Vai al contenuto
sesquialtera

L'organo in tv

Recommended Posts

Sia ben chiaro, io non ho nulla contro :mamba:

ma non mi pare il caso di fare danze tribali durante una celebrazione liturgica :scratch_one-s_head:

Evidentemente sono ben accette...il Papa e' il primo ad essere contento quando sculettano davanti l'altare di San Pietro...:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Evidentemente sono ben accette...il Papa e' il primo ad essere contento quando sculettano davanti l'altare di San Pietro...:)

Ma siete mai contenti di niente?

Non so cosa puo' esserci di male in quelle danze... E' comunque cultura anche se non è la nostra.

Comunque tanto per restare in tema di Africa, in viaggio con mia moglie nativa di Accra in Ghana, ci siamo fermati a Lagos in Nigeria dove ho potuto suonare un bell'organo di Ruffatti nella United Native African Church.

Ce ne sono altri 2 di interessanti in quel paese ma per questioni di tempo non sono andato a vederli.

Voglio dire comunque che è vero che la cultura organaria del nostro paese è molto indietro a quella di tanti altri, ma non dobbiamo sempre lamentarci di tutto e di più. Pensiamo che ci sono realtà peggiori.

Pensate che nella mia parrocchia sono riuscito dopo molti anni (il primo preventivo di restauro del nostro organo è datato 1995) far restaurare l'Organo, un Zordan del 1891 che lo restaurerà Romain Legros.

Da questo ho imparato ad essere paziente, non pretendere nulla e pure non lamentarmi sempre di quello che non va... cominciamo guardare a quello che va!

P.S. non abbiate niente contro i :mamba: come li chiamate voi, sono persone come noi e se imparaste a conoscerle invece di criticarli come fate con le loro danze dove dite che "sculettano" scoprireste che sono bravissime persone.

Vabè, non pensavo di fare sti discrosi pure qui....

Buona giornata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
P.S. non abbiate niente contro i :mamba: come li chiamate voi, sono persone come noi e se imparaste a conoscerle invece di criticarli come fate con le loro danze dove dite che "sculettano" scoprireste che sono bravissime persone.

Nessuno dice che non lo siano, e sono il primo a dirlo;

qua il discorso è un altro: mentre mia madre mi sentiva brontolare per quello che stavo sentendo durante la messa mi disse "ognuno prega come vuole": certamente, ma a casa propria; in chiesa invece c'è bisogno di "regolarizzare" la celebrazione, soprattutto per quanto riguarda il canto liturgico;

nessuno ha mai detto che se la preghiera viene fatta in un modo invece che in un altro questa non venga ascoltata dall'alto dei cieli, ma quando si è in una comunità per non creare disordini è bene seguire un certo tipo di regole.

non era mia intenzione creare polemiche, se così è sembrato chiedo umilmente scusa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma no, per Palermo è stato fatto un discorso "ad hoc" ben introdotto per oltre 7 minuti di chiacchiere (per una volta non inutili) prima dell'inizio della Messa. In pratica hanno ricordato che a Palermo c'è una nutrita schiera di immigrati e pertanto anche la loro cultura (e la loro animazione liturgica) trovano posto e bla bla bla...

Il fatto è che è vero che ci sono molti immirati africani, ma è altrettanto vero che tra di loro i cattolici sono una esigua minoranza. Per cui, per quanto possa essere cospicua la massa di immigrati Africani a Palermo, sono sempre una minoranza esigua rispetto alla popolazione Italiana. E se raffrontiamo gli immigrati Africani CATTOLICI con la popolazione Palermitana, la minoranza è veramente minorissima.

In sostanza, la premessa era condivisibile, ma nei fatti (numerici) era risibile. Sta di fatto che una Messa animata in un modo come questo si giustifica solo se la vuole l'Arcivescovo e la vuole apposta quando "viene la Televisione".

Quanto possa essere producente -invece che CONTROproducente- una cosa del genere lo sa solo l'Arcivescovo. E spero per lui (e per i Cattolici Palermitani) che abbia ragione. Io sono rimasto MOLTO perplesso. :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
P.S. non abbiate niente contro i :mamba: come li chiamate voi, sono persone come noi e se imparaste a conoscerle invece di criticarli come fate con le loro danze dove dite che "sculettano" scoprireste che sono bravissime persone.

Vabè, non pensavo di fare sti discrosi pure qui....

