Vai al contenuto
mirougil

Martha Argerich

Recommended Posts

Ecco un altro topic fondamentale che mancava all'appello :o

Prendo spunto da alcuni degli ultimi postS della sezione Concerti per lanciare la discussione: che ne pensate di Martha? In quali autori o pezzi trovate che abbia dato il massimo? Quali sono le sue incisioni memorabili? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

a me di Martha fa impazzire che forse è la pianista con il timbro più caratteristico del mondo. Così granitico, percussivo, impossibile non riconoscerlo :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pianista straordinaria.

Devo a lei il più bel Gaspard de la Nuit di Ravel. :to_pick_ones_nose2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'Argerich e' sicuramente un ottima pianista(da giovane anche bona) con un dominio tecnico della tastiera incredibile.

(l'ho ascoltata anche dal vivo un paio di anni fa,nell'esecuzione del concerto di Ravel)

ma la trovo un interprete abbastanza superficiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La miglior esecuzione del concerto in sol di ravel che abbia mai sentito.

oh, ma lo sai che io il suo non l'ho mai sentito? Lo dicono in tantissimi che sia straordinario!

ma la trovo un interprete abbastanza superficiale.

perché dici così? In che senso la trovi superficiale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ma la trovo un interprete abbastanza superficiale.

Io non la trovo superficiale e, se penso che, contrariamente a tanti 'grandi' si é dedicata anche alla musica da camera con ottimi esiti la reputo 'completa'. Prendiamo ad esempio i preludi di Chopin. Ad un attento ascolto si possono riscontrare anche imperfezioni tecniche, ma quanta musica nel n.4 o nel n. 15!! E, soprattutto, che bellezza di suono!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
(da giovane anche bona)

mi sembra una considerazione musicale ineccepibile :D :D

(cmq ti dò ragione ;) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mi sembra una considerazione musicale ineccepibile :D :D

(cmq ti dò ragione ;) )

Tanto bona non lo è mai stata. Non dò ragione a nessuno! Oh! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oh, ma lo sai che io il suo non l'ho mai sentito? Lo dicono in tantissimi che sia straordinario!

:0 e che aspetti!?

Forza forza procuratelo subito!

Mi associo a chi la reputa una bella donna. A me piace anche in età senile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
Tanto bona non lo è mai stata. Non dò ragione a nessuno! Oh! :D

a te piace la Gutman, dì la verità :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:0 e che aspetti!?

Forza forza procuratelo subito!

Mi associo a chi la reputa una bella donna. A me piace anche in età senile.

Sarà che m'intendo più di maschietti!!! Ehehe!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo video ha un paio di sue faccine spettacolari (davvero bella ;) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pianista straordinaria.

Devo a lei il più bel Gaspard de la Nuit di Ravel. :to_pick_ones_nose2:

assolutamente d'accordo. Anche i suoi Jeux d'eau sono spettacolari :wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
:0 e che aspetti!?

Forza forza procuratelo subito!

quello con Abbado vero? ti do ragione, è straordinario!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Martha Argerich, mia madre (bloody daughter) - Docu-film
Lascio la mia personale recensione. Credo sia un documento interessante per il discorso donna-pianoforte allo stesso modo per quello della figura dell'artista in generale. Così come la vedi dal vivo, così appare in tutti gli spezzoni dei filmati: sembra immersa nel suo mondo e, come dice lei stessa, è sempre proiettata in avanti. Se per strada lascia indietro mariti, figlie e quant'altro non gliene si riesce a fare una colpa. Interessante l'aneddoto di stalking a Horowitz non andato a buon fine. XD
La sua abitudine di circondarsi di giovani artisti non è, come si crede, una scelta dettata dalla vecchiaia, ma bensì pare abbia sempre vissuto insieme ad altri musicisti che diventavano ora compagni di chiacchierate, ora baby-sitter, ora partner di musica. Molto bella anche la definizione di Chopin, il suo amore irraggiungibile, abbiamo qualcosa in comune. ^^ Ha buona scelta in fatto di uomini, tutti musicisti ovviamente XD, ma alla fine del video quasi dispiace per il beethoveniano Kovacevich. :|
Certo, è difficile individuare la scelta registica, cosa la figlia voleva mostrarci della pianista Martha e cosa della donna/madre, non credo fosse chiaro nemmeno a lei. Devo dire che del secondo aspetto non ne trapela una buona immagine, ma mi auguro che non sia una condanna. Anche la scena del pianto per il mancato riconoscimento paterno, sono fatti talmente personali che... non saprei dove abbia trovato il coraggio di condividerli pubblicamente. Tuttavia non si capisce mai quando Martha sia seria e quando invece stia scherzando :ninja:, come la rivelazione che voleva diventare medico (?!).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, Flaux dice:

