Vai al contenuto
kraus

Il vostro capolavoro nascosto

Recommended Posts

:wub:

ah boh :huh: ti ho detto, non ho la più pallida idea di come si chiami, ricordo che sul vinile c'era scritto "Concerto per organo e orchestra da camera"

cmq mi sono già ordinato l'integrale delle kammermusik, se è quella me ne accorgo.

Ma perché dici "almeno spero"? Fa così schifo?

Al contrario, è bellissima. Pensavo la conoscessi, dato che del Novecento non ti sfugge nulla.

Quando le avrai ascoltate tutte, mi farebbe piacere conoscere il tuo parere. Ce ne sono alcune che mi piacciono tanto, altre decisamente meno. Ma non ti anticipo nulla. ;)

Eh, che io sappia Kammermusik n.7 op.46 n.2 è un vero e proprio concerto per organo e orchestra da camera.

Non so se ne ha scritti altri. Non ti piace? A tratti può essere noiosetto :sleeping_03anim: , specie nel movimento lento, ma il finale è scoppiettante e luminoso, non male.

Vedi sopra. ;)

Anche il primo movimento è molto bello: l'entrata dell'organo è memorabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Norbe
Al contrario, è bellissima. Pensavo la conoscessi, dato che del Novecento non ti sfugge nulla.

Quando le avrai ascoltate tutte, mi farebbe piacere conoscere il tuo parere. Ce ne sono alcune che mi piacciono tanto, altre decisamente meno. Ma non ti anticipo nulla. ;)

Concordo pienamente con Falstaff. Anch'io trovo momenti decisamente poco ispirati in certe Kammermusik, ma nel complesso è una serie di composizioni davvero ben scritte, soprattutto perchè Hindemith era uno che gli strumenti li conosceva bene da vicino: ha dedicato ad essi un'attenzione di rara professionalità . Meglio lasciarti la sorpresa dunque. La Kammermusik n.1 op.24 n.1 è sicuramente promettente e entusiasmante come inizio, la sezione conclusiva di quest'ultima in particolar modo. Ascoltando capirai perchè. :rolleyes_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Concordo pienamente con Falstaff. Anch'io trovo momenti decisamente poco ispirati in certe Kammermusik, ma nel complesso è una serie di composizioni davvero ben scritte, soprattutto perchè Hindemith era uno che gli strumenti li conosceva bene da vicino: ha dedicato ad essi un'attenzione di rara professionalità . Meglio lasciarti la sorpresa dunque. La Kammermusik n.1 op.24 n.1 è sicuramente promettente e entusiasmante come inizio, la sezione conclusiva di quest'ultima in particolar modo. Ascoltando capirai perchè. :rolleyes_anim:

Ti riferisci al doppio glissando del clarinetto tipo sirena della polizia, vero? :D

Lo ammetto: la Kammermusik n. 1 è la mia preferita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
Al contrario, è bellissima. Pensavo la conoscessi, dato che del Novecento non ti sfugge nulla.

Hindemith lo sto ancora approfondendo :D

cmq mi sfugge molto del Novecento, non sta' a credere ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
soprattutto perchè Hindemith era uno che gli strumenti li conosceva bene da vicino: ha dedicato ad essi un'attenzione di rara professionalità.

non credo che ci siano strumenti per cui Hindemith non abbia scritto qualcosa :o

un grande

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non credo che Fede si riferisse alla Kammermusik n. 7. Almeno spero... :ph34r:

è senz'altro la settima Kammermusik. Hindemith scrisse poi un concerto con piena orchestra, la sua penultima composizione, che risale al 1963.

Anch'io trovo momenti decisamente poco ispirati in certe Kammermusik

ma per carità, è senza dubbio il contrario! Proprio le Kammermusiken non soffrono di una certa prolissità che, invece, si nota in alcune opere della maturità come il concerto per violino (1939), quello per pianoforte (1945) oppure in quello per clarinetto (1946). Questi sì un po' polpettoni e con una vena accademica poco felice.

Dimenticavo: benvenuto in forum :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Norbe
Ti riferisci al doppio glissando del clarinetto tipo sirena della polizia, vero? :D

Lo ammetto: la Kammermusik n. 1 è la mia preferita.

Esattamente, la sirena... La Kammermusik n.1 è stupenda, così materica, dinamica, iper-cinetica ed estrosa.

Mi colpì subito il suo clima ruspante, con la fisarmonica, la batteria di percussioni e mi spinse a continuare la scoperta di Hindemith.

Trovo un po' asciutti le Kammermusik per il violoncello e per viola d'amore, non mi hanno emozionato mai davvero tanto.

Tutte le altre mi aggradano di più, indimenticabile la Kammermusik per pianoforte op.36 n.1.

