Vai al contenuto
gialby

Le piu Belle Opere di tutti i tempi

Recommended Posts

Ma certamente. Se guardiamo le marce in senso stretto per esempio il 6/8 è largamente usato. Nel repertorio di tradizione sinfonico/lirico invece al momento non mi viene in mente nulla.

Ecco, dopo una velocissima ricerca a caso il web mi suggerisce la marcia dal "Macbeth" di Verdi che è in 6/8. Sono sicuro comunque che ce ne sono un'infinità di altre.

Devo andare a riascoltare il Macbeth, allora. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ascoltate Bohème e Butterfly...

non c'è altra strada per la salvezza :D

Comunque io aggiungerei anche Falstaff, la Sagra della Primavera, Petrushcka e l'Uccello di Fuoco tra le opere da conoscere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ascoltate Bohème e Butterfly...

non c'è altra strada per la salvezza :D

Comunque io aggiungerei anche Falstaff, la Sagra della Primavera, Petrushcka e l'Uccello di Fuoco tra le opere da conoscere...

Io adoro quelle che proponi nella seconda mandata. :rolleyes: Boèhme e Butterfly un po' meno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io adoro quelle che proponi nella seconda mandata. :rollereyes: Boèhme e Butterfly un po' meno...

Ti quoto per la Boheme.

Butterfly non l'ho ancora ascoltata :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ti quoto per la Boheme.

Butterfly non l'ho ancora ascoltata :(

Tra me e il signor Giacomone non c'è un gran rapporto, fatte salve alcune splendide arie qua e là.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tra me e il signor Giacomone non c'è un gran rapporto, fatte salve alcune splendide arie qua e là.

Anche tu ti addormenti quando lo ascolti? :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anche tu ti addormenti quando lo ascolti? :ph34r:

Più che altro non mi piace come tratta le parti dialogate, i 'recitativi', per intenderci. Tutti mossette e mossettine che non riescono a mantenere viva la (mia) attenzione. Oppure iperdrammatici, ma di una drammaticità molto esibita, quasi 'volgare'. La colpa è anche dei libretti di Illica e Giacosa, brutti e sdolcinati.

Su "Tosca" esiste un celebre giudizio 'lusinghiero' ( :D ) di Gustav Mahler, che scrive alla moglie dicendogli di aver assistito a un'opera:

"Ieri sera dunque sono stato a vedere la «Tosca» di Puccini. Esecuzione ottima sotto ogni punto di vista, si resta veramente strabiliati di trovare qualche cosa di simile in una città austriaca di provincia. Ma l'opera! Nel primo atto solenne processione con un continuo scampanio (le campane si sono dovute far venire dall'Italia). Nel secondo atto un tale viene torturato tra urli orrendi e un altro pugnalato con un acuminato coltello da pane. Nel terzo atto di nuovo immenso scampanio su una veduta di tutta Roma dall'alto di una cittadella - di nuovo un'altra diversa serie di campane - e un tale viene fucilato da un plotone di soldati. Prima della fucilazione mi sono alzato e sono andato via. Non occorre aggiungere che il tutto è messo insieme come sempre con abilità da maestro; al giorno d'oggi ogni scalzacane sa orchestrare in modo eccellente."

Un po' esagerato, ma nemmeno tanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Janacek
Uhhh quanti ricordi fa riaffiorare questo topic.

Certo che all'epoca ne sparai di razzate eh? ;_;

L'unica cosa di cui mi rammarico è il non aver insultato Mad scatenando un megaflame.

Cavolo Alu, per essere uno che ascolta classica da poco più di un anno hai fatto passi da gigante! Io non sarei mai riuscito ad evolvermi come te in così poco tempo! Tu ti ascolti Dmitri diretto da Rozdenstvensky dopo un anno, ed io che ascolto classica da quando ero piccolo fino a un anno fa non sapevo neanche chi fosse!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cavolo Alu, per essere uno che ascolta classica da poco più di un anno hai fatto passi da gigante! Io non sarei mai riuscito ad evolvermi come te in così poco tempo! Tu ti ascolti Dmitri diretto da Rozdenstvensky dopo un anno, ed io che ascolto classica da quando ero piccolo fino a un anno fa non sapevo neanche chi fosse!