Martha Argerich, mia madre (bloody daughter) - Docu-film
Lascio la mia personale recensione. Credo sia un documento interessante per il discorso donna-pianoforte allo stesso modo per quello della figura dell'artista in generale. Così come la vedi dal vivo, così appare in tutti gli spezzoni dei filmati: sembra immersa nel suo mondo e, come dice lei stessa, è sempre proiettata in avanti. Se per strada lascia indietro mariti, figlie e quant'altro non gliene si riesce a fare una colpa. Interessante l'aneddoto di stalking a Horowitz non andato a buon fine. XD
La sua abitudine di circondarsi di giovani artisti non è, come si crede, una scelta dettata dalla vecchiaia, ma bensì pare abbia sempre vissuto insieme ad altri musicisti che diventavano ora compagni di chiacchierate, ora baby-sitter, ora partner di musica. Molto bella anche la definizione di Chopin, il suo amore irraggiungibile, abbiamo qualcosa in comune. ^^ Ha buona scelta in fatto di uomini, tutti musicisti ovviamente XD, ma alla fine del video quasi dispiace per il beethoveniano Kovacevich. :|
Certo, è difficile individuare la scelta registica, cosa la figlia voleva mostrarci della pianista Martha e cosa della donna/madre, non credo fosse chiaro nemmeno a lei. Devo dire che del secondo aspetto non ne trapela una buona immagine, ma mi auguro che non sia una condanna. Anche la scena del pianto per il mancato riconoscimento paterno, sono fatti talmente personali che... non saprei dove abbia trovato il coraggio di condividerli pubblicamente. Tuttavia non si capisce mai quando Martha sia seria e quando invece stia scherzando :ninja:, come la rivelazione che voleva diventare medico (?!).

da quel punto di vista niente di nuovo...nel senso che lei lo ha sempre ammesso di non essere stata capace di essere madre. in ogni caso alla luce del suo fuoco indomabile non mi sembra strano che abbia definito chopin 'il suo amore irraggiungibile'. una istintiva come lei che salta addosso agli uomini (d'altra parte si capisce anche senza i racconti vari) di fronte ad uno come chopin cos'altro può fare se non correre all'impazzata saltargli adosso e dimenarsi sul suo corpo inerme? è piuttosto celebre la sua furia per dimostrare all'universo intero che con la sua passione e carica erotica incontrollabile può s-finire tutte quelle ottave della polacca eroica prima di tutti. povero chopin, quante eieculazioni precoci con la martha. ma l'amore è qualcosa di più dal solito phatos che ci mettono le donne strabordanti come lei. che non fanno fatica a sfinire e sfinirsi con uno, per passare al compositore successivo con altrettanta foga. la ninfomania in musica è di solito conclamata a livello amatoriale (tutti gli amatori ne sono afflitti), ed è diffusissima fra i 'pigiatasti' (uno dei loro marchi di fabbrica). lei ha il merito di aver innalzato la ninfomania a patologia anche a livello professionale. è pur sempre una delle pianiste più belle (da giovane), e la più famosa in assoluto (piace da impazzire alle donne, specie se sessualmete inibite perché trovano in lei il loro ideale di musicista hard). mi correggo: in realtà piace a tutte le donne.

domani vado ad ascoltare chailly-ravel in piazza duomo. esegue il concerto in sol per pianoforte e orchestra. mi pare suoni proprio la marta. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, vul dice:

una istintiva come lei che salta addosso agli uomini (d'altra parte si capisce anche senza i racconti vari) di fronte ad uno come chopin cos'altro può fare se non correre all'impazzata saltargli adosso e dimenarsi sul suo corpo inerme? [...] la ninfomania in musica è di solito conclamata a livello amatoriale (tutti gli amatori ne sono afflitti), ed è diffusissima fra i 'pigiatasti' (uno dei loro marchi di fabbrica). lei ha il merito di aver innalzato la ninfomania a patologia a livello professionale.
[...] domani vado ad ascoltare chailly-ravel in piazza duomo. esegue il concerto in sol per pianoforte e orchestra. mi pare suoni proprio la marta. 

