Rinaldino

Cinema

2151 risposte in questa discussione

Ho visto un bel film di recente, quindi colgo l'occasione per riaprire questo benemerito topic: "Tokyo Boshoku" di Yasujiro Ozu.

Forse di gusto un po' più occidentale nel concedersi a un patetismo più marcato (anche se mai eccessivo), questo lavoro della maturità di Ozu non abbandona quell'ambiente familiare che è sempre stato protagonista nei suoi film. Certo, non c'è il perfetto equilibrio formale di Banshun nè l'intimistica riflessione di Tokyo Monogatari: resta il fatto che, per via di tre grandi interpretazioni (Ryu, Hara e Arima, che pure non ha avuto grande fortuna) e di un approccio perennemente umano nel trattare la tematica del film, mi è piaciuto tantissimo :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come avevo detto nella vecchia discussione, ho visto Il sipario strappato di Hitchcock. Chi lo conosce che ne pensa? Per mio padre è il miglior film di Hitchcock, per me assolutamente no, pur essendoci abbastanza tensione per vedere come va a finire la fuga dei protagonisti. La trama è un po' troppo poco credibile e troppi personaggi sono caricati eccessivamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come avevo detto nella vecchia discussione, ho visto Il sipario strappato di Hitchcock. Chi lo conosce che ne pensa? Per mio padre è il miglior film di Hitchcock, per me assolutamente no, pur essendoci abbastanza tensione per vedere come va a finire la fuga dei protagonisti. La trama è un po' troppo poco credibile e troppi personaggi sono caricati eccessivamente.

Sono della stessa idea. Personalmente questo film non mi è mai troppo piaciuto. E se penso che è di Hitchcock... ne resto doppiamente deluso!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come avevo detto nella vecchia discussione, ho visto Il sipario strappato di Hitchcock. Chi lo conosce che ne pensa? Per mio padre è il miglior film di Hitchcock, per me assolutamente no, pur essendoci abbastanza tensione per vedere come va a finire la fuga dei protagonisti. La trama è un po' troppo poco credibile e troppi personaggi sono caricati eccessivamente.

Il sipario strappato è, forse, il peggior Hitchcock di sempre. Di cui lo stesso Maestro non fu soddisfatto, nè del cast, nè della sceneggiatura, nè della colonna sonora di Hermann (che infatti fece sostituire con quella di John Addison). Hitchcock ha sfornato tanti di quei capolavori che questo pare proprio un passo falso dei più clamorosi.

°°°°°°

Sulla benemerita RaiMovie:

UKOQG00Z.jpg

Ottimo film d'esordio di James Gray, regista dei recenti Two Lovers e I Padroni della Notte, gelido e spietato nei confronti di un protagonista costretto a confrontarsi con le proprie radici. Il motivo del ritorno nella sua zona d'origine di Long Island (dove è assiepata la comunità russo-ebraica) è un regolamento di conti, che servirà, tragicamente, per riannodare i fili di una realtà che aveva abbandonato. Notevole la costruzione dei personaggi, mai banali e ricchi di sfumature, nelle mani di un cast perfettamente in parte. Esemplare la location: una Brooklyn perennemente innevata, scura ed inquietante, che di rado mi è capitato di vedere al cinema, e che riecheggia certi panoramici urbanistici sovietici. Lento ma inarrestabile nel ritmo con un'atmosfera gelida e opprimente fin dai primi fotogrammi. Bellissimo il finale, calice amaro di una sconfitta familiare. Leone d'Argento al Festival di Venezia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Little Odessa

Ives, ma a che ora hanno dato questo film? per quel poco che riesco a seguire RaiMovie becco sempre cose noiose o di serie B (a cui preferisco la serie Z...; "Piedino il Questurino" che RaiMovie ha trasmesso tempo fa)

:ohno02:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ives, ma a che ora hanno dato questo film? per quel poco che riesco a seguire RaiMovie becco sempre cose noiose o di serie B (a cui preferisco la serie Z...; "Piedino il Questurino" che RaiMovie ha trasmesso tempo fa)

:ohno02:

Il film è andato in onda il 6 novembre alle 03:05. Io l'ho visto solo ieri avendolo registrato con il software per la tv sul pc. Ho il sintonizzatore sul pc e un programma apposito per registrare i film e tagliare i pezzi di pubblicità quando ci sono (non nel caso di Little Odessa perchè i film di notte su Rai Movie sono quasi sempre senza pubblicità). Registro quello che mi interessa e me lo guardo con calma quando ho tempo. Se hai il decoder My Sky HD si può fare lo stesso (ma ovviamente il film non resta nelle tue disponibilità per sempre e in modo esclusivo).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su RaiMovie, posso dire che ha una programmazione abbastanza interessante. Bisogna consultare il palinsesto, giorno per giorno. Diciamo che, dalla prima serata in poi, dalle 21:00, ci sono i film di maggior qualità e interesse (ieri, per esempio, hanno trasmesso Americani di James Foley con un cast mirabolante: Pacino, Lemmon, Baldwin, Spacey, Arkin). Il lunedì in prima serata fanno il western; martedì e giovedì in seconda serata Argento presenta titoli thriller/horror/fantascienza. Insomma, il parco film è vario, anche se tendono a ripetere un pò troppo ciclicamente i titoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OK, grazie per le notizie!!! mastico proprio poco le diavolerie elettroniche, ma mi farò aiutare dall'esperta di casa...