Non esageriamo. Semplicemente mi sono evoluto in modo diverso da te.

Avrò anche ascoltato Shostakovich ma mi mancano un sacco di autori rinascimentali, barocchi, classicisti e romantici che invece tu conosci :(

E parlo anche di grandi nomi tipo Brahms o Schumann (quest'ultimo anche perché non lo reggo).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Janacek
Non esageriamo. Semplicemente mi sono evoluto in modo diverso da te.

Avrò anche ascoltato Shostakovich ma mi mancano un sacco di autori rinascimentali, barocchi, classicisti e romantici che invece tu conosci :(

E parlo anche di grandi nomi tipo Brahms o Schumann (quest'ultimo anche perché non lo reggo).

Notevole comunque, secondo me. A proposito di Rozdenstvensky, io non lo conoscevo un anno fa, ma conosco musicisti professionisti che non lo conoscono tuttora! :o Quanto a Schumann, anch'io a volte mi addormento un po'... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Notevole comunque, secondo me. A proposito di Rozdenstvensky, io non lo conoscevo un anno fa, ma conosco musicisti professionisti che non lo conoscono tuttora! :o Quanto a Schumann, anch'io a volte mi addormento un po'... :)

Pensa io ho provato ad iniziare l'ascolto dell'integrale pianistica di Schumann ma dopo 2 minuti contati ho dovuto staccare perché mi stavo addormentando al PC. Questo mi capitò anche con la sua musica da camera. Ora sono un po' provenuto nei suoi confronti ma appena mi ritrovo con del tempo in più ho già deciso di provare con la sua musica strumentale o vocale.

Riguardo Roz anche io non lo conoscevo e se non fosse stato per il p2p (il diabolico p2p) non lo conoscerei tutt'ora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non esageriamo. Semplicemente mi sono evoluto in modo diverso da te.

Avrò anche ascoltato Shostakovich ma mi mancano un sacco di autori rinascimentali, barocchi, classicisti e romantici che invece tu conosci :(

E parlo anche di grandi nomi tipo Brahms o Schumann (quest'ultimo anche perché non lo reggo).

Cioè? :blink: Tu ascolteresti la classica da un anno e mezzo? Non ci credo se non me lo giuri e spergiuri sui manga giapponesi.

Notevole comunque, secondo me. A proposito di Rozdenstvensky, io non lo conoscevo un anno fa, ma conosco musicisti professionisti che non lo conoscono tuttora! :o Quanto a Schumann, anch'io a volte mi addormento un po'... :)

Ehm... Io l'avrò sentito nominare sì e no tre o quattro volte in vita mia. E' così grave? Mi volete ancora tra di voi? :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cioè? :blink: Tu ascolteresti la classica da un anno e mezzo? Non ci credo se non me lo giuri e spergiuri sui manga giapponesi.

Ehm... Io l'avrò sentito nominare sì e no tre o quattro volte in vita mia. E' così grave? Mi volete ancora tra di voi? :P

Seriamente l'ascolto da un annetto. Quando scrissi quel post ero ancora in bilico tra classica e leggera (basta leggere il post per capirlo XD). C'è da dire che se non fosse stato per questo forum (e per gli ascolti particolari di Madiel :o) starei ancora a crogiolarmi coi soliti 3-4 nomi famosi ignorando completamente il 900 e gli autori meno conosciuti degli altri periodi musicali.

Ehm... Io l'avrò sentito nominare sì e no tre o quattro volte in vita mia. E' così grave? Mi volete ancora tra di voi?

Ma certe che ti vogliamo :* Anche se ti piace mozart e non reggi Bruckner sei sempre il nostro Falsty :D

In effetti anche io Roz l'ho sentito pochissimo, praticamente solo in Sho e Prokofiev.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pensa io ho provato ad iniziare l'ascolto dell'integrale pianistica di Schumann ma dopo 2 minuti contati ho dovuto staccare perché mi stavo addormentando al PC. Questo mi capitò anche con la sua musica da camera. Ora sono un po' provenuto nei suoi confronti ma appena mi ritrovo con del tempo in più ho già deciso di provare con la sua musica strumentale o vocale.

