Vai al contenuto

Flutex

Members
  • Numero contenuti

    44
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Flutex

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  • Compleanno 01/01/1908
  1. Come da titolo vendo i seguenti flauti traversi usati, da studio e intermedi YAMAHA YFL-311 - testata argento, mi snodato, confezioni originali YAMAHA YFL-211S II - argentato, mi snodato, astuccio originale YAMAHA YFL-221S II - argentato, astuccio originale TREVOR J.JAMES TJ10x - argentato, mi snodato, astuccio e borsa originale Descrizioni complete su flausite.wordpress.com o contattami con messaggio privato
  2. FLAUTO NUOVO

    Giornalista: "Maestro Heifetz, come suona bene il suo Stradivari" Heifetz: "Come?" - porge l'orecchio al violino - "Io non sento niente!"
  3. FLAUTO NUOVO

    Questo discorso su heavy/light mi interessa alquanto; anche io sono in procinto di acquistare un flauto nuovo (o un'altro flauto, anche usato), professionale, ma devo dire che sono sempre stato a digiuno di conoscenze tecniche costruttive. Ora che frequento qualche forum e ho contatti con flautisti, costruttori e riparatori mi si sta illuminando un mondo per me sino a qualche anno fa oscuro e sconosciuto. Il paramentro di scelta, al momento di nuovi acquisti per me è sempre stato... l'orecchio, con la prova sullo strumento naturalmente, in maniera tale da poterne apprezzare qualità meccaniche, sonore, possibilità espressive ed equilibri. Non sapevo niente di percentuali d'argento, spessori, peso. Il mio primo flauto è stato un flauto entry level Yamaha argentato in alpacca... comprato senza saperlo neanche usare. E' durato sino al 5°. Poi c'è stata l'esigenza di un flauto più espressivo e adatto agli studi superiori e al diploma... la scelta cadde su Muramatsu d'argento. Girai per Roma alla ricerca, ma un paio di negozianti avevano flautacci Muramatsu un pò datati veramente pessimi (addirittura uno era ossidato, chissà di che epoca era), e ritornando a Cagliari potei scegliere tra 2 identici (apparentemente) flauti fiammanti completamente in argento, Muramatsu AD. Beh... incredibilmente, uno era decisamente molto differente dall'altro, e la mia scelta cadde sul migliore . Questo Muramatsu, dopo tanti anni di studio e concerti, lo vendetti ad una flautista, ora in america; avevo bisogno di realizzare contanti per l'acquisto di un registratore digitale a nastro (allora molto costosi). Però non potevo rimanere senza flauto ed acquistai un flautino che però (sembra incredibile) mi ha dato soddisfazioni: un Trevor J.James 10x argentato in alpacca. L'attività con il flauto è diventata collaterale alla mia attività di composizione e realizzazione di colonne sonore per spettacoli teatrali e alla realizzazione di concerti di musiche originali, ma non specifiche per flauto. Ora ho voglia di riprendere un discorso professionale col flauto e mi si presenta un grande dilemma: acquistare un Muramatsu (usato, tra i 2/3000 EUR) per poi passare ad un flauto professionale, o acquistare direttamente questo ultimo flauto (il budget potrebbe essere intorno ai 7/15.000 EUR). Devo dire che quando visito i siti dei costruttori e/o dei distributori i dati forniti sono spesso così scarsi che i dubbi aumentano notevolmente. Credo che al più tardi nei primi mesi del prossimo anno farò un viaggetto per provare molti flauti, anche perchè le mie esigenze sono più precise, la maturità e sensibilità strumentale maggiore, e vanno toccate con mano le caratteristiche effettive di un papabile futuro flauto. Nel frattempo, cerco di ampliare il mio campo di conoscenza tecnica... anche leggendovi
  4. Brani per flauto con respirazione circolare

    Gustav Mahler - Sinfonia n.5 Ultimo tempo, anche se ci son 4 flauti! Cesar Frank - Sinfonia: Allegro non troppo Ultima parte del tempo, a 2 flauti.
  5. Brani per flauto con respirazione circolare

