Vai al contenuto
paassacaglia

Hauptwerk & Co.

Recommended Posts

Ieri ho aggiunto un nuovo brano nella Concert Hall:

Trumpet Tune in D di David N.Johnson

Mi permetto di rimarcare ancora l'ottima scelta dei registri, ma -al solo scopo di aggiungere un consiglio- desidero dire solo due cose.

1) Per questo Trumpet Tune e soprattutto per il Tuba Tune ci vorrebbe una Tuba un po' più "rotonda", diciamo assolutamente inglese... Non ho trovato altri esempi nel Concert Hall per cui non ti so dire. Ci vorrebbe una Tuba alla Henry Willis, insomma.

2) Per il Bolero da Concerto di Léfébure-Wély i registri sono ottimi, ma i ribattuti (di cui il pezzo è pieno) si avvertono appena. Forse ci voleva un principalone 16' al manuale un po' più possente. Però fa il suo effetto.

Comunque, solo per fare il pignolo (anche se, ripeto, per me il pezzo come lo hai suonato tu va benissimo, ma appunto è solo pignoleria), il ritmo di danza del Bolero è un ritmo alquanto più lento. Per capire, bisognerebbe calibrarsi sul ritmo del Bolero di Ravel eseguito da qualche orchestra diretta da un direttore spagnolo... :scratch_one-s_head:

Infatti, per ottenere l'idea di "obsession [=noia, ossessione, stillicidio, follia ecc.] de la pièce" che scaturisce dall'ascolto di un bolero, bisogna farlo più lento (quello di Ravel è fin troppo ossessivo, ma anche questo qui non scherza...).

Infine, posso chiederti un pezzo? Potresti mettere nel Concert Hall il "Fandango" di Padre Antonio Soler? Secondo me lo suoneresti alla grande, anche sull'organo (virtuale) che in genere adoperi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi permetto di rimarcare ancora l'ottima scelta dei registri, ma -al solo scopo di aggiungere un consiglio- desidero dire solo due cose.

1) Per questo Trumpet Tune e soprattutto per il Tuba Tune ci vorrebbe una Tuba un po' più "rotonda", diciamo assolutamente inglese... Non ho trovato altri esempi nel Concert Hall per cui non ti so dire. Ci vorrebbe una Tuba alla Henry Willis, insomma.

2) Per il Bolero da Concerto di Léfébure-Wély i registri sono ottimi, ma i ribattuti (di cui il pezzo è pieno) si avvertono appena. Forse ci voleva un principalone 16' al manuale un po' più possente. Però fa il suo effetto.

Comunque, solo per fare il pignolo (anche se, ripeto, per me il pezzo come lo hai suonato tu va benissimo, ma appunto è solo pignoleria), il ritmo di danza del Bolero è un ritmo alquanto più lento. Per capire, bisognerebbe calibrarsi sul ritmo del Bolero di Ravel eseguito da qualche orchestra diretta da un direttore spagnolo... :scratch_one-s_head:

Infatti, per ottenere l'idea di "obsession [=noia, ossessione, stillicidio, follia ecc.] de la pièce" che scaturisce dall'ascolto di un bolero, bisogna farlo più lento (quello di Ravel è fin troppo ossessivo, ma anche questo qui non scherza...).

Infine, posso chiederti un pezzo? Potresti mettere nel Concert Hall il "Fandango" di Padre Antonio Soler? Secondo me lo suoneresti alla grande, anche sull'organo (virtuale) che in genere adoperi!

Caro Antiphonal, hai visto bene su tutti i punti!

In primis permettermi di dire che sono felice di ricevere indicazioni, consigli, e quant'altro serva per migliorare (specialmente se a darle è gente esperta); vedi, io sono sempre stato convinto di una cosa, il male peggiore per un musicista è l'indifferenza delle persone.

Mi spiego, se si riceve un elogio meglio, se si riceve un consiglio, bene, si mette in pratica; se si riceve una critica si fa di tutto per cercare di rimediare e migliorare.

Tutte queste cose sono a mio avviso positive, al contrario di non ricevere nessun tipo di attenzione, sia nel bene che nel male!

Passiamo ai punti:

1. Ho usato la Trompeta Real 8' che, nell'organo originale, è "en chamade" ; è l'unico registro che nella trasposizione virtuale ha mantenuto tale carattere.

