Vai al contenuto
vibo

Giornate Organistiche, organologiche e tours

Recommended Posts

Ecco una bella iniziativa organizzata dall'AIOC con tanti bei concerti/messe d'organo, con o senza coro e altri strumenti!

Si trovano eventi un po' in tutta Italia: chi può ne approfitti!

GIOIA 2008

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ecco una bella iniziativa organizzata dall'AIOC con tanti bei concerti/messe d'organo, con o senza coro e altri strumenti!

Si trovano eventi un po' in tutta Italia: chi può ne approfitti!

GIOIA 2008

E' arrivato anche a me, via mail, l'elenco sopra citato; è una bella iniziativa, ma personalmente penso

che susciti interesse solo nelle Chiese più importanti.

Se organizzo un concerto nel mio paese per tale ricorrenza, non verrebbe nessuno.

La concomitanza con le feste Pasquali, quest'anno, offre però molte più prospettive.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, fatti salvi duomi e chiesoni vari, dove peraltro si fa di necessità virtù (settimana di Pasqua, messe solenni già programmate che si sarebbero fatte lo stesso con o senza l'adesione all'iniziativa "GIOIA", che per loro è di fatto un "orpello" in più...) mi ha colpito l'iniziativa della chiesa di San Matteo a Roma, o meglio a MORENA, area ultraperiferica di Roma!

Dove effettivamente c'è un organo meccanico Pinchi, progettato dal m.o Vallini, e una certa vita culturale con tanto di musica sacra e coro polifonico! E questo dimostra QUANTO CONTA un organo a canne -che fa la vera differenza- come polo d'aggregazione culturale di una comunità!

Insomma, se in tutta la periferia romana si sviluppassero iniziative simili, si vivrebbe in tutta la città MOLTO MEGLIO

Per la cronaca, quella chiesa stessa è legata a iniziative singolarissime! Il terreno su cui è costruita fu acquistato coi soldi donati da Pio XII in persona, il campanile è costituito da un traliccio in ferro che era nato come antenna per la prima Radio Parrocchiale (fortunatamente da tempo non più attiva...) voluta quando il parroco era Pietro Pintus, discussa figura di religioso di origine monegasca che anni dopo tentò in vari modi di far beatificare la principessa Grace Kelly... (e che certo non pensava all'organo quando era parroco qui).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti,

quale webmaster del sito www.organoacanne.altervista.org ed amico del Mo Vianelli, organista titolare del Duomo di Milano avevo già saputo notizie non ufficiali sul concerto di Raul Prieto, questo giovane prodigio spagnolo che un giorno non molto lontano ha deciso di imparare a suonare l'organo (cavoli!), che avrebbe fatto in duomo a Milano...

la fabbrica mi ha inviato tutti i dettagli dell'evento che si terrà domani sera alle 21.00...

io ci sarò e chi vuole potrà farmi compagnia durante il concerto / conoscersi...VI ASPETTO

allego una mia foto "segnaletica" recente scattata durante il pellegrinaggio nazionale UNITALSI a Lourdes di cui sono stato titolare all'organo di San Pio X a Lourdes...

image026.jpg

di seguito il programma

GIOVEDì 23 OTTOBRE

ORE 21.00

DUOMO

INGRESSO LIBERO

Raùl Prieto Ramirez

Il terzo concerto vede di scena un prestigioso ospite internazionale al suo debutto in Italia che, nonostante la giovane età, si presenta con tecnica solida da autentico virtuoso dell'organo e con grande estro interpretativo regalando un programma di ampio respiro, coronato da proprie funamboliche trascrizioni di pagine del repertorio pianistico lisztiano.