    Guavaira, concordo pienamente per il Prelude di Debussy (quel do# si succhia tant'aria, e anche la lunghezza delle frasi) e le notaccie lunghissime del Sogno di una notte di mezza estate del Felix Mendelssohn, ma il Bolero di Ravel... no, ci son punti in cui si può tranquillamente prendere fiato in modo normale aiutati dalla egregia scrittura (note appoggiate e/o staccate, chiusura di frasi su note lunghe). Che ne pensi? Certo, la parte espositiva del bolero è assegnata al flauto, ed è proprio solo soletto con un leggerissimo accompagnamento ritmico armonico, quindi molto esposto ed in evidenza... e qui entra in gioco la "fifa", la "psicologia" della paura di essere sotto gli occhi (e orecchie) di tutti, che forse fa andare via un pò di fiato. Nelle altre parti dove si ripresenta il tema su registri più acuti (due ottavini) le difficoltà, mutatis mutandis, sono similari a quanto detto prima per l'esposizione. Comunque, conoscere la respirazione circolare, anche in questo caso, può essere utile. Nell'abbisogna si usa!
  6. Brani per flauto con respirazione circolare

    Già, nel secondo tempo ci son due episodi a tre flauti (1 ottavino e 2 flauti) con terzine di crome legate, dinamica sempre f, il primo inizia a parti doppiate (2 flauti) ma poi seguono divisi (parti per terze) con l'aggiunta dell'ottavino (una terza reale sopra la parte più acuta di flauto) e le parti son sempre diverse... nel secondo episodio, un pò più lungo del primo, si potrebbe utilizzare la respirazione circolare, iniziano i due flauti, si aggiunge subito l'ottavino e poi terminano insieme su un trillo ff di fa/solb... E' una mia opinione. Credo che l'uso o il NON uso della RC sia determinato dalla capacità del flautista nel portare a termine frasi lunghe e dispendiose per il fiato che spesso sono influenzate dal tempo preso dal direttore d'orchestra. In generale, infatti, se quando suoniamo da soli o col piano o chitarra, o in formazioni cameristiche, se non addirittura accompagnati dall'orchestra in concerti solistici, ci possiamo permettere elasticità talvolta arbitrarie (per rendere meglio accettabile una presa di fiato o a volte passaggi complicati o chissà che altro) con il risultato che gli altri musicisti o il direttore ci seguono... (o ci inseguono?), in orchestra, son dolori! Questo tipo di elasticità occorre dimenticarsela. La parte va fatta a tempo! E col tempo che prende il direttore! Ritornando sulle Metamorfosi Sinfoniche di Hindemith, soprattutto nel terzo tempo può essere utile la RC: c'è una parte solistica micidiale, mediamente lunga, assegnata ad UN solo flauto, velocissima, fitta fitta di quartine di 32simi e di 16esimi seguiti da coppie di 32esimi legati e staccati (doppio) con combinazioni varie di legature... alla Hindemith .. sembra quasi un tempo di sonata! Guavaira, grazie! P.S: Guarda che si può chiamare anche al "femminile"... . Non lo sapevi che ogni uomo ha in se anche una parte femminile ?
  7. Quali brani state studiando?

