Vai al contenuto
Stefano Conti

Sonate di Domenico Scarlatti

Recommended Posts

Sono contento che é stata aperta una sezione allo strumento che, dopo il flauto, amo di più. Inizio con questo argomento perché, oramai, sono anni che ascolto le Sonate di Domenico Scarlatti. Il mio interesse per questo repertorio é iniziato quando, in conservatorio, dovevo sostenere l'esame di armonia. Nella fase della preparazione, per studiare le modulazioni, ho analizzato diverse sonate di Scarlatti e questo ha costituito per me la scoperta di un compositore grande, grandissimo. Questo enorme patrimonio di musica é fantasioso, variegato non ostante la forma bipartita sia preponderante. Sottopongo all'ascolto questa Sonata, la K12 nell'esecuzione di Scott Ross. La ripetizione ossessiva di un passaggio crea un effetto allucinatorio.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=ucJYe3fxnLA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E questa?

Da 4:23 comincia la Sonata cui mi riferisco.

Quella cui ti riferisici é una di quelle Sonate che nella versione Longo é epurata di molte dissonanze perché sul pianoforte non hanno senso. Bellissima!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro noto che le ripetizioni ossessive dei passaggi sono una caratteristica molto ricorrente (ripetizione nella ripetizione :D) in Scarlatti, forse una sua peculiarità vera e propria, in contrasto con gli altri grandi maestri del Barocco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quella cui ti riferisici é una di quelle Sonate che nella versione Longo é epurata di molte dissonanze perché sul pianoforte non hanno senso. Bellissima!

E' possibile trovare in giro entrambe le versioni (quella con le dissonanze e quella senza)? Mi interessava fare un confronto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' possibile trovare in giro entrambe le versioni (quella con le dissonanze e quella senza)? Mi interessava fare un confronto.

Io ho una vecchia registrazione della stessa sonata eseguitaal pianoforte da Emil Gilels che si basa sull'edizione Longo, non so se però si trova in giro. Longo, comunque, é stato un revisore onesto, perché riportava sempre in nota le omissioni o le modifiche ai testi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho una vecchia registrazione della stessa sonata eseguitaal pianoforte da Emil Gilels che si basa sull'edizione Longo, non so se però si trova in giro. Longo, comunque, é stato un revisore onesto, perché riportava sempre in nota le omissioni o le modifiche ai testi.

Forse è questa (mi sa che ce l'ho anch'io, ma non qui)?

[media]http://www.youtube.com/watch?v=sZVwrYDCbCA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Queste sono due tra le più stupefacenti sonate scarlattiane: la K 261 e la k 262 scritte entrambe nella tonalità di Si maggiore. Non ostante l'inizio leggero la k 261, nella seconda parte, con una nota ribattuta ben 80 volte e arpeggi da 'chitarra spagnola' al basso acquista una notevole intensità drammatica. Nella k 262 la tecnica delle progressioni trasforma in continuazione il brano. Scale a pioggia conferiscono una grande tensione. Entrambe spagnolissime nella concezione.

Spero di condividere con voi la mia emozione provata la prima volta che ho ascoltato questi brani eccezionali.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=_3M6_Omu4Qc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Queste sono due tra le più stupefacenti sonate scarlattiane: la K 261 e la k 262 scritte entrambe nella tonalità di Si maggiore. Non ostante l'inizio leggero la k 261, nella seconda parte, con una nota ribattuta ben 80 volte e arpeggi da 'chitarra spagnola' al basso acquista una notevole intensità drammatica. Nella k 262 la tecnica delle progressioni trasforma in continuazione il brano. Scale a pioggia conferiscono una grande tensione. Entrambe spagnolissime nella concezione.

Spero di condividere con voi la mia emozione provata la prima volta che ho ascoltato questi brani eccezionali.

[media]http://www.youtube.com/watch?v=_3M6_Omu4Qc

Se non è uno dei migliori autori barocchi (spesso viene messo in ombra da Handel, Bach, Vivaldi, Corelli, ecc.) è certamente il più originale. Bastano due sonate come queste a dimostrarlo, e ne ha scritte tante altre ricche di questi colpi di testa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai proprio ragione! Sono veramente belle! io oggi mi sono imbattuto in questa,è magnifica!
/>http://www.youtube.com/watch?v=gCJ_8OmDPhk&feature=related

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai proprio ragione! Sono veramente belle! io oggi mi sono imbattuto in questa,è magnifica!

Sì, bellissima anche la k49! Rispetto a Bach e Handel -tutti nati nel 1685- Scarlatti ha una sua originalità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, sono nuovo, mi fa particolarmente piacere che il mio primo post sia su Scarlatti. Per me è stata una delle scoperte più straordinarie, lo ritengo un gigante, ascolto sempre le sue sonate con grandissimo piacere e riesce sempre a meravigliarmi. propongo questa

[media]http://www.youtube.com/watch?v=kIEupIHZbEg&feature=fvsr

Che dedico a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E questa no? Massì, esageriamo!! :yes:

Kk 234 in Sol minore, Scott Ross

(purtroppo youtube non collabora, quindi non posso postarla...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh, finalmente youtube collabora e sono riuscito ad usare i link. Dantone mi piace parecchio, il suono della Landowska invece non si può sentire (ma vabbè, lo strumento era quel che era) e l'esecuzione, per così dire, non "scorre" granchè bene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, sono nuovo, mi fa particolarmente piacere che il mio primo post sia su Scarlatti. Per me è stata una delle scoperte più straordinarie, lo ritengo un gigante, ascolto sempre le sue sonate con grandissimo piacere e riesce sempre a meravigliarmi. propongo questa

[media]http://www.youtube.com/watch?v=kIEupIHZbEg&feature=fvsr

Che dedico a tutti.

Grazie della dedica. Bellissima!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da grandissimo ammiratore di Scarlatti, avrei un paio di domande da fare a chi ne sa più di me :D (ovvero più o meno tutti su questo forum :sarcastic_hand: )

1) il grande Scarlatti ebbe degli allievi o imitatori? Se sì, quali? Sarei curioso di ascoltare

2) Ho letto che fu anche compositore di opere teatrali, voi avete avuto occasione di ascoltarle?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da grandissimo ammiratore di Scarlatti, avrei un paio di domande da fare a chi ne sa più di me :D (ovvero più o meno tutti su questo forum :sarcastic_hand: )

1) il grande Scarlatti ebbe degli allievi o imitatori? Se sì, quali? Sarei curioso di ascoltare

2) Ho letto che fu anche compositore di opere teatrali, voi avete avuto occasione di ascoltarle?

Io conosco Antonio Soler che fu alievo di Scarlatti. Le sue opere mi sono, lo confesso, sconosciute. Grazie della dedica. Nel topic Scott Ross ho messo il Fandango di Soler. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bel suono questo clavicembalo!!

sì veramente bello. Diamine com'é diversa dall'esecuzione di Ross. Non so se sul 'tubo' si trova....Vado a cercarla. Nel frattempo ti dedico la famosa fuga del gatto anche se la qualità sonora non é un granché (in CD é molto meglio).

[media]http://www.youtube.com/watch?v=8neyuVF6fTw

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×