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto "la sposa cadavere".

Nonostante sia stato sottovalutato da pubblico e critica secondo me è il film più interessante di Tim Burton, in cui il suo mondo poetico finalmente accoglie apertamente quello che era soltanto accennato in tutti gli altri film: la morte.

Quest'ultima è esorcizzata attraverso il fiabesco e l'infantile ma senza censurare l'elemento de-compositivo e biologico, quindi ogni tanto c'è una puntina di grottesco deliziosa.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=Akv4coY1j2M

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono della stessa idea. Personalmente questo film non mi è mai troppo piaciuto. E se penso che è di Hitchcock... ne resto doppiamente deluso!

Il sipario strappato è, forse, il peggior Hitchcock di sempre. Di cui lo stesso Maestro non fu soddisfatto, nè del cast, nè della sceneggiatura, nè della colonna sonora di Hermann (che infatti fece sostituire con quella di John Addison). Hitchcock ha sfornato tanti di quei capolavori che questo pare proprio un passo falso dei più clamorosi.

Se lo sa mio padre, poveretto :D.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se lo sa mio padre, poveretto :D.

Se piace, benvenga. Anche se, ripeto, definirlo "miglior Hitchcock" è davvero eccessivo. Sicuramente tuo padre li conoscerà, ma fagli ri-vedere Intrigo Internazionale; Nodo alla gola; La finestra sul cortile; La donna che visse due volte; Gli Uccelli; Frenzy; Caccia al ladro; Il delitto perfetto; L'uomo che sapeva troppo; Notorius, Marnie e qualche altro titolo che ora mi sfugge.

°°°°°°

51531safe_house_nessuno_e_al_sicuro.jpg

Il regista Daniel Espinosa ha come chiara ispirazione il collega Tony Scott (recentemente scomparso) e i suoi action-movies adrenalinici adoperandone anche il suo attore simbolo, Denzel Washington. Peccato che questo Safe House non si elevi dalla media dei film del genere che vanno per la maggiore negli USA. Utilizza schemi triti ed abusati del genere ed appare totalmente prevedibile dal punto di vista narrativo e con uno stile di regia ormai visto e rivisto (anche se tecnicamente ben curato). Funzionano la coppia dei protagonisti e la caratterizzazione ambientale. Buon ritmo e ottime alcune sequenze d'azione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se piace, benvenga. Anche se, ripeto, definirlo "miglior Hitchcock" è davvero eccessivo. Sicuramente tuo padre li conoscerà, ma fagli ri-vedere Intrigo Internazionale; Nodo alla gola; La finestra sul cortile; La donna che visse due volte; Gli Uccelli; Frenzy; Caccia al ladro; Il delitto perfetto; L'uomo che sapeva troppo; Notorius, Marnie e qualche altro titolo che ora mi sfugge.

Il mio Hitchcock preferito non c'è, perché di volta in volta diventa Gli Uccelli, Psyco e Marnie. Ricordo di aver visto Il Sipario Strappato e esserne rimasto deluso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio Hitchcock preferito non c'è, perché di volta in volta diventa Gli Uccelli, Psyco e Marnie. Ricordo di aver visto Il Sipario Strappato e esserne rimasto deluso.

Ecco cosa mancava, Psyco! Aggiungo anche i film anni '40, alcuni stupendi come Rebecca, la prima moglie, Io ti salverò o Il caso Paradine e altri. Io vado a momenti, ma principalmente oscillo tra La finestra sul cortile, Intrigo Internazionale e La donna che visse due volte. Ma, chi più chi meno, adoro un pò tutti i film di Hitchcock, escludendo Topaz (altro film debolissimo) e, appunto, il già citato, Il sipario strappato. Mi piace molto anche l'ultimo Hitchcock postmoderno, quello di Frenzy e Complotto di famiglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri pomeriggio ho visto uno dei miei film preferiti, Monsieur Verdoux di Chaplin. Lo consiglio a chiunque non lo conosca di già.

C'è tutto, tragedia, commedia e un po' di giallo e lui è chiaramente un mostro di attore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto Elizabethtown. Praticamente (IHMO) tempo perso

:(

hai ragione, è proprio una ciofeca di film! Se vuoi guardare qualche commedia romantica posso suggerirti qualcosa, sia tra i film holliwoodiani che no.

