Vai al contenuto
Renato Colculli

Domenico Scarlatti (1685-1757)

Recommended Posts

Che ne pensate di questo compositore?

Io l'ho conosciuto grazie ad un vecchio vinile della Curcio, ed è stato il compositore che mi ha fatto amare il clavicembalo:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=fUkcWA3pxmY

Sapreste consigliarmi un integrale (possibilmente economico) degli Essercizii per Gravicembalo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che ne penso? E' uno dei miei compositori preferiti in assoluto, e ascolto con assiduità le sue sonate! :thumbsup_anim: L'integrale di Scott Ross è uno dei migliori acquisti che abbia mai fatto. Non so consigliarti, invece, su altre incisioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per ora ho trovato questo: http://www.amazon.it...3336609&sr=1-10

L'esecutore sembra di prestigio e il prezzo è molto più abbordabile della versione di Ross

Su amazon.fr trovi l'integrale di Ross nuova a 75 €:

http://www.amazon.fr...53337214&sr=8-1

Belder è bravissimo, per carità, ma non possiede la verve che Scarlatti richiede, secondo me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Sonate di Scarlatti sono meravigliose. Ho alcuni cd che ne comprendono diverse, ma sono sempre stato frenato nell'acquisto di un'integrale. 555 sonate sono tantissime e non vivrei abbastanza per metabolizzarle tutte... Mi piacciono molto gli Essercizi per Gravicembalo, che ho nella versione di Laura Alvini (Nuova Era 1991).

MI0001022149.jpg?partner=allrovi.com

Anzi, ora me li ascolto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le Sonate di Scarlatti sono meravigliose. Ho alcuni cd che ne comprendono diverse, ma sono sempre stato frenato nell'acquisto di un'integrale.555 sonate sono tantissime e non vivrei abbastanza per metabolizzarle tutte... Mi piacciono molto gli Essercizi per Gravicembalo, che ho nella versione di Laura Alvini (Nuova Era 1991).

MI0001022149.jpg?partner=allrovi.com

Anzi, ora me li ascolto.

Teniamo conto che il confanetto di Ross contiene 34 cd. Se ne ascolti uno al mese dovresti aver metabolizzato tutto in circa 3 anni :ninja:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche Gould aveva inciso alcune sonate. Vediamo un po':

[media]http://www.youtube.com/watch?v=wlsO80efj2s

[media]http://www.youtube.com/watch?v=2eElaPyHeJQ

[media]http://www.youtube.com/watch?v=tnWhE4kcWmc

Strano che un autore come Scarlatti sia stato così snobbato da Gould, sarebbe stato interessante se ne avesse incise di più , anche se ovviamente il sound del clavicembalo è ineguagliabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi piacciono molto le composizioni cembalistiche di scarlatti "junior",non so dove lessi che si divertiva molto a comporle in effetti vista la quantità pare evidente.


Anni fa acquistai un cd doppio della philips dove un certo avison compositore inglese ne aveva trasformate 12 in concerti grossi per archi,qualcuno li ha mai sentiti?i concerti grossi di charles avison fatti sulle sonate di scarlatti? su ypouyube ne trovate una sfilza...




Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ovviamente il sound del clavicembalo è ineguagliabile.

Io le preferisco 1000 volte di più suonate sul pianoforte. Alcune sonate di Scarlatti sono scritte così bene da non poter essere rese dignitosamente da uno strumento limitato come il clavicembalo, necessitano di più dinamiche,di più cura del suono: aspetti che solo un pianoforte(e un grande pianista) può esaltare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi piacciono molto le composizioni cembalistiche di scarlatti "junior",non so dove lessi che si divertiva molto a comporle in effetti vista la quantità pare evidente.

Anni fa acquistai un cd doppio della philips dove un certo avison compositore inglese ne aveva trasformate 12 in concerti grossi per archi,qualcuno li ha mai sentiti?i concerti grossi di charles avison fatti sulle sonate di scarlatti? su ypouyube ne trovate una sfilza...