Buona giornata.

Non intendevo criticare i :mamba: la mia era una critica allo stile del ballo. Se gli italiani avessero avuto la stessa tradizione avrei criticato gli italiani...sia chiaro, mi riferivo allo stile del ballo, non a chi ballava. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Avete visto?

C'è una nuova pubblicità in qui si sente l'itroduzione della Toccata in re minore di Bach :o

(e si vede pure un organo sullo sfondo)

Arrivi tardi, caro Alessio! :a1

Ne ho già parlato io qui. :closedeyes:

Sembra il posto sbagliato...ma se ci pensi non lo è...ehehe :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma siete mai contenti di niente?

Non so cosa puo' esserci di male in quelle danze... E' comunque cultura anche se non è la nostra.

Comunque tanto per restare in tema di Africa, in viaggio con mia moglie nativa di Accra in Ghana, ci siamo fermati a Lagos in Nigeria dove ho potuto suonare un bell'organo di Ruffatti nella United Native African Church.

Ce ne sono altri 2 di interessanti in quel paese ma per questioni di tempo non sono andato a vederli.

Voglio dire comunque che è vero che la cultura organaria del nostro paese è molto indietro a quella di tanti altri, ma non dobbiamo sempre lamentarci di tutto e di più. Pensiamo che ci sono realtà peggiori.

Pensate che nella mia parrocchia sono riuscito dopo molti anni (il primo preventivo di restauro del nostro organo è datato 1995) far restaurare l'Organo, un Zordan del 1891 che lo restaurerà Romain Legros.

Da questo ho imparato ad essere paziente, non pretendere nulla e pure non lamentarmi sempre di quello che non va... cominciamo guardare a quello che va!

P.S. non abbiate niente contro i :mamba: come li chiamate voi, sono persone come noi e se imparaste a conoscerle invece di criticarli come fate con le loro danze dove dite che "sculettano" scoprireste che sono bravissime persone.

Vabè, non pensavo di fare sti discrosi pure qui....

Buona giornata.

Ma per favore! il tuo post è semplicemente assurdo! Prima di tutto perchè come puoi dire che l' organaria italiana è indietro? forse volevi intendere la cultura musicale organistica e allora è ben diverso il discorso! Io di pazienza poi ne porto fin troppa dato che ogni domenica suono su un Zanin 1926 che ha le canne tappate dalla polvere, i topi ci mangiano la pizza e i ragni si moltiplicano!

Semmai è necessario darsi da fare di più per migliorare le cose, non fermarsi e pazientare in attesa di un aiuto divino (con rispetto, Nostro Signore ha altro a cui pensare), occorre agire, solo così si può realizzare qualcosa.

E poi, risparmiaci la lezione di "integrazione e convivenza pacifica". Qui nessuno ha detto nulla contro i negri ma, siccome la cultura italiana è prettamente occidentale, fa un certo scalpore assistere a certe manifestazioni esotiche in una chiesa che ospita un enorme strumento come l' organo di Monreale. Piuttosto se tutti fanno come te, allora si che si perde quella poca tradizione che ancora resta.

é proprio per la crisi dell' identità occidentale che si vanno a cercare mode straniere, siccome non siamo più nessuno noi europei allora cerchiamo di attirare "qualcuno". Poi ricordiamo che le forme liturgiche locali non sono banalizzate ma in un ambiente come un Duomo di così grandi dimensioni quel genere musicale, se è adattissimo alla cultura africana, non è per niente integrato con l' ambiente.

Non si può dire più nulla in difesa della nostra tradizione plurisecolare musicale?

Ma per favore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma per favore! il tuo post è semplicemente assurdo! Prima di tutto perchè come puoi dire che l' organaria italiana è indietro? forse volevi intendere la cultura musicale organistica e allora è ben diverso il discorso! Io di pazienza poi ne porto fin troppa dato che ogni domenica suono su un Zanin 1926 che ha le canne tappate dalla polvere, i topi ci mangiano la pizza e i ragni si moltiplicano!

Semmai è necessario darsi da fare di più per migliorare le cose, non fermarsi e pazientare in attesa di un aiuto divino (con rispetto, Nostro Signore ha altro a cui pensare), occorre agire, solo così si può realizzare qualcosa.

