POST_SNAPBACK}>

Ne sono davvero lieto. Wagner ha un pò questo potere evocativo...e credo che quando incontrerai sulla tua strada la tetralogia ti toglierai davvero delle belle soddisfazioni!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma così tradirei il mio grande amore Nietzsche! :(  :lol:

<{POST_SNAPBACK}>

:lol: Ah bè, questo è lo scotto da pagare per tutti i Nietzschiani che amano la musica di Wagner...daltronde io fossi i te non mi preoccuperei più di tanto, perfino Frederic ha tradito se stesso quando, facendo il percorso inverso, ha preso (giustamente) le distanze dal suo ex-amico Riccardone! :P quindi almeno puoi dire di essere nella migliore compagnia possibile! :D

P.S.: quale versione del "Lohengrin" hai preso? (è solo una curiosità, giuro che non farò commenti fuori luogo! :D )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

;) Dai l'altra sera ero nervosa e antipatica anche a me stessa...

Bè,potevo scegliere tra la versione da 59 euro :blink::blink: e quella da 20 - indovina cosa ho scelto?? Però è una buona registrazione (Naxos, recita al Metropolitan degli anni '40) con una Elsa molto brava e una Ortrud al massimo della malvagità.Per Lohengrin avrei scelto qualcuno di più amabile con una voce più simile a quella di Pippo - Di Stefano,naturalmente :P

Io non conosco le vicissitudini politiche di Wagner,come mai è così criticato? so che era follemente antisemita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
;) Dai l'altra sera ero nervosa e antipatica anche a me stessa...

Bè,potevo scegliere tra la versione da 59 euro :blink:  :blink: e quella da 20 - indovina cosa ho scelto?? Però è una buona registrazione (Naxos, recita al Metropolitan degli anni '40) con una Elsa molto brava e una Ortrud al massimo della malvagità.Per Lohengrin avrei scelto qualcuno di più amabile con una voce più simile a quella di Pippo - Di Stefano,naturalmente :P

Io non conosco le vicissitudini politiche di Wagner,come mai è così criticato? so che era follemente antisemita.

<{POST_SNAPBACK}>

Hai fatto bene a scegliere la versione economica :D oggi case come Naxos e Brilliant recuperano cose meravigliose e le mettono a disposizione a prezzi veramente competitivi. Solo che..non ho ancora capito che versione è..., chi sono i cantanti? e l'orchestra? e il direttore? :blink: dimmelo ti prego!!!

Riguardo Riccardone non sto qui a ripetere cose già scritte in precedenza, altrimenti mi accusano di spammare a valanga (cosa che comunque faccio sovente lo stesso :D ), quando hai un minuto rileggi questo topic dall'inizio, ci sono un sacco di divertenti ( :blink: ) digressioni sulla buonanima del Sor Riccardo, giusto per farsi un'idea di che tipino fosse in realtà... :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, è l'Orchestra del Met diretta da Leinsdorf, con Melchior nella parte di Lohengrin, la Varnay è Elsa, la Thorborg è Ortrud e Sved è Fredirch von Telrammund.

Veramente non osavo guardare le pagine indietro: un topic sul melodramma italiano era infarcito di insulti su personaggi che sono sacri per me,e temevo di star male di nuovo a rileggere cose antipatiche magari sulla Traviata. Cmq sì,darò un'occhiata,se mi assicuri che non c'è niente di terribile :lol::wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Liszt
in realta' la frase di stravinsky era piu' o meno cosi': c'e ' piu' musica nella donna e' mobile che in tutta la tetralogia".....

Stravinsky... grande compositore ...non era immune da dire grandi cazzate.

<{POST_SNAPBACK}>

oddio l'ho letta ora... hauhuhua :ph34r:

w WAGNER

sarà che verdi non mi fa impazzire.... :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Allora, è l'Orchestra del Met diretta da Leinsdorf, con Melchior nella parte di Lohengrin, la Varnay è Elsa, la Thorborg è Ortrud e Sved è Fredirch von Telrammund.

Veramente non osavo guardare le pagine indietro: un topic sul melodramma italiano era infarcito di insulti su personaggi che sono sacri per me,e temevo di star male di nuovo a rileggere cose antipatiche magari sulla Traviata. Cmq sì,darò un'occhiata,se mi assicuri che non c'è niente di terribile :lol:  :wub:

<{POST_SNAPBACK}>

Ma no, niente di terribile, a parte qualche considerazione un pò fortina (ma vera ahimè) sul personaggio Wagner che pare fosse un grandissimo St****o :D

Capperi! ma tu hai una delle versioni che preferisco del "Lohengrin"! Complimenti!

Lauritz Melchior (insieme a Kirsten Flagstad, Elisabeth Schumann, Nanny Larsen-Todsen e pochi altri) è uno degli interpreti wagneriani più grandi di tutti i tempi. "Lohengrin" poi era un suo cavallo di battaglia! Ottima scelta davvero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sarà che verdi non mi fa impazzire....  :ph34r:

<{POST_SNAPBACK}>

Già. Neppure a me. è sempre il solito monotono "zum-pa-pa" o "pum-pum" e poi...i libretti che se sceglieva... :blink:

Ma la Traviata è un grande personaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×