PROGRAMMA

Sigfrid Kart-Elert (1877-1933)

Marcia trionfale: ‘Nun danket alle Gott’

Marcel Dupré (1886-1971)

Vespri della Vergine Op.18

VI – Ave Maris Stella I

IX – Ave Maris Stella IV

VII – Ave Maris Stella II

XII – Magnificat VI (Gloria)

Max Reger (1873-1916)

Benedictus Op.59\9

Charles Marie Widor (1844-1937)

Sinfonia VI in sol minore Op.42 n.2

I- Allegro

Maurice Duruflé (1902-1986)

Preludio e fuga sul nome di ALAIN Op.7

Franz Liszt (1811-1886)

Dai Tre studi da concerto S.144

II, in fa minore, ‘la leggierezza’

Dai Dodici studi di esecuzione trascendentale S.139

VIII, in do minore, ‘Wilde Jagd’

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao a tutti,

quale webmaster del sito www.organoacanne.altervista.org ed amico del Mo Vianelli, organista titolare del Duomo di Milano avevo già saputo notizie non ufficiali sul concerto di Raul Prieto, questo giovane prodigio spagnolo che un giorno non molto lontano ha deciso di imparare a suonare l'organo (cavoli!), che avrebbe fatto in duomo a Milano...

la fabbrica mi ha inviato tutti i dettagli dell'evento che si terrà domani sera alle 21.00...

io ci sarò e chi vuole potrà farmi compagnia durante il concerto / conoscersi...VI ASPETTO

allego una mia foto "segnaletica" recente scattata durante il pellegrinaggio nazionale UNITALSI a Lourdes di cui sono stato titolare all'organo di San Pio X a Lourdes...

image026.jpg

di seguito il programma

GIOVEDì 23 OTTOBRE

ORE 21.00

DUOMO

INGRESSO LIBERO

Raùl Prieto Ramirez

Il terzo concerto vede di scena un prestigioso ospite internazionale al suo debutto in Italia che, nonostante la giovane età, si presenta con tecnica solida da autentico virtuoso dell'organo e con grande estro interpretativo regalando un programma di ampio respiro, coronato da proprie funamboliche trascrizioni di pagine del repertorio pianistico lisztiano.

PROGRAMMA

Sigfrid Kart-Elert (1877-1933)

Marcia trionfale: ‘Nun danket alle Gott’

Marcel Dupré (1886-1971)

Vespri della Vergine Op.18

VI – Ave Maris Stella I

IX – Ave Maris Stella IV

VII – Ave Maris Stella II

XII – Magnificat VI (Gloria)

Max Reger (1873-1916)

Benedictus Op.59\9

Charles Marie Widor (1844-1937)

Sinfonia VI in sol minore Op.42 n.2

I- Allegro

Maurice Duruflé (1902-1986)

Preludio e fuga sul nome di ALAIN Op.7

Franz Liszt (1811-1886)

Dai Tre studi da concerto S.144

II, in fa minore, ‘la leggierezza’

Dai Dodici studi di esecuzione trascendentale S.139

VIII, in do minore, ‘Wilde Jagd’

Grazie della segnalazione, anche se il programma del concerto l'avevo già inserito tempo fa qui:

http://www.musica-classica.it/forum/index....9647&st=135

Purtroppo impegni di lavoro mi tengono occupato domani sera; volentieri avrei ascoltato il bravissimo organista spagnolo e altrettanto volentieri mi sarebbe piaciuto incontrare altri utenti del forum!

Sarà per la prossima volta; porta i miei saluti al mio ex Maestro ed amico Vianelli e raccontaci poi come è stato il recital!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Seminario di studio "L'organo a canne. Un cammino secolare a servizio della Liturgia"

giovedì 20 novembre 2008 (intera giornata) - Aula Magna dell'Istituto Casa La Salle in Via Aurelia, 476 - ROMA

- L'organo nella storia: excursus storico fino ai nostri giorni.

- L'organo a servizio della liturgia: compiti, funzioni e formazione dell'organista di chiesa oggi in Italia.

- L'organo liturgico: fra recupero e innovazione.

- Linee guida nel restauro degli organi a canne.

- Organi storici e manutenzione: i risultati del progetto Europero SENSORGAN.

- Il riscaldamento dell'organista: caratteristiche e fattori di rischio. Un esempio.

- Da una professionalità riconosciuta ad una ministerialità acquisita.

Eventuali partecipazioni devono pervenire entro il 15 novembre 2008. La scheda di iscrizione è a disposizione degli Uffici Liturgici Diocesani cui bisogna rivolgersi per l'accreditamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Troppo lontano... mai che facciano qualcosa in Sardegna...

non che in trentino si sprechino, sai????

uffaaaaaaaaa!

se ci fosse un po più di cultura musicale e DI SANA FEDE, le cose non starebbero di certo così!!!!!!!

ma, essendo che a piangere il morto, niente cambia, dobbiamo impegnarci tutti per rendere meno ostico questo campo!!!

:crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02::crying_anim02:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In mancanza di organ-tour, ho fatto di necessità virtù e quindi ho compiuto un breve tour in luoghi a portata di mano.

Così insieme ad un amico, appassionato d'arte ed organaro napoletano e che colgo l'occasione per ringraziare pubblicamente, ho fatto un organ-tour in un quartiere di Napoli, vale a dire il Vomero.

Non era poi così freddo e si poteva passeggiare con calma (l'isola pedonale è stata ampliata), prendersi il caffè, comprare un giocattolino per la bambina ecc.

Ecco un breve resoconto.

1: innanzitutto Santa Maria della Rotonda, grossa chiesa in cemento armato a pianta ovale, un tempo dotata di un piccolo organo costruito da Giovanni Zenoni sulla porta e ora con un interessante Mascioni (op. 1147, anno 1998) interamente meccanico dietro l'altare con insolita mostra "a tourrelles" di vago stile tedesco.

2: Santissima Immacolata, anch'essa in cemento armato ma a pianta rettangolare e curiosa abside poligonale con deambulatorio, con bell'organo Mascioni (op. 1072, anno 1985) meccanico con inserimento elettrico dei registri, collocato sulla porta principale con grosse canne di 16' reali e sonanti in rame.

3: San Francesco al Vomero, organo costruito da Giovanni Tamburini e successivamente ampliato da Giuseppe Ruffatti, collocato in due corpi sulla porta principale di una chiesa neoromanica di fattura architettonica particolarmente bella (ad eccezioni della sistemazione "moderna" del presbiterio, attuata negli anni '80). Organo ancora funzionante fino a pochi anni fa poi l'attuale parroco ha preferito acquistare un elettrofono Ahlborn e non pensarci più...

4: Sacro Cuore dei PP. Salesiani, magnifico e splendidamente sonoro (per quanto piccolo) organo costruito da Carlo Vegezzi-Bossi (1910), restaurato da Carlo Soracco nel 1992 e dopo alterne vicende attualmente in condizioni discrete.

5: San Gennaro al Vomero, grandiosa chiesa neobarocca del 1892 completata con magnifiche opere d'arte provenienti da conventi del Centro Storico soppressi o demoliti dopo il 1880. Purtroppo l'organo costruito da Giuseppe Rotelli su progetto di Franco Michele Napolitano e da questi inaugurato nel 1931 non esiste più. A causa di vicende che non sono riuscito a conoscere, è andato perduto perché le sue canne sono state affidate a mani non oneste che le hanno disperse. C'è un organo costruito da Continiello dieci anni fa e collocato in una gradevole cassa neoclassica su una cantoria lignea davvero notevole, con intagli raffinatissimi, posta sopra l'ingresso. I suoi fondi hanno anche una intonazione notevole (l'ho suonato tre anni fa), ma siccome il parroco aveva voluto la consolle nel transetto, i suoi "organisti" (veri orgatangheri rari a trovarsi...) si sono sempre rifiutati di suonarlo (per via del ritardo che a loro dà fastidio) e quindi ha acquistato un Ahlborn, posto a fianco della consolle.

In conclusione, non ho suonato nemmeno uno di essi (ma tanto li avevo già suonati tutti, tranne il primo), per motivi vari, alcuni francamente incredibili, ma tant'è (organo per organo):

1. un coro, accompagnato da batteria, bonghi, tastiere e violini (sic!) elettronici stava provando la propria musica per il concerto serale. Musica per me assolutamente inascoltabile e di cattivo gusto da presentare in chiesa, ma ho fatto finta di non sentire.

2. Rosario e Messa!!!

3. organo fuori uso (se volevo, potevo suonare l'Ahlborn, ma nemmeno per sogno!)

4. come per numero 2.

