Euripide

Members
  • Numero contenuti

    1378
  • Iscritto

  • Ultima visita

2 Seguaci

Su Euripide

  • Rank
    Essenziale

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

3395 visite nel profilo
  1. Eh che culo mi pare ovvio, l'avevo giocato io Stasera ci giochiamo l'accesso in Champions, partiamo con un piccolo vantaggio, ma Sarri ha chiaramente detto che non possiamo permetterci di gestire la partita e la interpreteremo come se fosse una gara singola, da vincere a tutti i costi. Io credo che basti segnare almeno un gol, dopodichè si può anche pensare di gestirla perchè poi loro sarebbero obbligati a segnarne 4, anche se comunque non ce la vedo una squadra offensiva come il Napoli a gestire un risultato. In ogni caso, speriamo bene e... FORZA NAPOLI!
  2. Sì ma 0-3 nella prima mezz'ora di gioco, io mi gioco OVER 3.5 e il risultato rimane 0-3 per UN'ORA ne vogliamo parlare? NON E' POSSIBILEEEEEE Comunque bella giornata, hanno vinto praticamente tutte le grandi segnando 3 gol, Roma a parte che però sulla carta aveva la partita più difficile.
  3. No, non sono credente. Ma anche se lo fossi non avrei certezze su Dio e non saprei niente di lui, quindi non sparerei cavolate del tipo che lo incontrerei nell'aldilà e sciocchezze simili. Ma la chiuderei qui, parliamo di musica che è meglio, c'è zio Mad nei paragi, non si sa mai
  4. Ma figurati! Se ti emozioni con i bidoni, fatti tuoi...
  5. Ammesso e non concesso che Dio si presenterà all'appuntamento! Che ne sai? E se poi ti dà buca? Ma andiamo, non è un fatto di emozioni sbagliate. Bach sta ad Allevi come Dante Alighieri sta, che ne so, a Paulo Coelho. Bach è un poeta, Allevi è un bidone, una macchietta televisiva acchiappaquattrini.Ed ha pure l'aggravante di essere un mistificatore arrogante e presuntuoso appena apre bocca. Cosa vuoi che ti emozioni uno così...
  6. Madonna santa ma quand'è che finirà questo caldo? Non se ne può più... Comunque, sto ascoltando quest'oratorio incompiuto di Schoenberg: Dedica obbligatoria a zio @Madiel Domani mi ascolto su Spotify pure la versione di Boulez, dato che sul tubo non c'è, e ne ho trovata pure una terza con Gielen alla bacchetta. Chissà se ne esistono altre! Buonanotte a tutti
  7. http://www.ecovicentino.it/in-evidenza/mancato-violinista-giovanni-guglielmo-riposera-nel-famedio-dei-cittadini-illustri/
  8. Bach è superiore ad Allevi pure sul piano emozionale, molto semplicemente perchè il ventaglio di sfumature emozionali che può creare Bach è anni luce superiore a quello di Allevi, per un fatto proprio di mezzi usati, e usati infinitamente volte meglio. Se poi Allevi ti "emoziona" più di Bach, poverino! non vorrei essere nei tuoi panni
  9. Grande noone Vado a godermi il big match di stasera, FORZA NAPOLI
  10. O forse il problema è proprio Bonucci...
  11. Juventus irriconoscibile, nel giro di 3-4 partite questa estate la Signora ha preso 10 palloni: c'è qualcosa a livello difensivo che non quadra(do) Ma anche a livello di costruzione della manovra, tanti erroracci, e a livello offensivo ieri sera la macchina ha funzionato malissimo, visto che Higuain e Mandzukic non hanno praticamente toccato palla. Che sta succedendo? Non penso che il problema sia solo la mancanza di Bonucci
  12. Mah, ho ascoltato oggi solo il primo disco della musica di Schaeffer. Non conosco purtroppo i dettagli che riguardano la tecnica di costruzione dei suoi pezzi, ma sinceramente devo dire che così, di primo acchito, non mi pare nulla di granchè francamente. Ciascun pezzo sembra nient'altro che una sorta di (casuale) collage di riproduzioni di eventi (o "oggetti") musicali presi dalla quotidianeità e nulla più. Cioè, non vorrei sermbrare riduttivo, ma qui mi pare che ci si limiti a registrare questi eventi sonori, appunto, per poi rimescolarli casualmente e costruendo così i pezzi, questi collages. Mi sfugge, francamente, dove sia, qualora ci fosse, l'aspetto, come posso dire, "virtuosistico", "colto" direi, di queste composizioni. Potrebbe darsi che la semplicità di costruzione, cioè la tecnica compositiva (chiamiamola così...) di questi pezzi sia un aspetto insito e magari voluto e quindi una caratteristica di questo tipo di musica, ma questo io non lo so e anzi ne dubito. Schaeffer ci ha scritto su pure un trattato sugli oggetti musicali. Non so che pensare. Qualcuno saprebbe dirmi dov'è che risiede la "complessità" in questo tipo di musica? Non volevo dirlo, ma ormai sto per dirlo: sennò scusate, a fare i collages son bravi tutti. Ecco, l'ho detto. O forse sarà che sono solo al primo disco, chissà '_'
  13. Grazie Maja!
  14. Stanotte ho cominciato questo tour de force nella "musica elettronica" che durerà tutto il mese di agosto. Non ci capirò nulla, ma bisogna provarci... Percui, orsù, facciamoci del male! Ho comnciato da Pierre Schaeffer, padre della musica concreta, che da quello che ho capito è stata la prima corrente della musica cosiddetta "elettronica", di cui ho trovato l'opera integrale (o almeno credo) su Spotify Due/tre giorni li dedicherò solo a questi dischi. Qualcuno mi saprebbe dire l'etichetta discografica? Da Spotify non si capisce bene...
  15. Io purtroppo non la possiedo fisicamente (sigh), devo accontentarmi del web. Sono d'accordo su tutto, perfino sui cluster ( ), soltanto non capisco cosa intendi dire con "armonie più novecentesche che barocche". Non so, forse ti riferisci a certi, talvolta apparentemente aspri e spigolosi, passaggi tipicamente spagnoleggianti (anche cluster appunto), ma lì è un gioco di sonorità, di timbro, più che di armonie. Queste ultime credo rientrano sempre nell'ambito della tonalità, almeno credo Riguardo al rapporto con Bach, però, devo dire che in alcune sonate lo stile bachiano e quello scarlattiano sembrano confondersi. Credo soprattutto in quelle più audaci dal punto di vista contrappuntistico. Sto ascoltando (e studiando) la Sonatina per chitarra n.1 op. 71 di Mauro Giuliani, che per la sua estrema semplicità la trovo un trionfo di dolcezza Peccato non ci sia un'esecuzione che sia decente sul tubo, nè su spotify. https://www.youtube.com/watch?v=DurJL_aGDlQ