L'organo della Cattedrale di Litomysl ha 4 tastiere e la quarta è la "Bombarde"; i suoi registri sono tutti "en chamade" e sono, oltre la suddetta Trompeta, una tromba da 4', una da 16' e una da 32'!!!!

Per questo risulta un pò "secca", ma a me piace molto lo spiccato transitorio d'attacco che si può valorizzare eseguento tutto un pò staccato, alla francese.

Certo avrei potuto addolcirla con il principale 8' ma mi era troppo difficoltoso con il resto della registrazione.

Le tube di Willis sono fantastiche, pensa che Il mio sogno sarebbe avere quella dell'organo della Royal Albert Hall di Londra!!!!

2. E' vero, il Bolero è troppo veloce; lo stesso autore scrive come indicazione "Allegro ma non troppo".

Non sò perchè, ma mi è venuto così, di solito lo eseguo più lento.

Eseguirlo veloce è poi stato abbastanza incasinato, causa il notevole riverbero dei suoni che uso; purtroppo non avevo a disposizione nessun principale 16' ma solo bordoni talmente "pigri" in attacco che non si sarebbero neanche sentiti!

Alla fine ho deciso di tenerlo così, ma non è detto che in futuro non lo riveda, magari quando avrò un set di suoni migliore.

Sarei contento di suonare il brano da Te segnalato ma non lo conosco!!!!

Se vuoi (e puoi), fammi avere la partitura via mail.

Infine, ho aggiunto un altro brano: Melodia, del grandissimo Filippo Capocci, quasi sconosciuto a molti organisti italiani...............guarda se ti piace!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Le tube di Willis sono fantastiche, pensa che Il mio sogno sarebbe avere quella dell'organo della Royal Albert Hall di Londra!!!!
Infatti io ho una storica incisione del Tuba Tune di Lang proprio su quell'organo...

Sarei contento di suonare il brano da Te segnalato ma non lo conosco!!!!

Se vuoi (e puoi), fammi avere la partitura via mail.

E' un pezzo fantastico, una specie di "tema e variazioni" a ritmo di fandango, una cosa da brivido! Ok te lo mando in *pdf alla tue email.

Infine, ho aggiunto un altro brano: Melodia, del grandissimo Filippo Capocci, quasi sconosciuto a molti organisti italiani...............guarda se ti piace!!!!
Ora vado a sentire (mi pare che sia il pezzo di cui la Suora mi ha dato stamattina lo spartito!).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Infine, ho aggiunto un altro brano: Melodia, del grandissimo Filippo Capocci, quasi sconosciuto a molti organisti italiani...............guarda se ti piace!!!!

10+: musica insigne (e su questo non c'erano dubbi) e interpretazione finissima (e anche qui non c'erano dubbi!!! :-D)

Hai in programma altre aggiunte con brani di compositori italiani?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10+: musica insigne (e su questo non c'erano dubbi) e interpretazione finissima (e anche qui non c'erano dubbi!!! :-D)

Hai in programma altre aggiunte con brani di compositori italiani?

Mi associo alle annotazioni di Franck-Fan!!! :D

P.S. non era il pezzo di Capocci che mi ha dato la Suora... accidenti, questa Suora ha proprio musica rarissima! :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi associo alle annotazioni di Franck-Fan!!! :D

P.S. non era il pezzo di Capocci che mi ha dato la Suora... accidenti, questa Suora ha proprio musica rarissima! :scratch_one-s_head:

Consolati, da noi quel tipo di suora non esiste neanche!!! :laughingsmiley::laughingsmiley::laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho inserito nella Concert Hall due improvvisazioni in stile "Suite Francese" di P.Cochereau.

Fanno parte di nove brani, improvvisati in concerto a Notre Dame de Paris nel 1977 dal grande organista,

ricostruiti a posteriori.

