Vai al contenuto
Madiel

Nozze di Figaro

Recommended Posts

uuuhhh, che bella segnalazione, qua c'è Lucia Popp!!! La persona cui devo fare il regalo l'adora !! :o

Quale miglior occasione, allora. E' stata ristampata in una Limited Edition Decca, per un regalo credo sia ottima:


/>http://www.amazon.it/Le-Nozze-Di-Figaro-Spec-Ltd-Edt/dp/B005I7OXDU/ref=pd_rhf_gw_p_t_1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nell'edizione in mio possesso (con copertina bianca) il libretto c'è, ma ignoro se se nel frattempo sia uscita qualche riedizione.

purtroppo non trovo disponibile Giulini, mi sto orientando verso Solti dopo la segnalazione di Ives. Kleiber + Solti mi pare una buona coppia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Voto Kleiber, senz'altro. Nell'edizione Decca Legends c'è il libretto (in piccolo) ed anche tante foto degli artisti, è un'incisione del 1955 però in stereo. Per me è l'edizione di riferimento, nessun altro ha impersonato Figaro con l'intelligenza interpretativa di Cesare Siepi, oltre alla magnifica voce. Il resto del cast è eccellente, condivido le riserve di Wittelsbach su Poell ma limitatamente ai recitativi dove in effetti è un po' troppo "crucco".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

purtroppo non trovo disponibile Giulini, mi sto orientando verso Solti dopo la segnalazione di Ives. Kleiber + Solti mi pare una buona coppia.

Strano... eppure è un iper-classico della discografia.

Fortunatamente, come puoi vedere, ci sono splendide alternative.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho solo questa edizione comprata un po' a casaccio qualche anno fa, ho cercato delle recensioni su internet ma non ne ho trovate, qualcuno di voi l'ha mai ascoltata?

nel complesso mi sembra una discreta registrazione...

large_A47955a.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho solo questa edizione comprata un po' a casaccio qualche anno fa, ho cercato delle recensioni su internet ma non ne ho trovate, qualcuno di voi l'ha mai ascoltata?

nel complesso mi sembra una discreta registrazione...

large_A47955a.JPG

Elvio Giudici, mistico, lamenta la cattiva pronuncia in italiano di tutto il cast, esclusi Desderi (Figaro) e Benelli (Basilio). Nel complesso però tutti cantano bene e Haitink è preciso e animato, come si evince da questo video coevo ( con ancora Desderi protagonista):

[media]http://www.youtube.com/watch?v=6o2Q14blV-g

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tra l'altro è una versione integralissima visto che contiene la famigerata aria della capretta che a quanto ne so spesso viene tagliata... sulla direzione di haitink sono d'accordissimo, nel complesso il cast è abbastanza buono, comunque se dovessi scegliere un'altra edizione punterei a quella di colin davis

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tra l'altro è una versione integralissima visto che contiene la famigerata aria della capretta che a quanto ne so spesso viene tagliata... sulla direzione di haitink sono d'accordissimo, nel complesso il cast è abbastanza buono, comunque se dovessi scegliere un'altra edizione punterei a quella di colin davis

Io non sono, mistico, un ammiratore di Colin Davis , direttore che trovo equilibrato e fine ma sostanzialmente privo di spiccata personalità.

Però in queste Nozze del '70 dà il meglio di sè ed è godibilissimo.

Questa edizione poi presenta un cast nobilitato della Norman e della Freni all'apice delle loro possibilità alle quali, nell'empireo dell'eccellenza, si affianca l'ottima Marcellina di Maria Casula.

Il resto della compagine di canto è alterno, con luci ed ombre, ma nell'insieme più che dignitoso.