    leggendovi..... ho avuto un déjà vu TOTÒ - Giovanotto! Carta, calamaio e penna, su... avanti, scriviamo! Dunque... Hai scritto "dunque"? PEPPINO - Eh, un momento no? TOTÒ- E comincia su! PEPPINO - Carta... calamaio... e penna... oh.. la carta... TOTÒ - Signorina! ...Signorina!! PEPPINO - E... dove sta? TOTÒ - Chi è? PEPPINO - La signorina! TOTÒ- Quale signorina? PEPPINO - Hai detto: "Signorina!" TOTÒ - È entrata la signorina? PEPPINO - E che ne so? TOTÒ- Signorina! PEPPINO - Avanti! TOTÒ - Animale! "Signorina" è l'intestazione autografa! Della lettera! Oh! Signorina,... (Peppino butta via il primo foglio di carta e comincia a scrivere su uno nuovo) TOTÒ - E vabbè... non era buona quella signorina lì? PEPPINO - Vabbè... TOTÒ- Signorina, veniamo... veniamo.. noi... con questa mia a dirvi PEPPINO - ...con questa mia a dirvi TOTÒ- A dirvi... una parola! Addirvi! PEPPINO - ... addirvi una parola... TOTÒ - che PEPPINO - che TOTÒ- che PEPPINO - che... TOTÒ- che è? PEPPINO - Uno? Quanti? TOTÒ - Che è? PEPPINO - Uno che? TOTÒ - Uno che? PEPPINO - Che è? Che è? TOTÒ - Scusate se sono poche PEPPINO - Che è? TOTÒ - Che è? ... Scusate se sono poche... Ma settecentomila lire, punto e virgola, noi ci fanno specie che quest'anno, una parola, questanno c'è stato una grande moria delle vacche, PEPPINO - ... una grande ... TOTÒ - Come voi ben sapete. Punto! PEPPINO - Punto. TOTÒ - Due punti! PEPPINO - ... due punti... TOTÒ - Ma sì... fai vedere che abbondiamo... abbundandis in abbundandum. Questa moneta servono... questa moneta servono... questa moneta servono a che voi vi consolate... Aoh... scrivi presto! PEPPINO - ...con insalate... TOTÒ - ... Che voi vi consolate... PEPPINO - ... ah, avevo capito "con l'insalata"... TOTÒ - E non mi far perdere il filo che ce l'ho tutta qui!... PEPPINO - Eh, avevo capito coll'insalata! TOTÒ - Dai dispiacere ... dai dispiacere che avreta... che avreta?... che avreta!! Eh già, è femmina... è femminile... che avreta perché... perché? PEPPINO - Non so... TOTÒ - Che non so? PEPPINO - Perché che cosa? TOTÒ - Perché che? PEPPINO - Ahh! TOTÒ - Dai dispiacere che avreta perché!!! È aggettivo qualificativo no? PEPPINO - Ah, io scrivo... TOTÒ - Perché dovete lasciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimo di persona... Ma che stai facendo una faticata? S'asciuga il sudore...! PEPPINO - Ehh... TOTÒ - Che siamo noi medesimo di persona... vi mandano questo, perché il giovanotto è studente che studia... che si deve prendere una Laura... PEPPINO - ... Laura... TOTÒ - Laura! ... che deve tenere la testa al solito posto, cioè sul collo. PEPPINO - ... sul collo. TOTÒ - Punto, punto e virgola. Punto e un punto e virgola! PEPPINO - Troppa roba! TOTÒ - Ah, lascia fare! Che dicono che noi siamo provinciali... siamo tirati... PEPPINO - Ma è troppo... TOTÒ - Salutandovi indistintamente... salutandovi indistintamente... sbrigati! Salutandovi indistintamente ... i fratelli Caponi. Che siamo noi. Questa ... apri una parente. Apri una parente e dici: "che siamo noi". I fratelli Caponi. Hai aperto la parente? PEPPINO - Mm. TOTÒ - Chiudila! PEPPINO - Ecco fatto TOTÒ - Vuoi aggiungere qualcosa? PEPPINO - Un "senza nulla a pretendere" non c'è? ... da "Totò, Peppino e la Malafemmena"
  8. Brani per flauto con respirazione circolare

    Sofia Gubaidulina - The Deceitful Face of Hope and of Despair Antal Doráti - Night Music
  9. Brani per flauto con respirazione circolare

    Ma certo Guavaira... la citazione di Casella e di altri brani fa parte della continuazione del discorso in un mio thread precedente: "Ci sono altri brani in cui l'utilizzo della respirazione circolare evita stress e paure da mancanza di fiato... o comunque la scelta di applicarla può evitare in qualche caso la mortificazione del discorso musicale interrotto (seppur sapientemente e brevemente) dalla presa di fiato. Occorre anche non dimenticare che la rc consente il "respiro musicale" prodotto dalle note sfumate ovvero può essere effettuata DURANTE una nota sfumata in conclusione di frase musicale, anche velocissima, dopo la quale ne inizi immediatamente un'altra." Io non la voglio inserire dappertutto (ehm... dai, fai la battuta )... la RC e sicuramente come dici tu, sono pienamente d'accordo, ci sono pezzi più adatti dove applicarla...
  10. Brani per flauto con respirazione circolare

