Vai al contenuto
Wittelsbach

Adriano: direttore d'orchestra senza cognome

Recommended Posts

Se non ho più esemplari restanti, posso sempre farti una copia. Sullo stesso disco c'è un'altra scoperta mia: La "Rhapsodie Cambodgdienne" di Louis Albert Bourgault-Ducoudray - probabilmente il nome più complicato di musicista di tutta la storia della musica :-)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non ho più esemplari restanti, posso sempre farti una copia. Sullo stesso disco c'è un'altra scoperta mia: La "Rhapsodie Cambodgdienne" di Louis Albert Bourgault-Ducoudray - probabilmente il nome più complicato di musicista di tutta la storia della musica :-)

e anche questo non l'ho mai sentito nominare....... Volentieri per le copie, ci sentiamo in privato ;)

Il disco con i pezzi pianistici di Respighi è bellissimo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La Primavera", opera difficilissma da eseguire, si può considerare come dei "mini-Gurre-Lieder", anche per quanto concerne il carattere esaltato della musica. E un grido alla bellezza del mondo e all'amore panteistico (universale). Gavazzeni la criticava moltissimo - anche per quanto concerne i testi messi in musica, che trovava stupidi. Io li trovo bellissimi e poeticissimi. A quell'occasione approfondavo lo studio delle lirica religiosa armena per capire tutto.


D'altra parte, a Gavazzeni non disturbavano tutti i libretti (più stupidi ancora, se mai) di opere liriche che dirigeva. Io penso che era semplicemente geloso - o la trovava troppo difficile da dirigere - o non trovava un coro all'altezza di studiarla...


Acora oggi mi stupisco che la Marco Polo abbia approvato questo progetto, vedendo che mi cancellava altri, molto più facili e più consociuti. Tra l'altro, a quell'epoca, per esempio, io volevo registrare la "Marie Victoire" di Respighi. Ero stato il primo a studiarla e a riscoprirla (nel 1977!), non come se ne vantava il Maestro Gelmetti all'occasione delle interviste sulla produzione all'Opera di Roma del 2000.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La Primavera", opera difficilissma da eseguire, si può considerare come dei "mini-Gurre-Lieder", anche per quanto concerne il carattere esaltato della musica. E un grido alla bellezza del mondo e all'amore panteistico (universale). Gavazzeni la criticava moltissimo - anche per quanto concerne i testi messi in musica, che trovava stupidi. Io li trovo bellissimi e poeticissimi. A quell'occassione io approfondavo lo studio delle lirica religiosa armena per capire tutto.

D'altra parte, a Gavazzeni non disturbavano tutti i libretti (più stupidi ancora, se mai) di opere liriche che dirigeva. Io penso che era semplicemente geloso - o la trovava troppo difficile da dirigere - o non trovava un coro all'altezza di studiarla...

Acora oggi mi stupisco che la Marco Polo abbia apprvato questo progetto, vedendo che mi cancellava altri, molto più facili e più consociuti. Tra l'altro, a quell'epoca, per esempio, io volevo registrare la "Marie Victoire" di Respighi. Ero stato il primo a studiarla e a riscoprirla (nel 1977!), non come se ne vantava il Maestro Gelmetti all'occasione delle interviste sulla produzione all'Opera di Roma del 2000.

Non vedo l'ora di ascoltare questo cd. E anche l'altro (le Poste italiane non sono come quelle svizzere, ahimé...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ecco la nuova copertina della serie di Adriano dedicata a Ibert e in fase di ristampa da parte di Naxos



0747313556823.jpg




disco consigliabilissimo, diretto ed eseguito molto bene. Nonostante la fama di Ibert, è un repertorio alternativo e per lo più ignoto, ma di valore, che bisogna conoscere.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, Madiel :-)


Un altro programma Ibert che ai tempi era stato dapprima accettato dalla Marco Polo era "Le Chevalier Errant" con "Les Amours de Jupiter" - l'identico programma di un eccellente CD della marca TIMPANI appena uscito!


L'altro CD Ibert con i balletti "Diane de Poitiers" e "La Licorne" che avevo registrato per la Marco Polo, non verrà purtroppo ristampato: sembra che i rimanenti titoli Marco Polo vengano messi a disposizione online unicamente. Lostesso destino subiranno purtroppo le due opere di Respighi ("Lucrezia" e "La bella domente") e la Sinfonia di Sylvio Lazzari.