5. un coro di bambini, straordinariamente ben diretto e ben intonato, stava provando pastorali. Una commozione! Bellissimo! Solo che lo stava accompagnando un orgatanghero con l'Ahlborn. Peraltro la consolle dell'organo a canne risultava priva della panca! Panca che, a quanto pare, era stata utilizzata (era proprio della giusta altezza) nella terza cappella destra come sostegno della Sacra Capanna nel vasto (e bellissimo) PRESEPE NAPOLETANO che era stato lì approntato.

:D

P.S. la prossima volta, prendendo l'ultramoderna metropolitana, conto di andare a Piscìnola per vedere l'organo settecentesco (con varie canne preesistenti) restaurate dall'amico che mi stava accompagnando e le cui caratteristiche sono ben descritte nella SUA PAGINA WEB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel tardo pomeriggio di Pasqua ho provato a fare un breve tour nella periferia ovest di Roma, insieme a mio padre.

Dovevamo ascoltare la Messa vespertina ma, non conoscendo gli orari specifici di Pasqua, abbiamo fatto un giro a vuoto prima di trovare una chiesa con la Messa in via di inizio. L'occasione è stata buona per constatare come -dopo la "moda" dei fonti battesimali in marmo e dopo la "moda" delle porte in bronzo- i preti Laziali si siano tutti convertiti alla "moda" delle vetrate policrome a soggetto astratto... moda costosa quanto discutibile come tutte le mode, ma tant'è!

Ecco un breve resoconto.

1: innanzitutto San Timoteo a Casal Palocco, chiesa edificata tra il 1968 e il 1970 su progetto di Giulio Vagnetti; imponente struttura di cemento armato a forma di "PAGODA", fino a pochi anni fa era apprezzabile per il suo interno spoglio in cui le parti costruttive creavano da sole un senso di severità e di raccoglimento, ma negli ultimi due anni è stata "arricchita" con le "vetrate" nuove e con icone di vago stile Russo... l'effetto è particolarmente kitsch -almeno ai miei occhi abituati a ben altro- ma denuncia bene i soldi spesi. L'organo elettronico è rimasto quello di molti anni fa, per esso non è stato speso nemmeno un centesimo.

2: Santa Melania a Piazza Eschilo, tipica chiesa degli architetti Aloysi e Vichi, specializzati in edilizia religiosa conventuale e scolastica (perciò le loro chiese sembrano grosse palestre per scuole...), realizzata attorno al 1975. Altre chiese di questi due architetti sono state dotate di imponenti organi meccanici (San Gerardo Majella, Santa Giulia Billiart) ma questa invece è rimasta all'organo elettronico di 8 anni fa, uguale a quello di San Timoteo. Anche qui vetrate astratte e, dietro l'altare, un grande mosaico della "DomusDei" eseguito due anni fa e che denuncia bene i soldi spesi per esso. Molto caratteristica una Via Crucis in terracotta eseguita con una serie di piccole figure allineate su una mensola.

2: San Carlo da Sezze alla Madonnetta, integralmente realizzata in cemento armato e blocchetti di calcestruzzo alternati a fasce di travertino (perciò i colori dominanti sono il bianco e il grigio), su progetto [mi pare] del Prof. Ingazio Breccia-Fratadocchi; anche qui imponenti vetrate astratte (quella fondale è integrata nella struttura di cemento armato con un bell'effetto policromo), e un organo elettronico di stesso tipo e stessa età delle altre due chiese...

3: San Leonardo da Porto Maurizio dei PP. Francescani: finalmente una chiesa con la Messa in via di inizio (nelle precedenti occorreva aspettare un'ora o un'ora e mezza...). Anche qui ci sono vetrate (quella del rosone è del 1965, le altre, astratte ma con figure riconoscibili di Santi e di soggetti religiosi, del 2005) e un bel mosaico del 1970, firmato dal noto artista Padre Ugolino da Belluno. La chiesa esiste dal 1936 (reca lo stemma di Pio XI) ed è stata progettata, in forme molto semplici, dall'architetto religioso P.Francesco Fornari.