E poi, risparmiaci la lezione di "integrazione e convivenza pacifica". Qui nessuno ha detto nulla contro i negri ma, siccome la cultura italiana è prettamente occidentale, fa un certo scalpore assistere a certe manifestazioni esotiche in una chiesa che ospita un enorme strumento come l' organo di Monreale. Piuttosto se tutti fanno come te, allora si che si perde quella poca tradizione che ancora resta.

é proprio per la crisi dell' identità occidentale che si vanno a cercare mode straniere, siccome non siamo più nessuno noi europei allora cerchiamo di attirare "qualcuno". Poi ricordiamo che le forme liturgiche locali non sono banalizzate ma in un ambiente come un Duomo di così grandi dimensioni quel genere musicale, se è adattissimo alla cultura africana, non è per niente integrato con l' ambiente.

Non si può dire più nulla in difesa della nostra tradizione plurisecolare musicale?

Ma per favore...

E' tutta una questione di relativismo..."Prima di tutto perchè come puoi dire che l' organaria italiana è indietro?"

Bhe...secondo me è indietro...almeno rispetto a tante altre nazioni...ovvio che se ci confrontiamo con paesi che non hanno una cultura organaria alle spalle noi siamo avanti...

Ma io penso che ognuno di noi debba pretendere sempre il meglio e soprattuto debba pretendere di migliorare le cose...non sono uno di quelli che si accontenta tanto facilmente...

Secondo me bisogna saper apprezzare sempre cio' che si ha, ma bisogna anche sempre prospettare per il meglio...facendo sempre le scelte migliori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ahem... la chiesa di cui si trattava era la cattedrale di Palermo, non quella di Monreale... (qualche decina di km di distanza) :rolleyes_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non intendevo criticare i :mamba: la mia era una critica allo stile del ballo. Se gli italiani avessero avuto la stessa tradizione avrei criticato gli italiani...sia chiaro, mi riferivo allo stile del ballo, non a chi ballava. :)

Scusate se riprendo i post sulla passata Messa dalla Cattedrale di Palermo.

Il fatto è che ormai le danze tribali e musiche a dir poco barbariche caratterizzano anche occasioni assolutamente Cattoliche e in cui i :mamba: non c'entrano proprio nulla, anzi inorridirebbero per primi.

Prova ne sia questo video che mi è stato indicato da un'amica mia compaesana:

http://it.youtube.com/watch?v=pF2oIqEKNJ8

si tratta del Convegno per il Rinnovamento dello Spirito tenutosi a Rimini nel 2006.

Io non sono riuscito a vederlo tutto, mi è mancata la forza. Se qualcuno ci riesce è pregato di raccontarmelo, prima di andare in sala rianimazione in ospedale.

Date le alte personalità della chiesa Cattolica Italiana presenti (all'inizio del filmato si riconosce benissimo frate Raniero Cantalamessa, ma vi sono anche monsignori, vescovi e un cardinale), sembra che dobbiamo rassegnarci, oppure cambiare religione. :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusate se riprendo i post sulla passata Messa dalla Cattedrale di Palermo.

Il fatto è che ormai le danze tribali e musiche a dir poco barbariche caratterizzano anche occasioni assolutamente Cattoliche e in cui i :mamba: non c'entrano proprio nulla, anzi inorridirebbero per primi.

Prova ne sia questo video che mi è stato indicato da un'amica mia compaesana:

http://it.youtube.com/watch?v=pF2oIqEKNJ8

si tratta del Convegno per il Rinnovamento dello Spirito tenutosi a Rimini nel 2006.

Io non sono riuscito a vederlo tutto, mi è mancata la forza. Se qualcuno ci riesce è pregato di raccontarmelo, prima di andare in sala rianimazione in ospedale.

Date le alte personalità della chiesa Cattolica Italiana presenti (all'inizio del filmato si riconosce benissimo frate Raniero Cantalamessa, ma vi sono anche monsignori, vescovi e un cardinale), sembra che dobbiamo rassegnarci, oppure cambiare religione. :scratch_one-s_head:

Un discreto gruppo del "Rinnovamento" è presente anche al mio paese (ne fa parte mio suocero!........)

e vi garantisco che tutte le loro Celebrazioni sono così!

Se guardate il loro libretto dei canti poi vi viene la dissenteria per una settimana...............

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E solo perchè celebrano in quel modo si definiscono "rinnovatori"? :scratch_one-s_head:
Probabilmente si saranno chiesti: "coi protestanti americani e le loro sette funziona... proviamoci anche noi!"