Dopo alcune insistenze ho pouto comunque convincere Naxos di far ristampare il mio CD con le (bellissime) musiche di Erik Nordgren per i film di Igmar Bergman - questo all'occasione del centenario de grande regista. Il CD uscirà nella primavera del 2016. Come il CD con le musiche da film di Ibert, questo disco Nordgren ha avuto un altrettanto grande successo internazionale.


Spero che tutti qua dentro abbiate passato delle bellissime vacanze. Io sono appena tornato dalle registrazioni del mio 48esimo CD - l'ultimo dell' integrale delle opere per orchestra di Fritz Brun. Conterrà, tra l'altro, un bellissimo Concerto per violoncello...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, Madiel :-)

Un altro programma Ibert che ai tempi era stato dapprima accettato dalla Marco Polo era "Le Chevalier Errant" con "Les Amours de Jupiter" - l'identico programma di un eccellente CD della marca TIMPANI appena uscito!

L'altro CD Ibert con i balletti "Diane de Poitiers" e "La Licorne" che avevo registrato per la Marco Polo, non verrà purtroppo ristampato: sembra che i rimanenti titoli Marco Polo vengano messi a disposizione online unicamente. Lostesso destino subiranno purtroppo le due opere di Respighi ("Lucrezia" e "La bella domente") e la Sinfonia di Sylvio Lazzari.

Dopo alcune insistenze ho pouto comunque convincere Naxos di far ristampare il mio CD con le (bellissime) musiche di Erik Nordgren per i film di Igmar Bergman - questo all'occasione del centenario de grande regista. Il CD uscirà nella primavera del 2016. Come il CD con le musiche da film di Ibert, questo disco Nordgren ha avuto un altrettanto grande successo internazionale.

Spero che tutti qua dentro abbiate passato delle bellissime vacanze. Io sono appena tornato dalle registrazioni del mio 48esimo CD - l'ultimo dell' integrale delle opere per orchestra di Fritz Brun. Conterrà, tra l'altro, un bellissimo Concerto per violoncello...

che disastro, per fortuna diversi dischi ce li ho già in edizione originale. Della serie respighiana mi manca Lucrezia, ma appena posso me l'acquisto subito.

A proposito di Adriano autore, ecco qua due esempi pubblicati durante le vacanze appena concluse

[media]http://youtu.be/syJyZZrHxoo

[media]http://youtu.be/jaONLz1PZIs

:D;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh, quale onore :-)


Grazie e bravo per l'ottima scelta delle immagini!


Per darmi comunque una migliore riputazione occorrerebbe menzionare che si stratta unicamente di due suites di musiche da scena - realizzate con suoni sintetici.


Tra le mie ultime composizioni "più serie" figurano dei Concertino per Ondes Martenot e per Clavicembalo (entrambi con orchestra a corde) - che registrerò l'anno venturo. Ho pure in petto un pezzo per Glasharmonika e quartetto a corde - ma prima devo fare alcuni arrangiamenti... Una versione per nonetto a fiati del "Prélude et Bacchanal" dal "Samson et Dalila" di Saint-Saens è stata eseguita alcune settimane fa qui in isvizzera. Altri arrangiamenti di Debussy a Smetana per complesso a fiati o archi seguiranno l'anno venturo...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oh, quale onore :-)

Per darmi comunque una migliore riputazione occorrerebbe menzionare che si stratta unicamente di due suites di musiche da scena - realizzate con suoni sintetici.

Tra le mie ultime composizioni "più serie" figurano dei Concertino per Ondes Martenot e per Clavicembalo (entrambi con orchestra a corde) - che registrerò l'anno venturo. Ho pure un petto un pezzo per Glasharmonika e quartetto a corde - ma prima devo fare alcuni arrangiamenti... Una versione per nonetto a fiati del "Prélude et Bacchanal" dal "Samson et Dalila" di Saint-Saens è stata eseguita alcune settimane fa qui in isvizzera. Altri arrangiamenti di Debussy a Smetana per complesso a fiati o archi seguiranno l'anno venturo...

tranquillo, c'è scritto tutto (e di più) nella descrizione dei video! Su Wellesz siamo precisini ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro maestro, credo che la presenza di una persona della sua levatura onori tutto il nostro forum.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Wittelsbach: grazie! Per me è un grande onore di poter ricevere tali apprezzamenti :-)


