Vai al contenuto
maxfiottolone

Che ne pensate di Anna Netrebko?

Recommended Posts

Nonostante miei precedenti interventi in negativo, boh, magari sbaglio ma la Netrebko non mi dispiace per nulla. Bravo anche Meli che non sarà mai un Manrico dalla voce tonante (e tenendo conto che ha iniziato col Rossini viene anche da chiedersi come riesca a cantare Manrico tutto sommato bene) ma si disimpegna e forse vocalmente parlando la delusione è Domingo, ma ci sta e già se ne è discusso. Trovo che Domingo mascheri un poco le sue difficoltà grazie alle sue ben note capacità attoriali. Anche la Netrebko c'ha un bel carisma. Credo che a volte per giudicare bene vocalmente una prestazione essa vada ascoltata in disco o vista a occhi chiusi nel senso che talvolta il saper stare sul palcoscenico può anche aiutare un cantante a nascondere i problemi. Ah, la regia non mi piace. Non sono uno che vuole solo regie classiche ma avrei preferito un Trovatore ambientato nel suo tempu punto e basta.

https://www.youtube.com/watch?v=VwyFLA3OTSY

L'idea, max, di fare una regia di Trovatore transepocale ambientando l'opera in un Museo, un Trovatore che inizia virtualissimo con Azucena-guida turistica che, con fare professorale, spiega il suo orrendo segreto a un drappello di occasionali visitatori, a me tutto sommato non è dispiaciuta. Si poteva essere più rigorosi, contenere un po' di più la ridondanza dei dipinti, essere un po' più discreti con tutto quel rosso dei costumi ( panno rosso veneziano all'inizio e sintetici rossi-ibridi, violacei, contaminati, nelle spoglie scene finali), ma le idee c'erano.

L'esecuzione vocale: la Netrebko e Meli, nei loro limiti , validi entrambi,bene anche la Lemieux, mentre Domingo-baritono è un caso a sè da valutare "in camera caritatis". Non più tenore, non certo baritono,coi fiati ai minimi sindacali, di lui però resta impresso l'accento nevrotico carico di voluttà vendicativa con cui rivolge alla zingara la sua ultima frase:" Vedi? E' spento!".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

essere un po' più discreti con tutto quel rosso dei costumi ( panno rosso veneziano all'inizio e sintetici rossi-ibridi, violacei, contaminati, nelle spoglie scene finali)

Vorrei tornare su tutto questo spreco di rosso del Trovatore salisburghese.

Va bene che i simboli portanti della vicenda sono il fuoco e il sangue ma esagerare in quel modo denota grossolanità di gusto ( a meno che il regista non pensasse che per far capire la simbologia di quest'opera a un pubblico di deficienti occorresse proprio non risparmiare con quel colore.....).

Quando un regista perde la misura in questo modo rivela la sua mediocrità e, indirettamente, offende l'intelligenza del pubblico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quello che vale un giudizio preso da un video youtube, devo dire che me lo sono un poco guardato e son rimasto stupito dalla Netrebko. Ci sono precedenti sue incisioni di arie del Trovatore dove non lasciava presagire nulla di buono. Per me non sarà comunque mai una Leonora di riferimento e se insiste nel portare a termine il cambio di repertorio presto non sarà nemmeno più la Mimì di riferimento che è stata in quest' ultimo decennio, però, non fa danni particolarmente gravi e lo stesso dicasi di Meli. Domingo è il solito mistero: come credo scrisse una volta Pink, un tenore che fa il baritono ma nell' animo resta un tenore, non sarà mai un buon baritono. Però, pur essendo secondo me esagerate le ovazioni al suo indirizzo, probabilmente date più per la carriera che per la singola prova, alla fine della fiera quel diavolo di un uomo la serata la porta a termine senza naufragare.


Facendo un ragionamento più ampio, forse come Leonora di riferimento dobbiamo sempre tornare alla Callas inizio carriera ? Leonore pesanti ce ne sono state, però la parte richiede anche un pò di fioriture che spesso queste Leonore pesanti erano costrette a tralasciare. La Sutherland andava benissimo per la parte belacantista ma meno per quella drammatica. La Netrebko fa parte della schiera delle Leonore troppo liriche. Insomma, la Callas inizio carriera riusciva invece a coniugare sia la parte belcantista che quella che richiedeva voce, voce, voce


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Star system .... dopo il trovatore dello scorso 15 agosto del festival di salzburg stuprato dal cast cantante e da Gatti (che dovrebbe essere inibito dalla direzione di opere Verdiane) , e dalla scenografia abberrante ....


I tempi assurdi o troppo staccati , o troppo lenti che di drammaturgia nulla sanno....


La Netrebko problematica in alto e in basso .....


Domingo -conte di Luna , baritono ma canta nel registro tenorile spompatissimo , non arriva a meta' dell' estensione del tenore ....


Meli -Manrico ? canta la pira un semitono sotto e chiude con un si naturale .....


Azucena -Lemieux non canta nemmeno ma emette suoni in falsetto quasi cacofonici!


il tutto registrato in dvd distribuito dalla DG .....


anche i Wiener non si sprecano , cosa assai strana .......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Come già scrissi ero preparato al peggio per quanto concerne la Netrebko e invece m'ha positivamente stupito. Sarò chiaro: questa non è la sua opera. Lei è stata e forse ora ahimè non lo è più, un ottimo soprano lirico e siccome sono sicuro anche io che dal Trovatore vorrà passare al Ballo sino all' Aida, è probabile che delle sue qualità rimanga ben poco, però, non la critico in toto per la prestazione di Salisburgo.

Meli nonostante la giovane età gli acuti facili non gli ha mai avuti e una volta accettato questo e anche il fatto che pure lui dovrebbe cantare ben altre opere, comunque come Manrico non ha sfigurato. Domingo è un caso a parte. Forse la cosa più triste è che l' opera è in uno stato di collasso tale che ha ancora bisogno di un nome come può essere quello di Domingo per attirare interesse su di un allestimento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente non mi piace. Non a livello di tecnica (di cui non so nulla), ma a livello di coinvolgimento emotivo: per i miei gusti trovo la sua voce troppo fredda e inespressiva. Amo invece Angela Gheorghiu come soprano lirico e Diana Damrau come soprano di coloratura. Ultimamente ho scoperto un album di Joyce DiDonato che mi piace davvero tanto! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×