Cambiando discorso e rimanendo nell'ambito TV (nel senso di "home video"), vorrei sapere se qualcuno ha mai visto questo film ambientato a Venezia di cui copio la trama:

<<Durante un furioso temporale il marchese Luca Maria Sbrisson si vede sparire sotto gli occhi la moglie Luisa. Che abbia perduto la ragione o sia solo un commediante, però, egli continua a vedersela accanto: le parla, l'ascolta, gioca. Nella bella villa del bizzarro nobiluomo capita un giorno Agostino Nebiolo, organista, che si guadagna da vivere suonando a matrimoni e funerali. Appassionato musicista, il marchese convince Agostino a diventare suo ospite. L'organista accetta e non solo s'adegua all'innocua finzione di Luca Maria ma, quando alcuni speculatori edilizi tentano, col pretesto della follia, di farlo interdire, gli procura tramite un boss della mala, la sgualdrinella Nadia, che fa le veci della moglie scomparsa>>

il marchese: MARCELLO MASTROIANNI

l'organista: LINO TOFFOLO

Nadia: CLAUDIA MORI

boss: ADRIANO CELENTANO (non poteva essere altrimenti...)

Regia: Flavio Mogherini, produzione Italiana, 1976

ecco la locandina:

Culastrisce.jpg

Io non l'ho mai visto, quando è uscito era V.M. 14 e io ero più piccolo... Vale la pena di vederlo?!? Il titolo è passato in proverbio, ma il film dovrebbe essere stato meno "trucido" di quanto si pensa :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Probabilmente si saranno chiesti: "coi protestanti americani e le loro sette funziona... proviamoci anche noi!"

Cambiando discorso e rimanendo nell'ambito TV (nel senso di "home video"), vorrei sapere se qualcuno ha mai visto questo film ambientato a Venezia di cui copio la trama:

<<Durante un furioso temporale il marchese Luca Maria Sbrisson si vede sparire sotto gli occhi la moglie Luisa. Che abbia perduto la ragione o sia solo un commediante, però, egli continua a vedersela accanto: le parla, l'ascolta, gioca. Nella bella villa del bizzarro nobiluomo capita un giorno Agostino Nebiolo, organista, che si guadagna da vivere suonando a matrimoni e funerali. Appassionato musicista, il marchese convince Agostino a diventare suo ospite. L'organista accetta e non solo s'adegua all'innocua finzione di Luca Maria ma, quando alcuni speculatori edilizi tentano, col pretesto della follia, di farlo interdire, gli procura tramite un boss della mala, la sgualdrinella Nadia, che fa le veci della moglie scomparsa>>

il marchese: MARCELLO MASTROIANNI

l'organista: LINO TOFFOLO

Nadia: CLAUDIA MORI

boss: ADRIANO CELENTANO (non poteva essere altrimenti...)

Regia: Flavio Mogherini, produzione Italiana, 1976

ecco la locandina:

Culastrisce.jpg

Io non l'ho mai visto, quando è uscito era V.M. 14 e io ero più piccolo... Vale la pena di vederlo?!? Il titolo è passato in proverbio, ma il film dovrebbe essere stato meno "trucido" di quanto si pensa :scratch_one-s_head:

Io no..........guardo solo film V.M.18!!!!!!!!! :laughingsmiley::laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E' tutta una questione di relativismo..."Prima di tutto perchè come puoi dire che l' organaria italiana è indietro?"

Bhe...secondo me è indietro...almeno rispetto a tante altre nazioni...ovvio che se ci confrontiamo con paesi che non hanno una cultura organaria alle spalle noi siamo avanti...

Ma io penso che ognuno di noi debba pretendere sempre il meglio e soprattuto debba pretendere di migliorare le cose...non sono uno di quelli che si accontenta tanto facilmente...

Secondo me bisogna saper apprezzare sempre cio' che si ha, ma bisogna anche sempre prospettare per il meglio...facendo sempre le scelte migliori...

Giusto, quello che si ha.

Per quanto riguarda Elia89, fammi una cortesia di non chiamarli "negri" perchè è una cosa che, guarda, se ti avessi davanti te ne direi di tutti i colori (e non è un gioco di parole). Chiamali neri piuttosto.

Anzi, vi invito pure adare a vedere "bianco e nero" al cinema che vi farà riflettere.

