Vai al contenuto

Recommended Posts

Buongiorno a tutti i pianisti.

Sto svolgendo un progetto con l'università di qualità ed io e una mia compagna abbiamo scelto come oggetto di studi il pianoforte. E' un progetto di ingegneria, che quindi va a toccare anche i processi produttivi del pianoforte, le abilità dell'artigiano, i materiali utilizzati, spessori/lunghezze delle varie corde, ecc... ecc... A tutto questo ci penseremo noi chiedendo varie info alle rispettive aziende. Quello che vorremmo sapere è, secondo voi, qual'è attualmente il pianoforte che vi emoziona di più.

Vi chiedo gentilmente quindi di compilare questo breve questionario:

https://goo.gl/forms/1LbVdxyOcaejHOq72

Avrei voluto comparare molti più pianoforti, ma per motivi di tempo e necessità il progetto andrà a confrontare i seguenti prodotti:

Fazioli F183, Bosendorfer 188, Steinway A188, Yamaha C3X, Kawai G3X.  

Sono tutti pianoforti che si collocano nel settore dei "mezza-coda" o "living-rooms" piano. Chiaramente io credo che i primi 3 abbiano una marcia in più, ma se voi volete dire la vostra, fate pure!.

Per quanto riguarda la mia limitata esperienza, ritengo che i tedeschi (Stein & Bosen) abbiano una marcia in più in quanto meccanica e bilanciamento del suono; timbro romantico tedesco e mai troppo squillante. Adatti per qualsiasi genere di repertorio classico. Il Bosen personalmente mi emoziona di più ed è quello che preferisco, romantico e profondo. Ho avuto modo di provare anche i Bechstein (ne possiedo uno verticale :D) e ne sono davvero soddisfatto. Al contrario i giapponesi (Yamaha & Kawai) hanno una meccanica (tastiera & action) meno precisa, ma hanno sonorità molto più squillanti e forse si adattano meglio anche nel repertorio pop-moderno  (topic Allevi & altreschifezze). Ciò nonostante io i giapponesi li ritengo ancora tra i più affidabili e migliori nel rapporto qualità/prezzo. E poi c'è Fazioli! Questa casa nata nel 1981 (quindi recentissima!) che in poco tempo è riuscita a competere con le grandi Steinway, Bosendorfer, Bechstein C., Bluthner. Molto cose dei loro pianoforti vengono fatte in outsourcing, essendo un azienda molto piccola (40 dipendenti), come la meccanica (progettata da Renner) così come la tastiere. Ne proverò uno a breve.

Cosa ne pesante? Ogni commento, esperienza, opinione mi sarà utile per il mio progetto. Settimana prossima andrò invece direttamente da Fazioli a Milano per alcune info tecniche e commerciali (ad esempio il prezzo, cosa che non viene mostrata nel loro sito e da nessuna parte!!!). Ma secondo me saremo sui 60k... :ph34r:

Grazie del supporto e buona giornata :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×