Possiedo l'edizione Philips ed è diretta da Marriner con i suoi ASMF.. ho anche un'ancor meglio edizione Hyperion

034571168913.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oppure c'è quest'altra registrazione:


3760014190315_600.jpg


Questa edizione Alpha, affidata all’ensemble Café Zimmermann, esce dieci anni dopo quella che era fino ad ora l’edizione di riferimento dovuta all’Academy of St Martin in the Fields sotto la direzione di Sir Neville Marriner, esecuzione pregevole e stilisticamente corretta, anche se con strumenti moderni. Il carattere di questa interpretazione è dato dalla grande energia che sprigiona, dalla stringatezza dei tempi, dalla potenza del suono. Tutta questa forza viene però distribuita equamente in tutti i movimenti di tutti i concerti (sei su dodici) presenti in questa edizione. Un ascolto senz'altro vivo e gradevole.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sono contento che le trascrizioni di avison piacciano anche a voi,le ho prese perchè incuriosito sul come si potesse riportare su strumenti ad arco le melodie strettamente puntate e spesso un pò" spinose" diciamo di domenico scarlatti.


in effetti col clavicembalo sembrano un pò più secche che suonate con gli archi,ma ciò dipende penso dal fatto che tirare un archetto non è come schiacciare un tasto ripetutamente,nonostante esista appunto il puntato anche coi violini ecc,tutto mi risulta comunque più morbido.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Recentemente mi sono accorto dell'esistenza di un'altra integrale delle sonate, in 9 cd, eseguita da Richard Lester:


MI0003456735.jpg?partner=allrovi.com



Qualcuno di voi la conosce? Ho dato una ascoltatina sul tubo e non sembra male.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MI0003456735.jpg?partner=allrovi.com

Qualcuno di voi la conosce? Ho dato una ascoltatina sul tubo e non sembra male.

Ce l'ho, secondo me, è di buona fattura. Il tocco di Lester è pulito e vigoroso, la sua esecuzione è estremamente dinamica, il suono è deciso, secco e corposo. La sua abilità sta nella capacità di conciliare la componente tecnica, di ricerca e di sperimentazione, ma anche semplicemente di atletismo digitale, con un risultato melodico sempre gradevole e di ottimo gusto, non eccedendo mai in nessuna delle due componenti. Equilibrata, composta, ma non leziosa. Godibile anche per la varietà timbrica degli strumenti utilizzati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, zippie dice:

Diciamo che le Sonate di D. Scarlatti si prestano a cose così:

;-)

O peggio, così:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Suonando la chitarra è uno dei miei preferiti. Delee sonate di Scarlatti ne sono state trascritte (le più "trascrivibili") diverse. Prima da Andrès Segovia.

Non sono facili da nessun punto di vista: tecnico per ovvie ragioni, essendo trascritte dal clavicembalo, ma anche da rendere non è cosa facile (ad esempio diversamente da Bach, che in questo senso è molto "più facile").

L'esecutore che a mio avviso le suona magnificamente e superbamente è indiscutibilmente Manuel Barrueco superiore a tutti.

Nei miei ascolti, ho a casa alcune incisioni di Gustav Leonhardt, ho ascoltato diverse versioni per pianoforte (Horowitz, Michelangeli, Lipatti, Pogorelich)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 17/3/2013 at 20:48, Desaparecidos dice:

 

Io le preferisco 1000 volte di più suonate sul pianoforte. Alcune sonate di Scarlatti sono scritte così bene da non poter essere rese dignitosamente da uno strumento limitato come il clavicembalo, necessitano di più dinamiche,di più cura del suono: aspetti che solo un pianoforte(e un grande pianista) può esaltare.

 

Io sul pianoforte non le posso soffrire ... neppure se suonate da Michelangeli, Horowitz etc.  Quel suono romantico che sa di lucido , con tutti quegli armonici romantici che non c'entrano niente con Scarlatti.... bah!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×