Certo che un duetto Contessa-Susanna come questo ( tecnica eccellente al servizio di due voci splendide) è una vera gemma nella discografia delle Nozze mozartiane:


/>http://www.youtube.com/watch?v=nv0Abvvv2yU

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo molto meglio l'edizione di Davis che quella di Haitink, dove i pochi cantanti italiani cantano male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tra l'altro è una versione integralissima visto che contiene la famigerata aria della capretta che a quanto ne so spesso viene tagliata... sulla direzione di haitink sono d'accordissimo, nel complesso il cast è abbastanza buono, comunque se dovessi scegliere un'altra edizione punterei a quella di colin davis

Davvero viene tagliata? Ho ascoltato proprio oggi la celeberrima edizione di Kleiber padre (splendida, sia la direzione che i cantanti, mi piace persino quel cataplasma di Alfred Poell nel ruolo del conte) e l'aria della capretta c'è. Era il 1955, in tempi in cui pure si tagliava con tranquillità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Davvero viene tagliata? Ho ascoltato proprio oggi la celeberrima edizione di Kleiber padre (splendida, sia la direzione che i cantanti, mi piace persino quel cataplasma di Alfred Poell nel ruolo del conte) e l'aria della capretta c'è. Era il 1955, in tempi in cui pure si tagliava con tranquillità.

la storica registrazione di giulini ad esempio non c'è l'ha.

probabilmente il cast più allucinante si trova nell'edizione di solti

cover.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo molto meglio l'edizione di Davis che quella di Haitink, dove i pochi cantanti italiani cantano male.

Ma pronunciano bene e con espressione.Nella commedia la pronuncia e le corrette inflessioni sono fondamentali e possono riabilitare una prestazione vocalmente discutibile.

Desderi, Wittwl, non ha un bel timbro e la sua tecnica è piuttosto trasandata.Inoltre ha voce usurata.Però sa accentare con sapidità e caratterizzare al meglio il personaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la storica registrazione di giulini ad esempio non c'è l'ha.

probabilmente il cast più allucinante si trova nell'edizione di solti

Ma no, in verità è un cast buono, mi convince perfino la Te Kanawa, che di solito non è affatto la mia cantante preferita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eh ma sono solo in due...

Proprio così o Principe. L'edizione di Haitink, che nell'insiome non sarebbe male, ha il suo punto debole proprio in questo effetto di straniamento, in questa percezione di incomunicabilità fra i due cantanti italiani e tutti gli altri i quali, pur cantando meglio, dimostrano di non capire le parole che dicono. E' una tara questa che salta fuori sempre quando nel cast sono presenti alcuni cantanti padroni della lingua ed altri no, ma in questew Nozze la discrasia è moltio marcata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma no, in verità è un cast buono, mi convince perfino la Te Kanawa,

Concordo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma no, in verità è un cast buono, mi convince perfino la Te Kanawa, che di solito non è affatto la mia cantante preferita.

ho scritto allucinante come sinonimo di sorprendente. considera che le cantanti sono tra le mie preferite, specialmente lucia popp...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'altra volta ho preso quest'edizione praticamente a scatola chiusa soprattutto per l'ottimo cast che in teoria non avrebbe niente da invidiare a quello del decca/solti (vedi sopra), l'ho ascoltata mezza volta e distrattamente quindi magari potrei sbagliarmi , mi ha un po' deluso soprattutto la direzione di karajan stranamente un po' moscia, i cantanti bravi ma poco coinvolti.



Le-nozze-di-Figaro--Van-Dam-Cotrubas-Kra


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'altra volta ho preso quest'edizione praticamente a scatola chiusa soprattutto per l'ottimo cast che in teoria non avrebbe niente da invidiare a quello del decca/solti (vedi sopra), l'ho ascoltata mezza volta e distrattamente quindi magari potrei sbagliarmi , mi ha un po' deluso soprattutto la direzione di karajan stranamente un po' moscia, i cantanti bravi ma poco coinvolti.

Le-nozze-di-Figaro--Van-Dam-Cotrubas-Kra

Ti dico la mia, mistico.

Edizione alterna, sostanzialmente squilibrata. Karajan a tratti magnifico (v. l'Overture), a tratti solo calligrafico, altrove troppo lento e distaccato.

