Vai al contenuto
Spring

Krystian Zimerman

Recommended Posts

Il Teatro Massimo di Palermo in collaborazione con l'Associazione Siciliana Amici della Musica organizza il recital del pianista Krystian Zimerman!

Teatro Massimo, 31 marzo 2008, ore 20:30

Programma

Johann Sebastian Bach

Partita n. 2 in do minore BWV 826

Ludwig van Beethoven

Sonata in do minore op. 111

Johannes Brahms

4 Klavierstücke op. 119

Fryderyck Chopin

Sonata in si minore op. 58

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il Teatro Massimo di Palermo in collaborazione con l'Associazione Siciliana Amici della Musica organizza il recital del pianista Krystian Zimerman!

Teatro Massimo, 31 marzo 2008, ore 20:30

Programma

Johann Sebastian Bach

Partita n. 2 in do minore BWV 826

Ludwig van Beethoven

Sonata in do minore op. 111

Johannes Brahms

4 Klavierstücke op. 119

Fryderyck Chopin

Sonata in si minore op. 58

2 secoli di musica...interessante :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
2 secoli di musica...interessante :)

già, ma ancora più interessante è il grandissimo Zimerman, uno dei miei pianisti preferiti :wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aiuto...zimerman suona pure a catanzaro, il 5 aprile.

solo che in programma ci sta Chopin, Franz Liszt, Franz Schubert, Johannes Brahms, Edvard Grieg, Béla Bartok, Maurice Ravel, Claude Debussy.quindi è molto improbabile che suoni la 3 sonata se deve fare anche tutti gli altri autori vero?

cavolaccio io la sonata di chopin la porto al diploma,ascoltarla da lui dal vivo sarebbe stato....e che lo dico a fare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Suonerà al teatro Orfeo di Taranto mercoledì 9 Aprile ò_ò il programma non lo conosco però, anche se dovrebbe suonare con l'orchestra (questo concerto è inserito nella stagione dell'orchestra ICO della magna grecia ò_ò)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ovviamente ci andrei a prescindere dal programma :to_pick_ones_nose2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io ovviamente ci andrei a prescindere dal programma :to_pick_ones_nose2:

Io ho già fatto il biglietto. :thumbsup_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho già fatto il biglietto. :thumbsup_anim:

hai fatto benissimo, non è mai troppo presto... io quando sono andata al concerto di Allevi (un maggio di qualche anno fa) il biglietto l'avevo preso già a gennaio :to_pick_ones_nose2:

sono eventi imperdibili :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hai fatto benissimo, non è mai troppo presto... io quando sono andata al concerto di Allevi (un maggio di qualche anno fa) il biglietto l'avevo preso già a gennaio :to_pick_ones_nose2:

sono eventi imperdibili :ph34r:

Non paragoniamo Zimerman ad Allevi. :ph34r_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
Non paragoniamo Zimerman ad Allevi. :ph34r_anim:

infatti :mellow:

cioè, ma scherziamo? :ph34r: spero che il biglietto fosse gratis perché se no :cat_sick:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
infatti :mellow:

cioè, ma scherziamo? :ph34r: spero che il biglietto fosse gratis perché se no :cat_sick:

Credo, invece che quello di Allevi :fear_x: le sia costato più di quanto mi è costato quello di Zimerman.

De gustibus. :sick_x:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest pianista accompagnatrice

A proposito di Zimmermamm, ho letto che il 5 aprile suona a Catanzaro, qualcuno mi sa dire dove il luogo in cui si esibisce e dove poter prendere i biglietti.Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

OFF TOPIC - MODE/On

hai fatto benissimo, non è mai troppo presto... io quando sono andata al concerto di Allevi (un maggio di qualche anno fa) il biglietto l'avevo preso già a gennaio :to_pick_ones_nose2:

sono eventi imperdibili :ph34r:

Non paragoniamo Zimerman ad Allevi. :ph34r_anim:

infatti :mellow:

cioè, ma scherziamo? :ph34r: spero che il biglietto fosse gratis perché se no :cat_sick:

Credo, invece che quello di Allevi :fear_x: le sia costato più di quanto mi è costato quello di Zimerman.

De gustibus. :sick_x:

lobo X lobo = lobo2

:ph34r:

OFF TOPIC - MODE/Off

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi è di Palermo, ed è andato ad assistere al recital di Zimerman questa sera, può dirmi il programma?

