Vai al contenuto

Pollini

Members
  • Numero contenuti

    4627
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Pollini

  • Rank
    Io e pochi eletti
  • Compleanno 04/01/1990

Contact Methods

  • MSN
    themadpianist@hotmail.it
  • Sito Internet
    http://themadpianist3.spaces.live.com/default.aspx?wa=wsignin1.0&sa=928206363

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Luogo
    Reggio nell'Emilia (RE).

Visite recenti

4575 visite nel profilo
  1. Salumeria 4

    Ci sarebbe da riaprire un thread sulle peggiori fandonie che si sentono sulla Musica Classica, oggi comunque io ne ho quasi detta una: mi sono fermato appena in tempo prima di parlare della "Sinfonia 'London calling' di Haydn" ! E comunque un cordiale salume a tutti, che da queste parti se non altro di quelli ce ne intendiamo .
  2. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Cipriano De Rore, Passione Secondo San Giovanni. Bravissimi come al solito Van Nevel ed i suoi Huelgas, eccellente in particolare l'intuizione nell'uso degli strumenti a supportare le voci soliste che rappresentano a turno i diversi personaggi. A quanti debba controdediche.
  3. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Francisco Guerrero, "Ave Virgo Sanctissima" e Géry de Ghersem, Missa "Ave Virgo Sanctissima".
  4. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Un ascolto che mi sembra essere molto interessante: il disco antologico "Il Canzoniere", curato dall'Ensemble La Fenice e contenente Musiche scritte tra fine Cinquecento ed inizio Seicento su testi del Petrarca. A quanti debba controdediche.
  5. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Ieri sera ho ascoltato il finale originale (1878) della Quarta di Bruckner, il "Volkfest", e devo dire che rispetto a quello più eseguito, quello del 1880, lo trovo veramente ben poca cosa, quasi più un abbozzo addirittura che non un'opera realmente terminata: ma è interessante lo stesso confrontarli, e si capisce dal loro avvicendamento anche il modo che ha il compositore di genio di trattare la "narrativa" di un'opera strumentale. Ed alla fine quella della versione revisionata del 1880 è di gran lunga più convincente dell'originale (per la quale Bruckner aveva persino tentato di concepire un "programma", ma è un "programma" così infantile e risibile che persino l'autore in seguito eliminò!). Adesso: Palestrina, Pulchra es con diminuzioni strumentali aggiunte da Francesco Rognoni.
  6. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Non si dovrebbe neanche generalizzare troppo sui musicisti di una data area: Beethoven, pur chiaramente Tedesco, era l'esatto contrario di uno che cercasse consolazione nell'evasione, mi è al contrario difficile pensare ad una Musica più "concreta" e diretta della sua. Comunque sarà anche la sensibilità personale, ma se ho bisogno di alzare un po' lo sguardo sull'orizzonte mille volte Bruckner su Verdi: quello che per qualcuno può essere semplice "evasione" per qualcun altro può essere occasione di riflessione. Adesso: Rossini, Stabat Mater. A quanti debba controdediche.
  7. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Ascolto per la Giornata della Memoria: Biber, Requiem in Fa minore. Incredibile notare quanto un compositore di genio possa rinchiudere in mezz'ora e con mezzi tutto sommato austeri (coro, tre tromboni ed orchestra d'archi con basso continuo): forse in effetti Biber riesce a fare di meglio con questo che con quello (pur meraviglioso e visionario) in La maggiore.
  8. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Si, sono laureato in Musicologia, ma mi occupo innanzitutto di Musica . E, mi dispiace, ma non ritratto, a me questo Bruckner tanto "romanzato" e ieratico piace. Non trovo nemmeno così balorda l'idea di ammantare Bruckner di Rinascimento, e nemmeno di idea tardo-Romantica di Rinascimento o comunque di quella che oggi chiamiamo Musica "Antica", anzi, direi che sia quasi quello che filtra dalla Musica di Bruckner: che ammirasse Bach ed il Palestrina, ma li ammirasse in fondo coi "paraocchi" della propria epoca. Sul fatto di "sentire l'autore", beh, mi spiace, ma non trovavo termini "analitici" migliori: alle volte ci si deve arrendere, non saprai mai spiegare in fondo certe cose.
  9. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Beh, magari visto che il carnevale è vicino questo Bruckner travestito da Lulli e che come tale suona può anche starci . Comunque bisognerebbe informarlo che all'epoca gli archi potevano anche essere solo in 40 o 50 perché la costruzione e la tecnica esecutiva degli strumenti a fiato erano diverse, a non documentarsi fino in fondo si finisce per suonare come si fosse l'Orchestra di Tom&Jerry... Ora la Quinta di Bruckner ce la becchiamo eseguita da Celibidache, che non sarà filologico strictu senso, ma ha la cosa più importante per esserlo: sente l'autore veramente fino in fondo.
  10. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Casella, Sonata per arpa.
  11. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Händel, Concerto grosso Op.6 n.o7 vs. Schönberg, Concerto per Quartetto d'archi e Orchestra. A quanti debba controdediche.
  12. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Haydn, Sinfonia n.o104 "London". A quanti debba controdediche.
  13. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Bruckner, Sinfonia n.o9 e Te Deum.
  14. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Ovviamente l'anno non può cominciare che con Händel, Wassermusik e Feuerwerkesmusik. A tutti !
  15. Cosa state ascoltando ? Anno 2017

    L'ormai tradizionale ascolto di fine anno: Charpentier, Te Deum. A quanti debba controdediche.
×