Riguardo Roz anche io non lo conoscevo e se non fosse stato per il p2p (il diabolico p2p) non lo conoscerei tutt'ora.

La mia considerazione di Schumann è cresciuta con gli anni. Non è mai stato tra i miei preferiti e forse non lo sarà mai, ma è un grande compositore, e per grande intendo di prima fascia. Ha una tecnica di organizzazione formale e di elaborazione tematica di primo livello. Questo forum non è certo il luogo ideale per imparare ad amare Schumann, nel senso che gli utenti più preparati sono in linea di massima 'spostati' verso il Novecento, o comunque sembrano aborrire la poetica dell'età romantica. Nulla di male, naturalmente, ma è giusto dare a Schumann quel che è di Schumann.

L'opera pianistica, secondo me, non è l'ideale per uno te, sempre che io abbia capito qualcosa delle tue inclinazioni musicali. Molte di quelle composizioni sono giovanili e rispecchiano l'anima più romantica ed istintiva di Schumann. Se non le conosci, prova con le sinfonie. Meritano tutte e quattro, ma almeno la Quarta è da conoscere: il primo tempo è strepitoso. I concerti per pianoforte e per violoncello probabilmente li conoscerai già, essendo celeberrimi. Altrimenti provali. Nella musica da camera troverai parecchia roba bella. Ascoltati almeno il Quintetto con pianoforte in Mib, perché è stupendo, forse il suo capolavoro. Sui lieder non ti posso aiutare, perché conosco pochissimo.

Poi i gusti son gusti, come sempre. Ma prima di archiviare Schumann e di relegarlo tra i languidi romanticoni del primo Ottocento, io ci penserei bene. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La mia considerazione di Schumann è cresciuta con gli anni. Non è mai stato tra i miei preferiti e forse non lo sarà mai, ma è un grande compositore, e per grande intendo di prima fascia. Ha una tecnica di organizzazione formale e di elaborazione tematica di primo livello. Questo forum non è certo il luogo ideale per imparare ad amare Schumann, nel senso che gli utenti più preparati sono in linea di massima 'spostati' verso il Novecento, o comunque sembrano aborrire la poetica dell'età romantica. Nulla di male, naturalmente, ma è giusto dare a Schumann quel che è di Schumann.

L'opera pianistica, secondo me, non è l'ideale per uno te, sempre che io abbia capito qualcosa delle tue inclinazioni musicali. Molte di quelle composizioni sono giovanili e rispecchiano l'anima più romantica ed istintiva di Schumann. Se non le conosci, prova con le sinfonie. Meritano tutte e quattro, ma almeno la Quarta è da conoscere: il primo tempo è strepitoso. I concerti per pianoforte e per violoncello probabilmente li conoscerai già, essendo celeberrimi. Altrimenti provali. Nella musica da camera troverai parecchia roba bella. Ascoltati almeno il Quintetto con pianoforte in Mib, perché è stupendo, forse il suo capolavoro. Sui lieder non ti posso aiutare, perché conosco pochissimo.

Poi i gusti son gusti, come sempre. Ma prima di archiviare Schumann e di relegarlo tra i languidi romanticoni del primo Ottocento, io ci penserei bene. ;)

Grazie dei consigli, provvederò.

Hai qualche esecuzione particolare da consigliare? In caso le hai ascoltate cosa ne pensi delle sinfonie dirette da Klemperer?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Grazie dei consigli, provvederò.

Hai qualche esecuzione particolare da consigliare? In caso le hai ascoltate cosa ne pensi delle sinfonie dirette da Klemperer?

Del Quintetto senza dubbio Richter e Quartetto Borodin (ora nella Elatus). Dei concerti per pianoforte e per violoncello trovi quel che vuoi; io ho Richter-Muti (registrato dal vivo a Salisburgo proprio il giorno della mia nascita, infomazione questa che immagino ti sarà assai preziosa :D ) e Rostropovic-Bernstein, ma non è detto che sia il meglio. Delle sinfonie conosco diverse intepretazioni, ma non quella di Klemperer. Neppure sapevo che le avesse incise. Comunque io di Klemperer prenderei qualsiasi cosa a scatola chiusa. Tutto quello che ho sentito è ottimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Più che altro non mi piace come tratta le parti dialogate, i 'recitativi', per intenderci. Tutti mossette e mossettine che non riescono a mantenere viva la (mia) attenzione. Oppure iperdrammatici, ma di una drammaticità molto esibita, quasi 'volgare'. La colpa è anche dei libretti di Illica e Giacosa, brutti e sdolcinati.