Mi sono accorto che l'ha cambiato all'ultimo momento. :scratch_one-s_head:

Come primo brano mi sembra che ha eseguito una sonata di Mozart, ma non so quale di preciso.

Come secondo brano la prevista sonata N. 32 di Beethoven. :wub_anim:

Poi c'è stato un intervallo di 15' ca., a seguire due pezzi di Chopin, forse due mazurche, infine la terza sonata, sempre di Chopin. :wub_anim:

Poi c'è stato un bis, mi sembra Bach, ma non so cosa di preciso.

Forse era lo stesso brano che è stato sostituito con la sonata di Mozart? :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando ieri sera sono arrivata al Teatro Massimo ho notato che nella locandina c'era un cambiamento di programma, Krystian Zimerman avrebbe eseguito le Variazioni su un tema polacco op. 10 di Karol Szymanowski al posto della sonata in si minore di Chopin. Poco prima dell'inizio del concerto una voce fuori campo ha annunciato il programma definitivo:

Mozart Sonata in do maggiore K330

Beethoven Sonata in do minore op. 111

***

Chopin due Mazurke op. 24

Chopin Sonata in si minore op. 58

Concerto spettacolare culminato in una magnifica esecuzione della Partita n. 2 in do minore di Bach eseguita come bis.

Sento di aver ricevuto un regalo, sono grata a questo musicista generoso per quello che ieri sera ha donato a tutti i presenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho già fatto il biglietto. :thumbsup_anim:

IO CI SONOA L MASSIMO,,,ABBIAMO CENATO INSIEME CON IL IN SINDACO DI PALERMO IL DIRETTORE DEL COSNERVATORIO DEL AMSSIMO ECC ECC HO PURE LE FOTO,,,E STATO BELL,,,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Krystian Zimerman - Milano,Sala Verdi, 20 Giugno 2014



Programma:


Beethoven Sonate 109,110,111.....niente bis naturalmente.



Dopo lunghe peripezie e varie punture di insetto finalmente Zimerman si esibisce a Milano in questo travagliato 2014.


Si presenta con aria paciosa quasi caricaturale, in Frack,chioma bianca rigida e barba bianca semi-lunga. Il tutto condito dalla sua statura mediobassa. Applausi scroscianti all'entrata. Partitura presente sul gran coda steinway, niente volta pagine, le volterà da sé. Si siede e attacca quasi subito, senza indugi, la 109 e già dal "Vivace, ma non troppo" si capisce che ha intenzione di regalarci un Beethoven dalle armonie cangianti e a tratti arditamente e ardentemente sovrapposte. Zimerman inizia cantando mentre suona, qualcuno dal pubblico accenna uno "shh".


Il Suono nella 109 e nella 110 è incredibile, i fortissimo nel secondo movimento della 109 scuotono l'intera sala, la fuga della 110 è ipnotica fino a che le Ottave della sinistra irrompono fortissime con furia riportando il tema della Fuga e di conseguenza l'ascoltatore sulla terra. Zimerman non si abbandona in languenti indugi o edulcorati rallentanndo ma anzi stacca tempi da folli in tutte e tre le Sonate, corre come una furia ti incolla alla poltrona in un'agitazione controllata. Nella 111 questa sua velocità lo tradisce parzialmente, perde quasi una battuta nel secondo movimento e pasticcia un'altra volta, ma continua dritto come un treno fino alla fine; nell' arietta il ritmo puntato e sincopato quasi non si percepisce a causa della velocità elevatissima, i pianissimi degli acuti nel proseguo dell'arietta sono sublimi, rapidi, sgranati e filano anch'essi dritti senza indugi verso la meta. L'espressività però non manca mai, Zimerman riesce a sprigionare un'energia impressionante, un magnetismo che ti scuote e ti lascia col fiato sospeso fino agli accordi finali in Do maggiore dove non si conclude solamente una Sonata ma un'esperienza musicale estrema.


Momenti sublimi nel recital si sono avuti anche nel recitativo del terzo mov dell'opera 110 e la intrinsecamente straordinaria sesta variazione del terzo mov della 109. Bellissimi i trilli, che rischio quando ha voltato l'ultima pagina con la mano sinistra nella 111 durante il trillo della destra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On ‎21‎/‎06‎/‎2014‎ ‎13‎:‎19‎:‎05, Desaparecidos dice:

Si presenta con aria paciosa quasi caricaturale, in Frack, chioma bianca rigida e barba bianca semi-lunga. Il tutto condito dalla sua statura mediobassa. Applausi scroscianti all'entrata. Partitura presente sul gran coda steinway, niente volta pagine, le volterà da sé.