@ Hanslick: di Brahms mi piace tutto - musica sinfonica - concerti - musica da camera - melodie - pezzi per coro... E una musica intergra di una personalità integra - che significa: carattere (conosco bene la sua vita) ed arte non essendo mondi totalmente diversi. Ci sono artisti (come Wagner, ad esempio), la cui vita privata e carattere sono un disastro in confronto ai loro prodotti artistici. E una cosa che comprendo difficilmente... Pur essendo di due provenienze opposte (italiana e tedesca - per questa ragione ammiro anche molto Busoni), anch'io mi sento di essere un artista "definito", "onesto" ed "integro" che lotta per la bellezza del mondo, per l'onestà - e che non ha mai paura di dire la verità. Naturalmente non voglio confrontarmi con questi grandi artisti dal punto di vista "prodotti", scrivo queste cose solo per giustificare la mia propria natura - sperando pure che tutto questo si sentirà anche nelle mie modeste interpretazioni.


Nelle musica di Brahms si sente questo grande equilibrio e grande rispetto per la musica, per la sua tradizione e per la sua origine lirica. Brahms, certamente, non ha avuto bisogno di lottare come Beehoven, che era più sanguinico (che pure ammiro moltissimo), ma è riuscito a creare un messaggio romantico universale nobilissimo - e pure controllato! Il suo "Deutsches Requiem" - un'opera religiosa molto più universale delle due religioni europee tradizionali, è per me una delle composizioni corali più belle e più sincere della musica europea. Ed il concerto per pianoforte di Busoni è per me un'opera quasi simile, nel suo messaggio artistico universale - e persino estorerico...


Per questa ragione ho pure deciso di studiare (e registrare) l'opera omnia per orchestra di Fritz Brun, un compositore di simile "nobiltà" e grandezza artistica e personale. Non avrai mai creduto - all'età oramai di 70+ anni - di poter realizzare questo progetto. Brun era pure un sanguinico, ma controllatissimo (come lo sono pure io, nel mio aspetto italiano).


Spero che questa spontanea "confessione" non faccia scrollare troppe teste :-)


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Wittelsbach: grazie! Per me è un grande onore di poter ricevere tali apprezzamenti :-)

@ Hanslick: di Brahms mi piace tutto - musica sinfonica - concerti - musica da camera - melodie - pezzi per coro... E una musica intergra di una personalità integra - che significa: carattere (conosco bene la sua vita) ed arte non essendo mondi totalmente diversi. Ci sono artisti (come Wagner, ad esempio), la cui vita privata e carattere sono un disastro in confronto ai loro prodotti artistici. E una cosa che comprendo difficilmente... Pur essendo di due provenienze opposte (italiana e tedesca - per questa ragione ammiro anche molto Busoni), anch'io mi sento di essere un artista "definito", "onesto" ed "integro" che lotta per la bellezza del mondo, per l'onestà - e che non ha mai paura di dire la verità. Naturalmente non voglio confrontarmi con questi grandi artisti dal punto di vista "prodotti", scrivo queste cose solo per giustificare la mia propria natura - sperando pure che tutto questo si sentirà anche nelle mie modeste interpretazioni.

Nelle musica di Brahms si sente questo grande equilibrio e grande rispetto per la musica, per la sua tradizione e per la sua origine lirica. Brahms, certamente, non ha avuto bisogno di lottare come Beehoven, che era più sanguinico (che pure ammiro moltissimo), ma è riuscito a creare un messaggio romantico universale nobilissimo - e pure controllato! Il suo "Deutsches Requiem" - un'opera religiosa molto più universale delle due religioni europee tradizionali, è per me una delle composizioni corali più belle e più sincere della musica europea. Ed il concerto per pianoforte di Busoni è per me un'opera quasi simile, nel suo messaggio artistico universale - e persino estorerico...

Per questa ragione ho pure deciso di studiare (e registrare) l'opera omnia per orchestra di Fritz Brun, un compositore di simile "nobiltà" e grandezza artistica e personale. Non avrai mai creduto - all'età oramai di 70+ anni - di poter realizzare questo progetto. Brun era pure un sanguinico, ma controllatissimo (come lo sono pure io, nel mio aspetto italiano).