Una ulteriore prova, anche se non ce ne sarebbe bisogno, del genio improvvisativo del grande Pierre!

http://www.contrebombarde.com/concerthall/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe esserci un guadagno notevole a favore del redattore di questo manuale; per non parlare del tradurre il programma stesso, distribuendolo poi sul mercato italiano... io ci farei un pensierino Scorpion :english_en:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Potrebbe esserci un guadagno notevole a favore del redattore di questo manuale; per non parlare del tradurre il programma stesso, distribuendolo poi sul mercato italiano... io ci farei un pensierino Scorpion :english_en:

Ci si potrebbe pensare, ma sono tutte cose che richiedono del tempo per la realizzazione e io, in questo momento, non ne ho molto libero!!!

Per quanto riguarda i guadagni notevoli, ho smesso di crederci già parecchio tempo fa........... :cray:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Allora vediamo un pò due conti: 387 +520+ 1700 2600 circa + 1000 per pc e due monitor 3600 + programma Hauptwerk e qualche organo 1000 fanno 4600 + trasporto 5500.

Direi un affare

Ci penso

Ho contattato tramite e-mail il signor Brett Milan che, da quanto ho capito, è uno dei principali distributori di Hauptwerk negli USA, nonché coautore della consolle che ha attirato l’attenzione di Passacaglia, ed anche la mia. Gli ho chiesto quanto avrei dovuto spendere per una consolle a tre manuali. Mi ha risposto che lui vende solo consolle e organi, mentre tastiere, pedaliera e staffe devo acquistarle presso Classic Organ Works in Canada. Per quanto riguarda i pistoni alla pedaliera (toe studs) è un bel casino. Li vende e li monta lui, ma devo avvisare i canadesi che ne prevedo il montaggio. Questi preparano il pezzo di pedaliera con l’alloggiamento per i pistoni e lo spediscono a Brett Milan che li monta. A lavoro ultimato lui rispedisce il pezzo in Canada che qui viene assemblato definitivamente e spedito in Italia.

Riguardo al prezzo di una consolle a tre manuali con due schermi tattili, pedaliera 32 note AGO, dieci pistoni e tre staffe, ne è venuto fuori questo prospetto:

MATERIALE PRODOTTO DA MILAN DIGITAL AUDIO

Consolle a due ali per tre manuali $ 3,199 (€ 2.014)

Due alloggiamenti per schermi tattili $ 975 (€ 614)

Due cornici di legno anteriori copri monitor $ 700 (€ 441)

Due monitor tattili 17 pollici per Mac OS X $ 1,530 (€ 964)

Rifinitura per tastiere CMK-2 $ 550 (€ 347)

Dieci pistoni installati $ 800 (€ 504)

Status Display installato $ 400 (€ 252)

Panca regolabile $ 1,800 (€ 1.134)

Hauptwerk 3 – Edizione Avanzata $ 650 (€ 414)

Totale parziale $ 10,604 (€ 6.684)

MATERIALE PRODOTTO DA CLASSIC ORGAN WORKS

Tre tastiere MIDI modello CMK-2 $ 2,525 CDN (€ 1.567)

Pedaliera MIDI AGO $ 1,725 CDN (€ 1.071)

Tre staffe MIDI modello SSM-2 $ 650 CDN (€ 404)

Totale parziale $ 4,900 CDN (€ 3.042)

Spese doganali e di spedizione (approssimate) $ 2,000 (€ 1.260)

TOTALE $ 17,504 (€ 10.986)

Prezzi convertiti in euro il 3 luglio 2008 su questo sito

Se vogliamo anche aggiungerci qualche organo e magari un potente Mac Pro con tanto di scheda audio professionale, la spesa totale si aggira intorno ai 18.500 euro senza contare gli altoparlanti.

Detto questo, avrei una domanda per Scorpion:

Sto valutando la versione demo di Hauptwerk che sta funzionando direi egregiamente sul mio PC. Vorrei sapere come devo procedere per aumentare o diminuire il riverbero. Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho contattato tramite e-mail il signor Brett Milan che, da quanto ho capito, è uno dei principali distributori di Hauptwerk negli USA, nonché coautore della consolle che ha attirato l’attenzione di Passacaglia, ed anche la mia. Gli ho chiesto quanto avrei dovuto spendere per una consolle a tre manuali. Mi ha risposto che lui vende solo consolle e organi, mentre tastiere, pedaliera e staffe devo acquistarle presso Classic Organ Works in Canada. Per quanto riguarda i pistoni alla pedaliera (toe studs) è un bel casino. Li vende e li monta lui, ma devo avvisare i canadesi che ne prevedo il montaggio. Questi preparano il pezzo di pedaliera con l’alloggiamento per i pistoni e lo spediscono a Brett Milan che li monta. A lavoro ultimato lui rispedisce il pezzo in Canada che qui viene assemblato definitivamente e spedito in Italia.