 

Avrei potuto scriverle io quelle esatte parole perché ieri sera il copione si è ripetuto. Grandi applausi ad accoglierlo dopo precise istruzioni a non filmarlo, non fare fotografie, spegnere del tutto i propri smartphone. Ricordatevi queste sagge raccomandazioni. Questa volta però in programma la D 959 e la D 960 di Schubert.

La scelta di evitare il "gufo" voltapagine a fianco non la condivido troppo. E' pur vero che si sarà studiato lo spartito in maniera impeccabile affinché il cambio avvenga in completa scioltezza, ma io l'ho trovato un elemento di rottura. Ben inteso, non sono contraria a chi non manda a memoria il brano (ahah io ho una pessima memoria ^///^), ma proprio il self-made pianist è una scelta particolare. Zimerman si è rivelato come una farfalla che svolazza di tasto in tasto. Il suono bellissimo, soprattutto il registro medio-acuto è di una limpidezza e brillantezza commovente, per questo motivo ho rimpianto amaramente che non si sia cimentato con Mozart e Chopin perché li sì che avrei rischiato di asciugarmi qualche lacrimuccia. Quell'esatto suono con i valzer o i notturni dev'essere paradisiaco. :wub: Molto teatrale in certi gesti e simpaticissimo. Tra un tempo e l'altro ha dato spesso l'opportunità al pubblico di tossire, ahah un vero concerto nel concerto, con tanto di Zimerman che si toccava il collo come per dire "sì, fate pure" ahah XD

Durante la D 960 il panico... squilla un cellulare... :ninja: si è alzato come un "oh" generale in sala... qualcuno nelle retrovie ha bisbigliato "adesso smette di suonare" eppure davanti a questi cafoni Zimerman ha mantenuto una classe ammirevole e ha ignorato l'episodio. Ora apro una piccola parentesi per dire che certa gente, se tanto si annoia, farebbe bene a starsene a casa... c'erano un padre e una figlia che smanettavano con il cellulare come se fossero al lunapark... -_- ma perché? Davvero, perché?! Il mio vicino di poltroncina non ha resistito e li ha ripresi, con tanto di occhiataccia della bambina come se nel torto fosse il signore che esigeva il silenzio.

Nonostante i pronostici, ha concesso ben 3 bis... mentre partiva il toto compositore.. a quanto pare si è trattato dei preludi di Szymanowski (Edit: La conferma dei bis:  tre Preludi dai Nove Preludi op. 1 di Szymanowski ). Io stavo per paragonarli a Debussy... e ora qualcuno si arrabbierà... XD tuttavia, brevi ma perfetti per la sua ricerca del suono. Ovviamente aveva gli spartiti pronti, quindi quando si è portato via tutto nel camerino eravamo certi che quella fosse stata l'ultima perla che ci regalava per quella serata, mentre il pubblico continuava ad applaudire e a gridare "bravo". Grazie Zimmy per la bella esperienza, speriamo di rivederci con Chopin o Mozart perché sono sicura che meritano un ascolto dal vivo.

Lascio un articolo su di lui: Carico il piano sul furgone e arrivo
dove dice altresì di non avere un letto, ma non è sposato?! :blink: 
Oltre che con il pianoforte intendo, quello lo abbiamo capito che è stato un matrimonio fortunato! XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Flaux dice:

Avrei potuto scriverle io quelle esatte parole perché ieri sera il copione si è ripetuto. Grandi applausi ad accoglierlo dopo precise istruzioni a non filmarlo, non fare fotografie, spegnere del tutto i propri smartphone. Ricordatevi queste sagge raccomandazioni. Questa volta però in programma la D 959 e la D 960 di Schubert.