Elia caro, essere organisti non vuol dire comunque "solo" suonare l'organo; ci sono delle musiche secondo me, tra tutte i corali di Bach e non solo, se non hai un po' di fede non riesci a suonarli come l'avrebbe fatto Bach. Se non hai fede ti manca tutto quello che ci sta attorno come l'UMILTA' e quindi accettare quel poco che si ha come un organo che ha le canne impolverate come il tuo perchè c'è chi non ha neanche quello e anche il RISPETTO, per le culture e per le persone perchè di persone nere ce ne sono di più UMILI E RISPETTOSE di te.

Se per una volta vengono a ballare i loro balli (che di certo hanno un valore più profondo dei nostri quando si balla in dicoteca o nelle balere delle sagre) non capisco cosa ci sia di male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
... fammi una cortesia di non chiamarli "negri"...
Il fatto è che -oggi come oggi- nelle chiese Italiane i "negri" (nel senso di chi subisce umiliazioni per ciò che è e ciò che fa) sono gli ORGANISTI. :scare:

I "bianchi" sono i preti e i "mulatti" (sempre meglio dei "negri") sono questi signori qui :guitar::guitar::guitar:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per quanto riguarda Elia89, fammi una cortesia di non chiamarli "negri"

Mi permetto di spezzare una lancia a favore di Elia;

infatti nel dialetto veneto e nella parlata pordenonese (nonchè nel dialetto trentino) purtroppo si usa spesso la parola "negro" per indicare tutto ciò che è scuro o di colore nero, e non per offendere una certa parte di persone di questo pianeta. Evidentemente l'abitudine ad usare una parola non ci fa rendere conto di come possa essere interpretata da chi la legge o la sente :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi permetto di spezzare una lancia a favore di Elia;

infatti nel dialetto veneto e nella parlata pordenonese (nonchè nel dialetto trentino) purtroppo si usa spesso la parola "negro" per indicare tutto ciò che è scuro o di colore nero, e non per offendere una certa parte di persone di questo pianeta. Evidentemente l'abitudine ad usare una parola non ci fa rendere conto di come possa essere interpretata da chi la legge o la sente :scratch_one-s_head:

Dai, ci arrampichiamo sugli specchi.... in dialetto veneto, visto che sono pure io veneto li chiamo MORI no negri! negro è nero in spagnolo forse......

dai dai.... quella parola usata dagli italiani è puramente dispregiativa.

Cmq basta dai, questo forum non è il posto adatto, continuiamo a parlare di "organo in TV".

buona giornata a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vai a ripassare un po di storia va...e non tentare di insegnarmi il mestiere per favore, o sei così brava nel tuo strumento che ti avanza tempo di farmi ripetizione di interpretazione musicale o lezioni di religione cristiana progressista? Mamma mia...ecco i frutti dell' ipocrita e subdola propaganda anglo-americana, contaminazione lessicale della nostra lingua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Suvvia, non è il caso di stare a discutere qui di queste cose con questi toni infiammati ;)

(penso che per mandare a stendere la gente... i PM vadano benissimo! :P )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vai a ripassare un po di storia va...e non tentare di insegnarmi il mestiere per favore, o sei così brava nel tuo strumento che ti avanza tempo di farmi ripetizione di interpretazione musicale o lezioni di religione cristiana progressista? Mamma mia...ecco i frutti dell' ipocrita e subdola propaganda anglo-americana, contaminazione lessicale della nostra lingua.

dico solo, abbassa le ali...questo è il bell'esempio che dicevo io di UMILTA'..... elia ne hai proprio da vendere.

Sei sicuramente l'organista più bravo di questo mondo :scratch_one-s_head: !!!

ehehe, ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
...ecco i frutti dell' ipocrita e subdola propaganda anglo-americana...

Elia89, ma che c'entra la propaganda anglo-americana?

Una frase del genere l'ho sentita nei discorsi di questi "signori" qui:

piattoducehitlereu8.jpg

e di quest'altro "signore" qui:

stalin_color555.jpg

infatti quei signori con gli anglo-americani ci sono stati in guerra (1939-45) i primi due, e in guerra fredda il terzo...

Mah? Le guerre sono finite, le ideologie di quelli lì non proprio, ma quasi... Però che c'entrano con i :mamba: ?

Comunque è vero che quei tre signori, più o meno scopertamente, gradivano molto il suono dell'organo! :crying_anim02:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×