Riguardo al prezzo di una consolle a tre manuali con due schermi tattili, pedaliera 32 note AGO, dieci pistoni e tre staffe, ne è venuto fuori questo prospetto:

MATERIALE PRODOTTO DA MILAN DIGITAL AUDIO

Consolle a due ali per tre manuali $ 3,199 (€ 2.014)

Due alloggiamenti per schermi tattili $ 975 (€ 614)

Due cornici di legno anteriori copri monitor $ 700 (€ 441)

Due monitor tattili 17 pollici per Mac OS X $ 1,530 (€ 964)

Rifinitura per tastiere CMK-2 $ 550 (€ 347)

Dieci pistoni installati $ 800 (€ 504)

Status Display installato $ 400 (€ 252)

Panca regolabile $ 1,800 (€ 1.134)

Hauptwerk 3 – Edizione Avanzata $ 650 (€ 414)

Totale parziale $ 10,604 (€ 6.684)

MATERIALE PRODOTTO DA CLASSIC ORGAN WORKS

Tre tastiere MIDI modello CMK-2 $ 2,525 CDN (€ 1.567)

Pedaliera MIDI AGO $ 1,725 CDN (€ 1.071)

Tre staffe MIDI modello SSM-2 $ 650 CDN (€ 404)

Totale parziale $ 4,900 CDN (€ 3.042)

Spese doganali e di spedizione (approssimate) $ 2,000 (€ 1.260)

TOTALE $ 17,504 (€ 10.986)

Prezzi convertiti in euro il 3 luglio 2008 su questo sito

Se vogliamo anche aggiungerci qualche organo e magari un potente Mac Pro con tanto di scheda audio professionale, la spesa totale si aggira intorno ai 18.500 euro senza contare gli altoparlanti.

Detto questo, avrei una domanda per Scorpion:

Sto valutando la versione demo di Hauptwerk che sta funzionando direi egregiamente sul mio PC. Vorrei sapere come devo procedere per aumentare o diminuire il riverbero. Grazie!

Le cose importanti sono il programma Hauptwerk, gli organi da suonari (di qualità), il computer per fare girare il tutto

e uno strumento MIDI, anche vecchio, ma che funzioni bene.

Se poi uno decide di optare per una consolle che costa svariati euro, bè, sono decisioni personali.

Io dico solo che, due monitor touch screen possono essere belli ma sono inutili se si ha a disposizione un vecchio organo dotato di interfaccia MIDI e plachette dei registri;

l'amplificazione esterna è necessaria solo se si usa il sistema in ambienti più o meno grandi, altrimenti, come nel mio caso, le sole due casse del PC abbinate ad un subwoofer, rendono molto bene ugualmente.

Di conseguenza, la spesa si riduce di molto.

Per quanto riguarda il riverbero, se ho ben capito, tu usi la versione di prova, quella con il segnale acustico di distrurbo.

Non mi dici però, cosa molto importante, quale set di suoni usi; tieni presente che se usi un set dry, esso è già senza riverbero, se usi un set wet, è già abbinato ad un suo riverbero nativo che si può modificare solo leggermente.

Hauptwerk non ha (fino alle versioni ora in commercio) la possibilità di gestire un suo riverbero interno; questo, dicono, verrà implementato nelle release future.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per quanto riguarda il riverbero, se ho ben capito, tu usi la versione di prova, quella con il segnale acustico di distrurbo.

Non mi dici però, cosa molto importante, quale set di suoni usi; tieni presente che se usi un set dry, esso è già senza riverbero, se usi un set wet, è già abbinato ad un suo riverbero nativo che si può modificare solo leggermente.

Hauptwerk non ha (fino alle versioni ora in commercio) la possibilità di gestire un suo riverbero interno; questo, dicono, verrà implementato nelle release future.

Uso la versione demo sulla quale non è consentito installare organi. Chi usa questa versione è limitato al St. Anne Moseley che è l'unico organo caricabile di default. Non so dirti però se i suoni siano dry o wet, anche se un certo riverbero, tipo stanza media, è piuttosto evidente.