Per Chopin ho pensato la stessa cosa, bisogna rallentare e gustarselo... C'è uno spezzone con orchestra dove lei dice qualcosa "ma sì,  non riesco, la sinistra un tempo e tanto poi in concerto lo suono più veloce". A me le pianiste donne non fanno impazzire e Martha non fa eccezione.  Ammiro però la sua capacità di isolamento dal mondo, quindi rischio di ritrovarmi a 70 anni a fare gli stessi discorsi... :ninja::lol: 

Sì, domenica suona Ravel in piazza. Guarderò la diretta tv, ma più per l'Apprendista Stregone e L’oiseau... XD
Vogliamo la recensione in diretta o differita! (:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, Flaux dice:

Per Chopin ho pensato la stessa cosa, bisogna rallentare e gustarselo... C'è uno spezzone con orchestra dove lei dice qualcosa "ma sì,  non riesco, la sinistra un tempo e tanto poi in concerto lo suono più veloce". A me le pianiste donne non fanno impazzire e Martha non fa eccezione.  Ammiro però la sua capacità di isolamento dal mondo, quindi rischio di ritrovarmi a 70 anni a fare gli stessi discorsi... :ninja::lol: 

Sì, domenica suona Ravel in piazza. Guarderò la diretta tv, ma più per l'Apprendista Stregone e L’oiseau... XD
Vogliamo la recensione in diretta o differita! (:

per quello ami così tanti pianisti XD ce ne sono tanti affetti da quella 'malattia' ihih. però non la racconti giusta...perché se fosse così dovresti amare alla follia due divinità dell'alienazione... arturo benedetti michelangeli e alexis weissenberg. so che il primo non ti piace così tanto ;P in ogni caso più che il concerto in sol mi sa che sentirò i jeaux d'eau sul mio ombrello dato che pioverà sicuramente :S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On ‎11‎/‎06‎/‎2016 at 12:25, vul dice:

per quello ami così tanti pianisti XD ce ne sono tanti affetti da quella 'malattia' ihih.

Allora quand'è che mi passi la lista?! :blink_x: Visto che sei più aggiornato di me!

però non la racconti giusta...perché se fosse così dovresti amare alla follia due divinità dell'alienazione... arturo benedetti michelangeli e alexis weissenberg. so che il primo non ti piace così tanto ;P in ogni caso più che il concerto in sol mi sa che sentirò i jeaux d'eau sul mio ombrello dato che pioverà sicuramente :S

Una precisazione è d'obbligo: capacità di isolarsi non corrisponde sempre e comunque a "credersi una divinità in terra". Per fortuna! XD Ricordi il discorso sulla simpatia? Ecco. Ieri ti abbiamo visto tutti, eri l'unico con l'ombrello aperto... rain-umbrella-smiley-emoticon.gif
Aspetto che carichino la replica, ho solo letto che Martha aveva cerotti su più dita e non voleva concedere bis. :ph34r: Sui presentatori non commento, mi auguro solo che lui non fosse un pianista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, Flaux dice:

Una precisazione è d'obbligo: capacità di isolarsi non corrisponde sempre e comunque a "credersi una divinità in terra". Per fortuna! XD Ricordi il discorso sulla simpatia? Ecco. Ieri ti abbiamo visto tutti, eri l'unico con l'ombrello aperto... rain-umbrella-smiley-emoticon.gif
Aspetto che carichino la replica, ho solo letto che Martha aveva cerotti su più dita e non voleva concedere bis. :ph34r: Sui presentatori non commento, mi auguro solo che lui non fosse un pianista.

51 minuti fa, Flaux dice:

 

la lista non è bella da fare, rientriamo nell'extra musicale...sinceramente tutte le leggende metropolitane e vizi e stravizi dei pianisti mi hanno un po' stufato...sarebbe già tanto riuscire ad ascoltarli senza pregiudizi...se poi ci armiamo di biografie racconti più o meno romanzati etc...non se ne viene fuori. 