Su "Tosca" esiste un celebre giudizio 'lusinghiero' ( :D ) di Gustav Mahler, che scrive alla moglie dicendogli di aver assistito a un'opera:

"Ieri sera dunque sono stato a vedere la «Tosca» di Puccini. Esecuzione ottima sotto ogni punto di vista, si resta veramente strabiliati di trovare qualche cosa di simile in una città austriaca di provincia. Ma l'opera! Nel primo atto solenne processione con un continuo scampanio (le campane si sono dovute far venire dall'Italia). Nel secondo atto un tale viene torturato tra urli orrendi e un altro pugnalato con un acuminato coltello da pane. Nel terzo atto di nuovo immenso scampanio su una veduta di tutta Roma dall'alto di una cittadella - di nuovo un'altra diversa serie di campane - e un tale viene fucilato da un plotone di soldati. Prima della fucilazione mi sono alzato e sono andato via. Non occorre aggiungere che il tutto è messo insieme come sempre con abilità da maestro; al giorno d'oggi ogni scalzacane sa orchestrare in modo eccellente."

Un po' esagerato, ma nemmeno tanto.

Condivido dalla prima all'ultima riga. Giacomone è un eccellente orchestratore (vedi Turandot), ma come compositore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Del Quintetto senza dubbio Richter e Quartetto Borodin (ora nella Elatus). Dei concerti per pianoforte e per violoncello trovi quel che vuoi; io ho Richter-Muti (registrato dal vivo a Salisburgo proprio il giorno della mia nascita, infomazione questa che immagino ti sarà assai preziosa :D ) e Rostropovic-Bernstein, ma non è detto che sia il meglio. Delle sinfonie conosco diverse intepretazioni, ma non quella di Klemperer. Neppure sapevo che le avesse incise. Comunque io di Klemperer prenderei qualsiasi cosa a scatola chiusa. Tutto quello che ho sentito è ottimo.

Per anni, fin da piccolo, avevo ascoltato varie esecuzioni del Concerto per piano in La di Schumann e mai mi aveva coinvolto tanto (forse allora però le mie attenzioni erano tutte per altri compositori),

poi venne il tempo di quella esecuzione Richter-Muti live dal Festival di Salisburgo (uscita in edicola per De Agostini) e fu amore. Esecuzione appassionante e travolgente come mai avevo sentito, il finale mozzafiato, Richter stacca un tempo molto rapido da vero virtuoso qual era, ti aspetti che da un momento all'altro esca di strada e puntualmente ti smentisce, ti cattura e non ti molla più :D

Sono molto affezionato a quel cd in cui questo concerto era maldestramente abbinato ad una esecuzione di routine della Sinfonia Concertante di Mozart. Sei d'accordo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per anni, fin da piccolo, avevo ascoltato varie esecuzioni del Concerto per piano in La di Schumann e mai mi aveva coinvolto tanto (forse allora però le mie attenzioni erano tutte per altri compositori),

poi venne il tempo di quella esecuzione Richter-Muti live dal Festival di Salisburgo (uscita in edicola per De Agostini) e fu amore. Esecuzione appassionante e travolgente come mai avevo sentito, il finale mozzafiato, Richter stacca un tempo molto rapido da vero virtuoso qual era, ti aspetti che da un momento all'altro esca di strada e puntualmente ti smentisce, ti cattura e non ti molla più :D

Sono molto affezionato a quel cd in cui questo concerto era maldestramente abbinato ad una esecuzione di routine della Sinfonia Concertante di Mozart. Sei d'accordo ?