Questa chiesa è l'unica dei dintorni a possedere un organo a canne, a trasmissione meccanica con 21 registri, costruito nel 1985 da Ponziano Bevilacqua su progetto del compianto Domenico Cipriani, per iniziativa dello scomparso P.Guido Anagni :hi:

Molti anni fa non avendo di meglio da fare sono stato organista qui, gratis et amore Dei, ma me ne andai presto perché ai parroci venuti dopo Padre Guido non fregava letteralmente nulla dell'organo e se fosse dipeso da loro l'organo poteva pure marcire. E poco c'era mancato!

Nel 2007, cambiato ancora una volta il Parroco, l'organo è stato risistemato con un'ingente spesa proprio dallo stesso Organaro che l'aveva costruito 22 anni prima, che ha aggiunto il "sequencer" (a cosa possa servire non lo so...) e ha reintonato i fondi, che ora sono finalmente robusti e rotondi come dovevano...

Per la Messa l'organo è stato suonato, con una certa abilità, da Padre Carlo D'Andrea con cui poi ho scambiato qualche rapida opinione. Mi ha chiesto se volessi tornare a suonare, ma gli ho risposto che la sua gentile richiesta era giunta davvero con un enorme ritardo (diciamo 15 anni o poco meno...)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sabato 1 Maggio visita organistica ("Organ Day(*)") a Cervo, in Luguria presso la Chiesa di S. Giovanni Battista.

(*) Nota di Antiphonal su "Organ Day"

Dunque... è ovvio che la terminologia "Organ Day" non è stata né brevettata né coperta da diritti d'autore, tuttavia l'Organ Day per antonomasia è quello cui fa riferimento Giuseppedistaso QUI per l'edizione 2010. Si tratta di un'iniziativa già consolidata, a carattere nazionale, priva di scopi di lucro e del tutto volontaria che ha avuto abbondante diffusione e successo, nonché l'interesse della stampa e dei periodici locali. Si svolge in una giornata, questo è vero, ma interessa varie chiese e vari enti ecclesiastici (chiese, seminari, cattedrali ecc.). Se vogliamo, è anche faticoso perché comporta la peregrinazione (preordinata meticolosamente ed organizzata capillarmente) in un solo giorno di vari luoghi. Lo scorso anno, per esempio, l'Organ Day si è svolto proprio in Liguria con la visita ad alcuni strumenti particolarmente significativi.

Insomma l'Organ Day, come tale, è un'iniziativa già ampiamente conosciuta e riconosciuta nell'ambiente organistico. Non mi sembra il caso, dunque, di utilizzare la medesima terminologia -specie se si svolge nello stesso giorno- per la visita di una sola chiesa. Si possono usare tantissimi sinonimi perché utilizzare le stesse parole (per giunta straniere)?

:scratch_one-s_head:

Quanto sopra l'ho riportato per doverosa considerazione - SENZA NULLA TOGLIERE, BENINTESO, ALLA VISITA CITATA DA Andrea_Camandona - anche se si trattava di precisazioni superflue dato che nell'ambiente organistico la cosa è già ben chiara a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stessa giornata, stesso termine... io partecipo di sicuro a questa visita in liguria! come faccio a non mancare...!

Comunque a parte gli scherzi mi sento di replicare che, come detto giustamente da Antiphonal, non ho il brevetto sulla parola ORGAN DAY, ma usando lo stesso termine, pertanto lo stesso giorno, ha giá indotto molti invitati al VERO Organ Day, (vero in quanto giá alla terza edizione, con sempre piú consensi e riconoscimenti dal mondo organistico mondiale, d'interesse nazionale e organizzato sempre dalla medesima persona cioé il sottoscritto) che si svolgerá il 1 maggio 2010 a Padova ed Abano Terme, a scrivermi allarmati chiedendomi se il luogo fosse cambiato...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sento in dovere di specificare che, se qualcuno ha chiesto a Giuseppedistaso se era cambiato il luogo dell'Organ Day, evidentemente non conosce bene né Giuseppe né l'iniziativa dell'Organ Day dato che, a quanto ne so, la visita alla Ditta Ruffatti era da tempo un fatto ben noto!