I cantanti: piena approvazione solo alla von Stade, Van Dam poco coinvolto, Krause vocalmente usurato, la Tomowa Sintow a disagio nel settore acuto, la Cotrubas aggraziata ma linfatica. Buone le parti di fianco (Barbié, Bastin, Zednik, Barbaux).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pink avrei fatto meglio a prendere quella di colin davis con jessy norman, tra l'altro mi aspettavo qualcosa in più anche a livello di suono.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pink avrei fatto meglio a prendere quella di colin davis con jessy norman,

Sì, mistico, avresti fatto meglio. La Philips '70 è superiore. Davis non ha le sottigliezze di Karajan ma è più omogeneo ed equilibrato.

Il cast poi si distingue per le prove eccellenti della Norman, della Freni e della Casula. Buoni anche Wixell e la Minton.

Jessye Norman è una Contessa nobile e vigorosa ma, all'occorrenza, capace di dolci abbandoni lirici.

Ascoltala nella cavatina "Porgi amor". Malgrado la vocalizzazione "sui generis" colpiscono la levigatezza del suono, le pregevoli legature e la sensazionale espressività di certe frasi ( v. a 1:29 la bellissima modulazione di "al mio duolo"):

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti dico la mia, mistico.

Edizione alterna, sostanzialmente squilibrata. Karajan a tratti magnifico (v. l'Overture), a tratti solo calligrafico, altrove troppo lento e distaccato.

I cantanti: piena approvazione solo alla von Stade, Van Dam poco coinvolto, Krause vocalmente usurato, la Tomowa Sintow a disagio nel settore acuto, la Cotrubas aggraziata ma linfatica. Buone le parti di fianco (Barbié, Bastin, Zednik, Barbaux).

D'accordissimo Pink! in generale tutto il Mozart di Karajan mi perplime, come tanti direttori del suo tempo (e pure di oggi) si sentiva in dovere di affrontarlo pur non avendo assolutamente empatia con la sua poetica. Ciò non toglie che è sempre Karajan (tecnicamente intendo), ma c'è qualcosa di non autenticoo, non sentito, in questa registrazione (come pure nella precedente e per me migliore registrazione EMI). I cantanti sono il solito cast "alla Karajan", tolta Federica Von Stade, cherubino storico ed eccezionale (e interprete eccezionale anche in molti altri ruoli!).

Sarò banalissimo in questa scelta, ma restando nell'alveo delle registrazioni "storiche", secondo me questa è imbattibile sul versante dell'immedesimazione dei cantanti nei rispettivi personaggi, a livello di caratterizzazione non c'è un ruolo fuori posto:

0734034.jpg

Bohm è Bohm, oggi il suo Mozart appare un po' imbolsito (forse paragonarlo al Mozart filologico è pure ingiusto), eppure questa leggerezza compassata, quasi trattenuta, il cesello raffinato e sottilmente ironico, secondo me sono lo sfondo ideale per le pantomime di questi interpreti tutti quanti dalla fortissima personalità individuale (sì, quì anche la Freni :D in uno dei ruoli con cui andava più "a nozze").

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con Karajan di quegli anni, secondo me, è meglio questo live a Salisburgo:



41XH0Bt9e9L._SL500_AA300_.jpg


C'è la Freni come Susanna e Elizabeth Harwood come Contessa.


Le parti di contorno sono più o meno quelle del CD Decca, ma c'è Montarsolo come Bartolo.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Jessye Norman è una Contessa nobile e vigorosa ma, all'occorrenza, capace di dolci abbandoni lirici.

Ascoltala nella cavatina "Porgi amor". Malgrado la vocalizzazione "sui generis" colpiscono la levigatezza del suono, le pregevoli legature e la sensazionale espressività di certe frasi ( v. a 1:29 la bellissima modulazione di "al mio duolo"):

davvero splendida

secondo me questa è imbattibile sul versante dell'immedesimazione dei cantanti nei rispettivi personaggi, a livello di caratterizzazione non c'è un ruolo fuori posto:

0734034.jpg

quindi questa qui dovrebbe essere allo stesso livello no?

15-26.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×