La scelta di evitare il "gufo" voltapagine a fianco non la condivido troppo. E' pur vero che si sarà studiato lo spartito in maniera impeccabile affinché il cambio avvenga in completa scioltezza, ma io l'ho trovato un elemento di rottura. Ben inteso, non sono contraria a chi non manda a memoria il brano (ahah io ho una pessima memoria ^///^), ma proprio il self-made pianist è una scelta particolare. Zimerman si è rivelato come una farfalla che svolazza di tasto in tasto. Il suono bellissimo, soprattutto il registro medio-acuto è di una limpidezza e brillantezza commovente, per questo motivo ho rimpianto amaramente che non si sia cimentato con Mozart e Chopin perché li sì che avrei rischiato di asciugarmi qualche lacrimuccia. Quell'esatto suono con i valzer o i notturni dev'essere paradisiaco. :wub: Molto teatrale in certi gesti e simpaticissimo. Tra un tempo e l'altro ha dato spesso l'opportunità al pubblico di tossire, ahah un vero concerto nel concerto, con tanto di Zimerman che si toccava il collo come per dire "sì, fate pure" ahah XD

Durante la D 960 il panico... squilla un cellulare... :ninja: si è alzato come un "oh" generale in sala... qualcuno nelle retrovie ha bisbigliato "adesso smette di suonare" eppure davanti a questi cafoni Zimerman ha mantenuto una classe ammirevole e ha ignorato l'episodio. Ora apro una piccola parentesi per dire che certa gente, se tanto si annoia, farebbe bene a starsene a casa... c'erano un padre e una figlia che smanettavano con il cellulare come se fossero al lunapark... -_- ma perché? Davvero, perché?! Il mio vicino di poltroncina non ha resistito e li ha ripresi, con tanto di occhiataccia della bambina come se nel torto fosse il signore che esigeva il silenzio.

Nonostante i pronostici, ha concesso ben 3 bis... mentre partiva il toto compositore.. a quanto pare si è trattato dei preludi di Szymanowski (esatto?). Io stavo per paragonarli a Debussy... e ora qualcuno si arrabbierà... XD tuttavia, brevi ma perfetti per la sua ricerca del suono. Ovviamente aveva gli spartiti pronti, quindi quando si è portato via tutto nel camerino eravamo certi che quella fosse stata l'ultima perla che ci regalava per quella serata, mentre il pubblico continuava ad applaudire e a gridare "bravo". Grazie Zimmy per la bella esperienza, speriamo di rivederci con Chopin o Mozart perché sono sicura che meritano un ascolto dal vivo.

Lascio un articolo su di lui: Carico il piano sul furgone e arrivo
dove dice altresì di non avere un letto, ma non è sposato?! :blink: 
Oltre che con il pianoforte intendo, quello lo abbiamo capito che è stato un matrimonio fortunato! XD

complimenti per lo spirito di sacrificio...2 sonate di schubert in un'unica sessione sono una gran prova di concentrazione (dico per te oltre che per zimerman). ha fatto bene a leggere lo spartito, c'è sempre il rischio di addormentarsi mentre lo si esegue, o perdersi nei meandri dei tempi.

ieri pomeriggio mentre un ragazzo mi spiegava in sintesi la sua tesi di dottorato per la seconda laurea, dopo un paio di minuti ho iniziato a sentirmi nauseato, come quando si sta per vomitare dopo un grande sforzo fisico fatto a stomaco pieno. non sono abituato a stimoli così violenti, l'ultima volta mi era successo parlando con una ragazza che con estrema disinvoltura mi parlava di cose molto divertenti ma erano infarcite di citazioni di libri scrittori pensatori etc che conoscevo anche io (non così bene ovviamente) e quindi ad ogni suo pensiero nome o frase si aprivano molteplici altri pensieri  per cui non la stavo più ascoltando dal mio punto di vista, ma da decine di punti di vista. le persone intellettualmente troppo intense mi devastano. zimerman è così, prima di toccare la tastiera si ascolta decine di volte tutte le registrazioni esistenti dello stesso pezzo. e molto spesso, tutte queste suggestioni si riconoscono nei suoi passaggi pianistici. il che è nauseante ed eccessivo. una specie di pico della mirandola, con troppo senso estetico, anche gestualmente parlando.

ieri non ero a milano ma non sarei andato al concerto, visto il programma. leggendo comunque in giro recensioni, non mi sono perso molto. zimerman è un po' così, o è ispirato o non lo è. e a quanto pare ieri non lo era. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, vul dice:

complimenti per lo spirito di sacrificio...2 sonate di schubert in un'unica sessione sono una gran prova di concentrazione (dico per te oltre che per zimerman). ha fatto bene a leggere lo spartito, c'è sempre il rischio di addormentarsi mentre lo si esegue, o perdersi nei meandri dei tempi. [...] ieri non ero a milano ma non sarei andato al concerto, visto il programma. leggendo comunque in giro recensioni, non mi sono perso molto. zimerman è un po' così, o è ispirato o non lo è. e a quanto pare ieri non lo era. 