Il Concerto per Clarinetto non lo ricordo proprio, l'ho sentito troppo tempo fa. Grazie per il benvenuto, il forum è molto confortevole. :content_kid:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esattamente, la sirena... La Kammermusik n.1 è stupenda, così materica, dinamica, iper-cinetica ed estrosa.

Mi colpì subito il suo clima ruspante, con la fisarmonica, la batteria di percussioni e mi spinse a continuare la scoperta di Hindemith.

Trovo un po' asciutti le Kammermusik per il violoncello e per viola d'amore, non mi hanno emozionato mai davvero tanto.

Tutte le altre mi aggradano di più, indimenticabile la Kammermusik per pianoforte op.36 n.1.

Il Concerto per Clarinetto non lo ricordo proprio, l'ho sentito troppo tempo fa. Grazie per il benvenuto, il forum è molto confortevole. :content_kid:

Sottoscrivo. A me piace molto anche la 'piccola' Kammermusik.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
le Kammermusiken non soffrono di una certa prolissità che, invece, si nota in alcune opere della maturità come il concerto per violino (1939), quello per pianoforte (1945) oppure in quello per clarinetto (1946). Questi sì un po' polpettoni e con una vena accademica poco felice.

No dai, gli altri 2 non li conosco, ma il concerto per violino di Hindemith è bellissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Norbe

Un'altra infornata di capolavori nascosti:

OTTORINO RESPIGHI Concerto a cinque

LUCIANO BERIO Naturale

MANUEL DE FALLA Atlantida; El Retablo de Maese Pedro

HOWARD HANSON Sinfonia n.2 ''Romantica''

GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Missa ''Sicut Lilium Inter Spinas''

GIULIO VIOZZI Liriche per voce e pianoforte

ASTOR PIAZZOLLA Concerto per bandoneon e orchestra

JOHN WILLIAMS Concerto per violoncello e orchestra

ALEKSANDR GLAZUNOV Sinfonia n.1; Le Stagioni, balletto

REYNALDO HAHN Concerto per pianoforte e orchestra

LUIGI DALLAPICCOLA Piccolo concerto per Muriel Coivreux

LEONARD BERNSTEIN Divertimento; Fancy Free; Prelude, fugue & riffs

AARON COPLAND Concerto per pianoforte e orchestra

PETER WARLOCK Serenata per archi; Capriol suite

EDOUARD LALO Deux Aubades

ERNEST CHAUSSON Chanson perpetuelle; Concerto per violino, pianoforte e quartetto d'archi op.21

OSVALDAS BALAKAUSKAS Sinfonia n.4 e 5

GIUSEPPE MARTUCCI Concerto per pianoforte n.2

ANTONIO SALIERI Variazioni sulla follia di Spagna

ANDRE' CAPLET Le miroir de Jesus

FRANCIS POULENC Aubade, concerto coreografico per pianoforte e orchestra

VINCENT D'INDY Suite in stile antico

CARLOS CHAVEZ Concerto per violino e orchestra; Los cuatro soles, balletto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se la memoria non mi inganna, ricordo di avere ascoltato alla radio moooooooooooolti anni fa un concerto per due pianoforti e orchestra di Alfredo Casella. Ricordo che mi piacque tantissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Norbe
Se la memoria non mi inganna, ricordo di avere ascoltato alla radio moooooooooooolti anni fa un concerto per due pianoforti e orchestra di Alfredo Casella. Ricordo che mi piacque tantissimo

:prankster2: Per due pianoforti di Casella? Uhmmm, la questione mi incuriosisce, davvero non so a memoria il suo catalogo, però non ricordavo questo pezzo. Dovevano essere tanti anni fa (purtroppo), Casella si sente poco alla radio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:prankster2: Per due pianoforti di Casella? Uhmmm, la questione mi incuriosisce, davvero non so a memoria il suo catalogo, però non ricordavo questo pezzo. Dovevano essere tanti anni fa (purtroppo), Casella si sente poco alla radio.