Spero che questa spontanea "confessione" non faccia scrollare troppe teste :-)

no, anzi, sono sorpreso che ci sia la menzione del Concerto di Busoni e dell'esoterismo del pezzo. Credo sia da considerare un capolavoro, ma spesso ho notato che i commentatori del forum un po' rimangono perplessi sulle "tarantellate", e storcono il naso quasi considerandole di cattivo gusto.. dimenticando tutto il resto! Io, invece, non mi scandalizzo affatto e le considero parti integranti del pezzo, un po' come le allusioni paesane e bandistiche di Mahler. In senso stretto, sono piuttosto volgari e grossolane anche queste. Aggiungo, senza vergogna, che il Pezzo Tragico non ha niente a che invidiare al collega boemo in quanto a intensità espressiva e profondità concettuale. Solo considerandolo formalmente e per i segreti collegamenti armonici sul quale si fonda, il Concerto op. XXXIX è senz'altro rivoluzionario per quel tempo, però ha ancora una parvenza di opera "classica" romantica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari amici :-)


Accanto ai CD, ho pure realizzato una serie di videos dedicata al compositore Fritz Brun.


La serie audio di 10 CD l'ho terminata in agosto; in altre parole l'opera completa per orchestra di questo grande (e dimenticato) compositore svizzero sarà disponibile. Gli ultimi due CD usciranno nel febbraio 2016. Uno di questi conterrà un bellissimo concerto per violoncello: ecco il video che ho fatto:


>https://vimeo.com/141051073


E qui un articolo sul progetto Fritz Brun:


http://www.adrianomusic.com/resources/Fritz-Brun-Project.pdf


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cari amici

Il CD con la grandiosa Sinfonia No. 8 di Fritz Brun (il CD contiene anche delle liriche di Othmar Schoeck, strumentate da Brun) è appena uscito:

http://www.guildmusic.com/shop/wbc.php?sid=555070ddcf5&tpl=produktdetail.html&pid=17127&rid=261&recno=2

- e tra un mese uscirà (finalmente) un ripristino Naxos del mio "antico" CD Marco Polo delle colonne sonore di Erik Nordgren per i film di Ingmar Bergman. Nessuno commento sulla nuova copertina...

Saluti a tutti da Zuricgo :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il CD Nordgren colle musiche dai classici film die Ingmar Bergman è appena uscito :-)

E tra due settimane uscirà il CD con il bellissimo concerto per violoncello di Fritz Brun - l'ultimo dell'integrale (su 10 CD) di questo compositore!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, adriano conductor dice:

Il CD Nordgren colle musiche dai classici film die Ingmar Bergman è appena uscito :-)

E tra due settimane uscirà il CD con il bellissimo concerto per violoncello di Fritz Brun - l'ultimo dell'integrale (su 10 CD) di questo compositore!

Mi viene la curiosità di ascoltare qualcosa di questo Brun... Domani cercherò su youtube (anche se al volo mi sembra di vedere solo la prima sinfonia).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, superburp dice:

Mi viene la curiosità di ascoltare qualcosa di questo Brun... Domani cercherò su youtube (anche se al volo mi sembra di vedere solo la prima sinfonia).

Su Spotify c'è una ampia selezione dei dischi della Sterling incisi da Adriano. :)  

Da estimatore incondizionato di Bergman, acquisterò senz'altro il CD con le musiche dai film, non ebbi occasione di prendere una copia della Marco Polo, quindi saluto con contentezza la ristampa Naxos:

http://www.naxos.com/catalogue/item.asp?item_code=8.573370

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Miaksovsky

Di Brun non ci dovrebbe essere nulla su YouTube: questo compositore è ancora protetto. Abbiamo avuto dei casi di CD completi, che legalmente abbiamo potuto citare e far cancellare. Un estratto va bene, ma tutto un CD non va bene del tutto! Qui ci sono altri estratti:

http://www.guildmusic.com/shop/wbc.php?sid=4147624436e&tpl=produktdetail.html&pid=17127&rid=261&recno=2

Su Vimeo co sono dei video da consultare:

https://vimeo.com/142860891
https://vimeo.com/141051073
https://vimeo.com/143711085
Ciao e saluti (sono anch'io un grande ammirtatore di Miaskowsky!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×