Ho capito a quale recensione ti riferisci, forse l'unica disponibile al momento, e in minima parte la condivido. La scelta del programma in effetti non è stata delle più felici, l'ho ribadito più volte, i contrasti non accentuati pure perché il registro basso era molto "offuscato", sacrificato. C'è stata altresì quell'incomprensione nel finale della D960... ma a quel punto sarà stata una vera liberazione vista l'impresa. Aspetto di leggere altre recensioni nel web, sono curiosa.

Per quella che è stata la mia esperienza, l'ho trovato molto meno intellettuale e più simpatico di quanto si pensi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Flaux dice:

Ho capito a quale recensione ti riferisci, forse l'unica disponibile al momento, e in minima parte la condivido. La scelta del programma in effetti non è stata delle più felici, l'ho ribadito più volte, i contrasti non accentuati pure perché il registro basso era molto "offuscato", sacrificato. C'è stata altresì quell'incomprensione nel finale della D960... ma a quel punto sarà stata una vera liberazione vista l'impresa. Aspetto di leggere altre recensioni nel web, sono curiosa.

Per quella che è stata la mia esperienza, l'ho trovato molto meno intellettuale e più simpatico di quanto si pensi.

sì pare non essere sempre così scontroso. avevo letto che poco tempo fa suonando alle prove un pianoforte vecchio dietro le quinte, decise di farlo accordare e suonare con quello invece di usare quello che si porta sempre a spasso.

comunque non avendolo ascoltato in conservatorio, mi sono fidato non tanto della recensione di cui stiamo parlando, ma di un commento (a supporto della recensione) che ha postato un grande pianista che in fatto di musica ha gusti affini ai miei.

mi sarebbe piaciuto ascoltare zimerman dal vivo su un altro repertorio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
46 minuti fa, vul dice:

sì pare non essere sempre così scontroso. avevo letto che poco tempo fa suonando alle prove un pianoforte vecchio dietro le quinte, decise di farlo accordare e suonare con quello invece di usare quello che si porta sempre a spasso.

L'articolo l'avevo segnalato qui. Il piano dell'altra sera presumo fosse il suo.

comunque non avendolo ascoltato in conservatorio, mi sono fidato non tanto della recensione di cui stiamo parlando, ma di un commento (a supporto della recensione) che ha postato un grande pianista che in fatto di musica ha gusti affini ai miei. mi sarebbe piaciuto ascoltare zimerman dal vivo su un altro repertorio.

Ero molto curiosa di sapere la percentuale di pianisti, dilettanti e/o professionisti, presente in sala quella sera... sarebbe stato un dato divertente da discutere, io credo fosse piuttosto alta. Non disperare, tra due anni probabilmente tornerà ospite alla SdQ, questa volta sicuramente non con Schubert... XD
Una fotina ufficiale in cui sorride:

R-ZIMERMAN-20160409-087.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Flaux dice:

Ero molto curiosa di sapere la percentuale di pianisti, dilettanti e/o professionisti, presente in sala quella sera... sarebbe stato un dato divertente da discutere, io credo fosse piuttosto alta. Non disperare, tra due anni probabilmente tornerà ospite alla SdQ, questa volta sicuramente non con Schubert... XD
Una fotina ufficiale in cui sorride:

R-ZIMERMAN-20160409-087.jpg

ti sei fatta fare l'autografo? una mia amica ce l'ha, fatto con tanto di pennarellone verde, ma dice che c'era coda interminabile per autografi e che lui era disponibilissimo ed era molto meno intellettuale e più simpatico di quanto sembri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, vul dice:

ti sei fatta fare l'autografo?

Così mi sarei azzardata a fare un complimento in polacco, lui non avrebbe capito niente a causa della mia pronuncia e del mio tono di voce impercettibile, mi sarei imbarazzata tantissimo e sarei scappata via smiley-sad025.gifmentre lo sguardo dei presenti si posava su di me...  niente autografo, non ho osato, non ho nemmeno aspettato. XD

Oltretutto quei pennarelloni (di solito forniti per firmare CD) rendono gli autografi illeggibili: vedi quello di Blechacz blu, rimpiango ancora di non avergli detto di cambiare penna... -_-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io una volta mi oermisi di chiedergli una foto insieme, naturalmente rifiutò garbatamente consigliandomi di farmi una foto insieme a qualche bella ragazza lì in coda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×