Non hai idea quante volte l'ho cercato in giro, ma non ne ho mai trovato traccia. Eppure era per 2 pianoforti (c'erano le sorelle Labeque!!!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Einojuhani Rautavaara - Sinfonia n.8 "Il Viaggio"

Krzysztof Penderecki - Sinfonia n.7 "Le sette porte di Gerulasemme"

Due sinfonie molto belle e stimolanti, scritte da compositori che purtroppo sono un poco trascurati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se la memoria non mi inganna, ricordo di avere ascoltato alla radio moooooooooooolti anni fa un concerto per due pianoforti e orchestra di Alfredo Casella. Ricordo che mi piacque tantissimo

io, invece, mi ricordo il concerto per 8 cembali di J.S. Bach in prima assoluta :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
No dai, gli altri 2 non li conosco, ma il concerto per violino di Hindemith è bellissimo.

se faccio il paragone con la Kammermusiken, non c'è storia, questa vince 100 a 1. Anche quella per viola è un capolavoro. Ho sempre trovato quel concerto un polpettone velenoso. Nel periodo di mezzo, purtroppo, Hindemith ne scrisse vari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se faccio il paragone con la Kammermusiken, non c'è storia, questa vince 100 a 1. Anche quella per viola è un capolavoro. Ho sempre trovato quel concerto un polpettone velenoso. Nel periodo di mezzo, purtroppo, Hindemith ne scrisse vari.

Vabbè, è chiaro che abbiamo opinioni differenti su questo concerto. :D

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Non so se sono già stati detti, ma altri pezzi molto belli da scoprire (o riscoprire) sono i 2 quartetti per archi di Ildebrando Pizzetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos
Anche quella per viola è un capolavoro.

anche questa in confrtonto allo Schwanendreher vince 100 a 1?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se faccio il paragone con la Kammermusiken, non c'è storia, questa vince 100 a 1. Anche quella per viola è un capolavoro. Ho sempre trovato quel concerto un polpettone velenoso. Nel periodo di mezzo, purtroppo, Hindemith ne scrisse vari.

Non è tutto da buttare. Questo concerto paga forse una prolissità che non è sostenuta da idee sufficienti, l'Hindemith maturo sarebbe stato capace di gestire meglio certe forme più estese. Nonostante ciò ci sono, soprattutto nel primo e nel secondo movimento, sezioni che trovo bellissime e ricche di personalità. Concordo comunque sul fatto che non si tratti del suo periodo migliore. Probabilmente in quegli anni ha reso di più nella musica da camera dove poteva concentrarsi maggiormente sul dialogo tra gli strumenti. Mi vengono in mente, per esempio, la sonata per Viola e Piano "1939" o la sonata per Clarinetto e Piano, ambedue dello stesso anno del concerto per violino - per non parlare del magnifico "Ludus Tonalis" del 1942 - lavori a mio avviso riuscitissimi, per me di particolare bellezza e che amo in modo speciale.

Certo l'originalità delle "Kammer" ce la scordiamo, in questo periodo Hindemith già vira decisamente verso un lirismo più disteso e riflessivo ma la qualità c'è, eccome.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non è tutto da buttare. Questo concerto paga forse una prolissità che non è sostenuta da idee sufficienti, l'Hindemith maturo sarebbe stato capace di gestire meglio certe forme più estese. Nonostante ciò ci sono, soprattutto nel primo e nel secondo movimento, sezioni che trovo bellissime e ricche di personalità.

Esattamente, anch'io trovo in quest'opera lo stesso difetto, una certa prolissità, ma la qualità c'è eccome, con parecchi momenti di pura genialità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Norbe

Mai sentito ''Trio per viola, heckhelphon e pianoforte'' di Paul Hindemith?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non è tutto da buttare. Questo concerto paga forse una prolissità che non è sostenuta da idee sufficienti, l'Hindemith maturo sarebbe stato capace di gestire meglio certe forme più estese. Nonostante ciò ci sono, soprattutto nel primo e nel secondo movimento, sezioni che trovo bellissime e ricche di personalità. Concordo comunque sul fatto che non si tratti del suo periodo migliore. Probabilmente in quegli anni ha reso di più nella musica da camera dove poteva concentrarsi maggiormente sul dialogo tra gli strumenti. Mi vengono in mente, per esempio, la sonata per Viola e Piano "1939" o la sonata per Clarinetto e Piano, ambedue dello stesso anno del concerto per violino - per non parlare del magnifico "Ludus Tonalis" del 1942 - lavori a mio avviso riuscitissimi, per me di particolare bellezza e che amo in modo speciale.

Certo l'originalità delle "Kammer" ce la scordiamo, in questo periodo Hindemith già vira decisamente verso un lirismo più disteso e riflessivo ma la qualità c'è, eccome.

per periodo di mezzo intendevo soprattutto gli anni tra il 1933 e il 1940. Ho sempre avuto la sensazione che l'autore stesse cercando il suo "stile" maturo. Non era ancora ben stabilizzato, ma neppure del tutto alieno dalle impennate più dissonanti del periodo giovanile (vedere la Sinfonia o certe parti di Nobilissima Visione). Le opere di quel periodo credo siano perciò ineguali. Quelle successive, scritte dopo il 1940, invece a volte risentono di una certa mancanza di ispirazione. Spessissimo le scriveva dietro richiesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×