I miei preferiti sono:

- Love Actually (Colin Firth, Hugh Grant, Emma Thompson, quel manico di scopa di Keira Knightley, il mio amato Alan Rickman e altri);

- L'amore non va in vacanza (Kate Winslet, Jude Law, Jack Black e Cameron Diaz)

- Leap year (perchè Matthew Goode quando ha la barba è l'uomo della mia vita)

poi Shakespeare in love, Prima o poi mi sposo, scrivimi una canzone (o forse ti scrivo una canzone), un amore a 5 stelle e hitch.

Hai preso l'unico davvero brutto :ninja:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hai ragione, è proprio una ciofeca di film! Se vuoi guardare qualche commedia romantica posso suggerirti qualcosa, sia tra i film holliwoodiani che no.

I miei preferiti sono:

- Love Actually (Colin Firth, Hugh Grant, Emma Thompson, quel manico di scopa di Keira Knightley, il mio amato Alan Rickman e altri);

- L'amore non va in vacanza (Kate Winslet, Jude Law, Jack Black e Cameron Diaz)

- Leap year (perchè Matthew Goode quando ha la barba è l'uomo della mia vita)

poi Shakespeare in love, Prima o poi mi sposo, scrivimi una canzone (o forse ti scrivo una canzone), un amore a 5 stelle e hitch.

Hai preso l'unico davvero brutto :ninja:

Alcuni di quelli indicati da te li ho visti! :D

Pero' stavano trasmettendo Elizabethtown e mi sono messo a guardarlo solo perche' c'era Susan Sarandon (che alla fine sta li' solo a guadagnarsi la paga)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri, in un impeto di autopunizione degna di un frate flagellante del XIII sec.,

4900980640_22677d197a.jpg

ho visto "Caterina va in citta'" di Paolo Virzi' (2003). Il film mi e' sembrato una lunghissima somma di luoghi comuni e di stereotipi inanellati uno appresso all'altro: una vera delusione. Non ho smesso di vederlo solo perche' mi sono convinto a proseguire in base al solito ragionamento stereotipo (ahime'): "vediamo un po' questo dove vuole andare a finire"... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri, in un impeto di autopunizione degna di un frate flagellante del XIII sec.,

4900980640_22677d197a.jpg

ho visto "Caterina va in citta'" di Paolo Virzi' (2003). Una lunghissima somma di luoghi comuni e di stereotipi inanellati uno appresso all'altro. Una vera delusione. Non ho smesso di vederlo solo perche' mi sono convinto a vederlo con il solito stereotipo (ahime'): "vediamo un po' questo dove vuole andare a finire"... :(


/>http://www.youtube.com/watch?v=IxAKFlpdcfc

aggiungerei: caratteristica di quasi tutto il cinema italiano.... diciamo... dagli anni'90 in poi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gia'... :(

e la cosa che secondo me dovrebbe sia infastidire che far riflettere, Miaskovsky, e' che questo film (come molti altri) e' stato co-prodotto dalla RAI, quindi con soldi pubblici!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gia'... :(

e la cosa che secondo me dovrebbe sia infastidire che far riflettere, Miaskovsky, e' che questo film (come molti altri) e' stato co-prodotto dalla RAI, quindi con soldi pubblici!

Io li toglierei i finanziamenti pubblici al cinema, almeno in Italia...non si capisce perchè lo Stato debba sovvenzionare ciò che è in perdita e che produce, per buona parte, solo scemenze.

°°°°°°

Su Rai Movie, rivisto dopo tanti anni:

39028.jpg

Bel western vecchio stile, d'ambientazione australiana, con gli aborigeni al posto dei pellerossa, confezionato con mestiere e diretto da un regista (Simon Wincer) che sa come intrattenere il pubblico. Perfetto il cast: Selleck, nella sua migliore performance al cinema, è un eroe simpatico e sornione; Laura San Giacomo è la tipica donzella in pericolo, un pò stralunata; Alan Rickman un cattivo coi fiocchi. Non deluderà i fans del genere. Il fucile utilizzato da questo leggendario personaggio è un Siloh Sharp, in una riproduzione di fabbricazione italiana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io li toglierei i finanziamenti pubblici almeno in Italia

Anch'io :laughingsmiley:

"Caterina va' in città" l'avrò visto tre o quattro volte a forza di cineforum scolastici, e anche per me è un'operazione furba e niente di più.

Ieri invece ho visto "Mary and Max", bellissimo film d'animazione, duro e spietato, nonostante la comicità:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=EiEfhvR4VJs

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domani comincio il cineforum nella mia scuola e ho scelto Drive (di Refn con Gosling ecc. ecc.) per cominciare. Ho già diverse idee su che cosa dire come commento, ma credo che mi sia utile sentire qualche altra campana! Che ne pensate? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io li toglierei i finanziamenti pubblici al cinema, almeno in Italia...non si capisce perchè lo Stato debba sovvenzionare ciò che è in perdita e che produce, per buona parte, solo scemenze.


/>http://www.youtube.com/watch?v=xDr7fi1gFco

Comunque la ragione è semplice. Un modo in più per mangiare in un mondo dove la meritocrazia fa un baffo alle "conoscenze"... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.