 

il concerto...

premesso che nessuno di noi aveva ombrello ;P quindi quello che hai visto non ero io ;P so che scherzavi. comunque, premesso il meteo perfetto di ieri sera ho solo capito che i concerti in piazza non servono a nulla se non a limonare con qualcuno (se vai con qualcuno per avere modo di fare una cosa scontata tipo provarci in modo pseudointelletualromantico - cosa che non rientra nel mio modus operandi).

insomma l'audio da dove ero io era perfetto, peccato che si capisca benissimo che gli orchestrali sono completamente confusi dai vari riverberi fra palco piazza diffusori etc quindi non so proprio come facciano a suonare. inoltre c'è stato un deciso calo generale nelle performance e concentrazione già dal dopo dukas. ovviamente piace al pubblico ascoltare musiche riconoscibili ma sinceramente l'uccello di fuoco di stravinsky è davvero troppo impegnativo per il pubblico medio e per l'orchestra (in quelle condizioni ambientali intendo). quindi non posso assolutamente dire nulla sul concerto, sul bilanciamento delle parti, etc se non banali considerazioni sul volume di suono e nei momenti di minor sovrapposizione strumentale sulla qualità del suono dell'orchestra (davvero fantastica). spesso infatti per i noti problemi di riverbero alcuni gruppi sembravano entrare in ritardo o sovrastati da altri etc. insomma si ascolta per modo di dire. nonostante il silenzio quasi religioso nel pubblico (eravamo tanti e tutti educati). nei momenti dove si poteva sentire con maggior isolamento i vari gruppi strumentali veniva la pelle d'oca, nessun supporto audio può restituire la qualità della musica live. questa è una banalità, si sa, ma io che non sono abituato all'ascolto live di musica orchestrale (se non pianistica) me ne rendo conto ogni volta con stupore. che dire poi...fra stravinsky e ravel è una 'dura' lotta, complessità di scrittura delle parti, è veramente impressionante l'ingegno e la raffinatezza di scrittura e le complessità armoniche specie in stravinsky. l'ingresso della argerich è stato trionfale. purtroppo il pianoforte era mal amplificato, suonava digitale quanto una tastiera roland ed era giù di volume perciò spariva in molte sezioni dove in sottovoce accompagna l'orchestra senza alzare la voce. la pasionaria non si è smentita, sempre lirica e iperespressiva, con tanti guizzi che costringeva l'orchestra ad inseguirla. molti attacchi si sono persi forse a causa dei ritardi nei suoni nella piazza non credo per problemi di sincrono con l'orchestra dato che sono tutti musicisti supernavigati e di top livello non c'è bisogno di dirlo. ma tant'è che l'effetto è stato un po' quello...di imprecisione (in alcuni casi, non sempre per foruna). il bolero finale, mi son perso un po' il crescendo ma la linea chailly è quella che piace a me per scelta di tempo d'esecuzione. anche qui si può dire poco sull'amalgama strumentale ma nonostante le condizioni si sentivano bene tutte le parti orchestrali, ravel può non piacere perché è un compositore sfarzoso all'inverosimile ma d'altra parte se si ha il prodigio dell'orecchio non si poteva tappare le orecchie mentre affidava ai vari strumenti le 'giuste' parti e combinava assieme in modo unico le sezioni. chi compone oggi, sfogliando una sua partitura dovrebbe ritirarsi e cambiare mestiere o darsi al serialismo più sfrenato per far passare in secondo piano i mix orchestrali che lui ha letteralmente inventato. credo sia il più copiato e meno citato fra i compositori del '900. nel bolero compare in poche battute finali il tam-tam. all'improvviso si è sentito in mezzo al fragore del tutti orchestrale un boato come i cori dello stadio. era il tam-tam. non c'è registrazione audio che renda abbastanza bene l'effetto indeterminato di quello strumento le vibrazioni che emette. comunque sì è stato bello interrompere fra primo e secondo movimento il concerto in sol della martha. c'erano tantissimi fan che la chiamavano prima che salisse per suonare e alla fine del suo ravel. è rientrata 3 volte ma non ha concesso bis. credo causa cerotti alle dita. i maligni dicono causa basso cachet. in effetti avrebbe potuto suonare anche solo per elisa. è stato bello. e chailly è un mito. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×