Questa del riverbero non la sapevo. Sapevo invece che per la versione 4 stanno aspettando che Apple installi un particolare componente nella prossima versione di Leopard. Questo componente è essenziale per il funzionamento della versione 4 di Hauptwerk che sarà a 64 bit.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Uso la versione demo sulla quale non è consentito installare organi. Chi usa questa versione è limitato al St. Anne Moseley che è l'unico organo caricabile di default. Non so dirti però se i suoni siano dry o wet, anche se un certo riverbero, tipo stanza media, è piuttosto evidente.

Questa del riverbero non la sapevo. Sapevo invece che per la versione 4 stanno aspettando che Apple installi un particolare componente nella prossima versione di Leopard. Questo componente è essenziale per il funzionamento della versione 4 di Hauptwerk che sarà a 64 bit.

Io invece non sapevo questa cosa della versione 4.....

Il Brindley & Foster di St.Anne Moseley non mi ha mai entusiasmato più di tanto; l'interfaccia grafica è fatta bene ed ha anche rumori di fondo tipo blower noise, meccanica dei tasti, etc.... ma nei suoni "puri" lo considero un pò troppo sterile e freddo.

Può entusiasmarti solo se non hai mai provato gli organi "veri"!!!!!........Però è già compreso nel programma!

Questo set di suoni è "wet", poichè sfrutta il riverbero originale della chiesa dove è collocato lo strumento; l'edificio non è grande, quindi, il riverbero non è troppo pronunciato.

Per quanto riguarda la faccenda del riverbero, io la penso così: l'ideale è usare un set di suoni "dry", campionati quindi a circa trenta centimetri dalla canna dell'organo stessa, senza propagazione in ambiente, abbinandoli ad un generatore software di riverbero digitale (ne trovi molti in commercio anche gratuiti).

I vantaggi sono molti, su tutti, un notevole risparmio di risorse di memoria del PC; pensa che per caricare tutto il Cavaillè-Coll di Metz, che è disponibile solo in formato "wet", servono circa 6-8 giga di memoria RAM, molti dei quali utilizzati per ricreare il riverbero digitale della Cattedrale francese!

Anche l'attuale versione di Hauptwerk (la 3) è a 64 bit; nell'installazione viene data all'utente anche la possibilità di usarla a 32bit.

All'inizio io usavo la 64, ma il problema arriva dal fatto che, propio perchè usando un set di suoni "dry" e la maggior parte dei software di riverbero e gestione audio funzionano solo a 32, non riuscivo a ricreare un suono interessante.

L'inportante è avere un sistema che funzioni a 64 bit o, comunque, che riconosca almeno 4 giga di RAM.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
L'inportante è avere un sistema che funzioni a 64 bit o, comunque, che riconosca almeno 4 giga di RAM.

Per togliersi il pensiero di RAM insufficiente e computer troppo debole, tanto vale seguire alla lettera i consigli dei produttori di Hauptwerk.

Ecco il computer ideale da loro suggerito con cui si possono suonare senza problemi tutti gli organi, anche quelli futuri:

Computer Apple Mac Pro 8-core

Due processori Intel Xeon quad-core a 3,2GHz

Memoria 16GB (8x2GB)

Un disco rigido da 1TB 7200-rpm Serial ATA 3Gb/s

Scheda grafica ATI Radeon HD 2600 XT 256MB

Scheda Audio/MIDI Focusrite Saffire FireWire 400 (l'unica con riverbero incorporato)

Sistema operativo Mac OS X Leopard 64bit

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per togliersi il pensiero di RAM insufficiente e computer troppo debole, tanto vale seguire alla lettera i consigli dei produttori di Hauptwerk.

Ecco il computer ideale da loro suggerito con cui si possono suonare senza problemi tutti gli organi, anche quelli futuri:

Computer Apple Mac Pro 8-core

Due processori Intel Xeon quad-core a 3,2GHz

Memoria 16GB (8x2GB)

Un disco rigido da 1TB 7200-rpm Serial ATA 3Gb/s

Scheda grafica ATI Radeon HD 2600 XT 256MB

Scheda Audio/MIDI Focusrite Saffire FireWire 400 (l'unica con riverbero incorporato)

Sistema operativo Mac OS X Leopard 64bit

Ammazza!