:o

Sono stupito. E' proprio il cd al quale facevo riferimento, uscito in edicola almeno una decina di anni orsono. Pensavo di essere l'unico al mondo ad averlo. Dell'interpretazione del concerto di Schumann - che ogni tanto torno ad ascoltare - posso dire solo bene. Tra quelle che conosco, è la mia preferita. Purtroppo non so se Alucard riuscirà a procurarsela, ma il ragazzo è pieno di risorse. Invece sulla sinfonia concertante non posso pronunciarmi, perché è da una vita che non ascolto quella registrazione.

Ora devo rimediare, perché mi hai messo una certa curiosità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:o

Sono stupito. E' proprio il cd al quale facevo riferimento, uscito in edicola almeno una decina di anni orsono. Pensavo di essere l'unico al mondo ad averlo. Dell'interpretazione del concerto di Schumann - che ogni tanto torno ad ascoltare - posso dire solo bene. Tra quelle che conosco, è la mia preferita. Purtroppo non so se Alucard riuscirà a procurarsela, ma il ragazzo è pieno di risorse. Invece sulla sinfonia concertante non posso pronunciarmi, perché è da una vita che non ascolto quella registrazione.

Ora devo rimediare, perché mi hai messo una certa curiosità.

Infatti uscì proprio nel '97. Senti maaaa...... non li leggi gli MP o PM ? :blink:

Nel frattempo provo con i segnali di fumo :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:o

Sono stupito. E' proprio il cd al quale facevo riferimento, uscito in edicola almeno una decina di anni orsono. Pensavo di essere l'unico al mondo ad averlo.

Siamo già in tre!

In quella collana uscì anche il CD di un conc. di Backhaus con le sonate op. 57 e op. 111 di LVB.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Paganini

L'edizione che ho io dello splendido concerto in la minore di Schumann è quella con Serkin e Ormandy edita da Sony insieme al pezzo di concerto per piano e orchestra in sol maggiore op. 92 dello stesso Schumann e al concerto per piano di Grieg (quest'ultimo però con Philippe Entremont). Ottima esecuzione carica di pathos (il terzo movimento crea notevoli vertigini umorali).

Il nostro buon Alu non riesce ad apprezzare lo Schumann pianistico? bene ascoltati la Fantasia in do maggiore op. 17 magari con Pollini. Potrebbe essere un inizio più che convincente :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Più che altro non mi piace come tratta le parti dialogate, i 'recitativi', per intenderci. Tutti mossette e mossettine che non riescono a mantenere viva la (mia) attenzione. Oppure iperdrammatici, ma di una drammaticità molto esibita, quasi 'volgare'. La colpa è anche dei libretti di Illica e Giacosa, brutti e sdolcinati.

Su "Tosca" esiste un celebre giudizio 'lusinghiero' ( :D ) di Gustav Mahler, che scrive alla moglie dicendogli di aver assistito a un'opera:

"Ieri sera dunque sono stato a vedere la «Tosca» di Puccini. Esecuzione ottima sotto ogni punto di vista, si resta veramente strabiliati di trovare qualche cosa di simile in una città austriaca di provincia. Ma l'opera! Nel primo atto solenne processione con un continuo scampanio (le campane si sono dovute far venire dall'Italia). Nel secondo atto un tale viene torturato tra urli orrendi e un altro pugnalato con un acuminato coltello da pane. Nel terzo atto di nuovo immenso scampanio su una veduta di tutta Roma dall'alto di una cittadella - di nuovo un'altra diversa serie di campane - e un tale viene fucilato da un plotone di soldati. Prima della fucilazione mi sono alzato e sono andato via. Non occorre aggiungere che il tutto è messo insieme come sempre con abilità da maestro; al giorno d'oggi ogni scalzacane sa orchestrare in modo eccellente."

Un po' esagerato, ma nemmeno tanto.

interessantissimo il giudizio di mahler!però nn parla affatto della musica,pare gli interessi solo la storia e la messinscena,e poi chiamare puccini scalzacane!a me nn piace tanto puccini ma nn credo sia proprio un cretino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Paganini
interessantissimo il giudizio di mahler!però nn parla affatto della musica,pare gli interessi solo la storia e la messinscena,e poi chiamare puccini scalzacane!a me nn piace tanto puccini ma nn credo sia proprio un cretino.

Se lo dice Mahler ci credo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×