    Alfredo Casella - Barcarola e Scherzo mmmm...tutte ste terzine e sincopi legateeeeeeeeeee nel primo tempo da batt.17 a 25 in RC anche il secondo tempo non scherza... nella 2a parte della prima pagina dopo 7 batt di pausa sino al Più presto assai dall'indicazione Vivace molto sino alla fine
  11. FLAUTI TEDESCHI

    beh... tutto molto interessante, anche i prezzi... bisognerebbe proprio provarli sti flauti... solo Aguirre ne ha provato uno? che modello hai avuto in mano Aguirre? descrivicelo un pò... tutte le caratteristiche positive e negative che hai potuto constatare... uff... moltooo mooolto pekato ke zito zia zolo 'n tetesco di cermania jaaaa almeno in inglese...no? mah... gli serve un corso di webmarketing al Maestro Gosse...hihi... anche i link, nella pagina dei link, sono a siti solo tedeschi, e per un link ad un sito in inglese... invece ci han messo la traduzione automatica di google dall'inglese al... TEDESCO! beh, sembrerebbe un bell'esempio di campanilismo linguistico o limitatezza provinciale per gli affari... inoltre anche le keywords del sito sono in tedesco ed il sito è sviluppato con il linguaggio FLASH... ovvero..."COME NON FARSI TROVARE IN RETE"...ghghghgh vabbuò...se i flauti son "buoni".. direte... ecchissenefregaaaa.. anzi, meglio che lo conoscano in pochi.. http://www.boehmfloete.de/ comunque grazie ad Anita per l'importante informazione dell'incontro-presentazione di Gosse a Torino... anche se non ci son potuto andare neppure io P.S. gli ho scritto... in inglese... spero risponda in inglese
  12. Timisoara?

    si si... che suonò? dunque... ho capito che ha vinto Matteo Evangelisti... ma degli altri non si sa nulla? che pezzi han suonato, come si è svolta la gara... a parte il reportage autoconcorsografico di Aguirre niente altro si sa? vabbè dai...se non potete fare i nomi... almeno i cognomi non c'è una lista dei primi classificati in rete? possibile che nel sito del concorso, che mi sembra ben curato, non inseriscano notizie sui vincitori? mah... ho notato che negli stessi giorni c'era un altro concorso flautistico http://www.concorsocimarosa.it/homeit.htm si son messi d'accordo... ???
  13. Brani per flauto con respirazione circolare

    ...riprendendo le redini del topic... Ci sono altri brani in cui l'utilizzo della respirazione circolare evita stress e paure da mancanza di fiato... o comunque la scelta di applicarla può evitare in qualche caso la mortificazione del discorso musicale interrotto (seppur sapientemente e brevemente) dalla presa di fiato. Occorre anche non dimenticare che la rc consente il "respiro musicale" prodotto dalle note sfumate ovvero può essere effettuata DURANTE una nota sfumata in conclusione di frase musicale, anche velocissima, dopo la quale ne inizi immediatamente un'altra. F.J.Haydn - Concerto per Flauto e orchestra in Re maggiore (Allegro moderato, Adagio, Allegro molto) Ci sono alcune progressioni nel primo tempo dove può far molto comodo la rc (anche se son presenti note da un quarto legate ad un sedicesimo che si possono sfruttare per prendere fiato)... secondo e terzo tempo qui e là... S.Mercadante - Dieci Arie Variate per flauto solo - Là ci darem la mano Nella variazione 4 e nella coda nelle quartine legate di 32esimi (anche nelle altre arie con variazioni son presenti molti punti similari) F.Shubert - Introduktion und Variationen uber "Ihr Blumen alle" Introduktion (volendo, in alcuni punti...) Variazione 1 Variazione 5 Variazione 7 Allegro (sulle quartine finali legate [segnate con D e poi con E nelle Ed.Peters] sol# fa# mi re do#si la sol# ecc... dove serve...) Segue...
×