Questo basta per andare sulla luna! :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si... ma c'è un modo per craccare la demo di Hauptwerk??? qualche crack???

Dai che non tutti se la possono permettere...

Per funzionare, Hauptwerk, deve riconoscere una chiavetta USB inserita, che viene inviata con il DVD d'installazione originale; la classica protezione hardware.

Di conseguenza, bisognerebbe craccare la chiavetta e non il programma, cosa alquanto difficile....!

Segnalo che in questi giorni è uscita una nuova release, la 3.10, che promette notevoli migliorie in fatto di tempi di caricamento e uso della memoria, vedremo......

Per quanto riguarda le specifiche date da Pallino, il computer è una specie di mostro!......a mio avviso, come già detto, basta molto meno; io uso due PC su cui gira il programma, uno l'ho assemblato con ne più ne meno 600-700 EU, funziona benissimo!

Tutte le schede audio-midi esterne di qualità hanno il riverbero incorporato; sò per certo la E-MU perchè la uso, ma anche la MOTU, l'Edirol, etc......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per caricare tutto il Cavaillè-Coll di Metz, che è disponibile solo in formato "wet", servono circa 6-8 giga di memoria RAM

Stando a quanto si afferma qui pare ne occorrano 11,5 per la versione standard e 13,6 per quella estesa.

Tutte le schede audio-midi esterne di qualità hanno il riverbero incorporato; sò per certo la E-MU perchè la uso, ma anche la MOTU, l'Edirol, etc......

Perdona la mia ignoranza ma non avendo molta familiarità con schede audio ed apparati MIDI mi sono limitato a leggere l'elenco. Fra le 6 schede audio consigliate la Saffire è l'unica col riverbero. La MOTU non ha prese MIDI nè riverbero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Stando a quanto si afferma qui pare ne occorrano 11,5 per la versione standard e 13,6 per quella estesa.

Perdona la mia ignoranza ma non avendo molta familiarità con schede audio ed apparati MIDI mi sono limitato a leggere l'elenco. Fra le 6 schede audio consigliate la Saffire è l'unica col riverbero. La MOTU non ha prese MIDI nè riverbero.

Sono poco esperto del MAC perchè non l'ho mai usato; molte schede audio in configurazione PC hanno il riverbero built-in.

Ci sono molti modelli in commercio, quasi tutte le case produttrici dispongono di uno o più modelli con il riverbero e non sempre sono i più costosi.

Io uso per esempio la E-MU1820, presa su ebay a 190.00 EU, ed ha il riverbero per i due canali di uscita stereo e funziona molto bene!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Stando a quanto si afferma qui pare ne occorrano 11,5 per la versione standard e 13,6 per quella estesa.

Perdona la mia ignoranza ma non avendo molta familiarità con schede audio ed apparati MIDI mi sono limitato a leggere l'elenco. Fra le 6 schede audio consigliate la Saffire è l'unica col riverbero. La MOTU non ha prese MIDI nè riverbero.

Scusa se mi intrometto ma tutte le schede audio hanno una presa midi in-out altrimenti non sarebbe una scheda audio ma sarebbe solo un convertitore analogico digitale (AD/DA). Motu Ha presa midi in out di sicuro e sono convinto che abbiano il loro bel mixer sotfware con la possibilità di aggiungere un riverbero.

Comunque l'importante di una scheda non è tanto il riverbero, quello si può trovare anche free in rete ma la latenza che deve essere il minor possibilie (meglio se zero) in modo da non subire ritardi dal momento che suoni un tasto al momento che percepisci il suono altrimenti ti sembra di suonare un bell'organo elettro-pneumatico con la consolle lontana 150 metri dalle canne :laughingsmiley:

Pertanto scheda audio che supporti driver Asio 2 per Hautwerk (driver creato dagli sviluppatori della Steinberg per avere minor latenza possibilie con i software che utilizzano tali driver),

Il massimo comunque sarebbero delle schede audio che hanno dei loro DSP che alleggeriscono il sistema e la CPU utilizzando effetti suoi emulano gli effetti Hardware degli studi di registrazione professionali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×