:D

Perciò, come già detto, non è il caso di introdurre motivi di polemica che, a mio avviso, non sono per nulla necessari!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ASSOCIAZIONE ARSARMONICA

www.arsarmonica.it

27 novembre 2010 Museo Internazionale della Musica, Strada Maggiore n.34 - Bologna

“... nel tempio di Dio sì bene fabbricato...” Organi, architettura e ornamento a Venezia: secoli XV–XVII: Conferenza MASSIMO BISSON

L’Associazione Arsamonica, in collaborazione con il Museo Internazionale della Musica, organizza la conferenza “... nel tempio di Dio sì bene fabbricato...” Organi, architettura e ornamento a Venezia: secoli XV–XVII che avverrà il 27 novembre p.v. alle h.16 presso il Museo Internazionale della Musica di Bologna – Strada Maggiore n.34 – Bologna – relatore MASSIMO BISSON.

L’evento è inserito nel’ambito della 25^ edizione della Rassegna organistica Itinerari Organistici nella provincia di Bologna.

Associazione Arsarmonica

Via Dante Alighieri, 39 – 40041 Gaggio Montano (BO)

Tel.0534/37793 – 329/817.91.92

www.arsarmonica.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domani domenica 18 maggio alle h 17:00 io ed alcuni Forumisti ci riuniremo davanti alla facciata della Basilica di Santa Maria degli Angeli per poi entrare nella chiesa, sederci nei posti "privilegiati" ed assistere ad un concerto privato del M.o Francesco Saverio Colamarino che con la sua notissima gentilezza ha acconsentito alla visita. Chi vuole assistere anche alla successiva Messa, accompagnata dal solo organo, può restare e apprezzare le sfavillanti improvvisazioni del Maestro.

Non siamo molti, per cui chi vuole può farsi avanti. Io cerco di arrivare primo, spero per le 16.50, poiché la mia faccia è anche la più nota e dunque dovrei essere riconoscibile per tutti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La serata è andata benissimo.

Per altre eventuali serate (o mattinate, ci si può mettere d'accordo) organistiche in Roma, basta rispondere a questo Topic e/o inviarmi un acconcio MP! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Annuncio che domenica prossima, 25 maggio 2014, alle h 9,30 verrà celebrata una Messa in Memoria del compositore GIOVANNI TEBALDINI nel 150° anniversario della nascita.

La Messa sarà celebrata nella basilica della SS. Immacolata a Via Taranto (angolo via Monza) a ROMA.

Il sottoscritto eseguirà brani per organo di Tebaldini e a Lui dedicati da altri Musicisti.

La messa sarà celebrata dal Segretario di Mons. Oder (postulatore della Canonizzazione del Santo Papa Giovanni Paolo II).

Ricordo ancora che, sempre nello stesso giorno, alle ore 11.00 verrà celebrata una Messa solenne per il 25° anno di sacerdozio di Mons. Oder cui parteciperanno i sacerdoti del quartiere e le suore del convento. La Messa verrà animata da canti del coro polifonico della chiesa, con Suor Maria dell'Assunzione all'organo.

P.S. l'organo è un gran bel Tamburini del 1932 molto ricco di timbri e ben tenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domani domenica 18 maggio alle h 17:00 io ed alcuni Forumisti ci riuniremo davanti alla facciata della Basilica di Santa Maria degli Angeli per poi entrare nella chiesa, sederci nei posti "privilegiati" ed assistere ad un concerto privato del M.o Francesco Saverio Colamarino che con la sua notissima gentilezza ha acconsentito alla visita. Chi vuole assistere anche alla successiva Messa, accompagnata dal solo organo, può restare e apprezzare le sfavillanti improvvisazioni del Maestro.

Non siamo molti, per cui chi vuole può farsi avanti. Io cerco di arrivare primo, spero per le 16.50, poiché la mia faccia è anche la più nota e dunque dovrei essere riconoscibile per tutti...

Ringrazio pubblicamente qui Antiphonal che, come sempre, gentilmente non ha lesinato le sue conoscenze per farci fare un gradito giro in Santa Maria e apprezzare l'organo Formentelli.

La compagnia è stata cordiale e alla mano, siamo stati benissimo.... compreso la pasticceria siciliana del dopo organo!

Ringrazio anche il M. Colamarino, persona squisita, cordiale e ovviamente un musicista eccezionale! Me lo sono proprio goduto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×