Vai al contenuto

miaskovsky

Members
  • Numero contenuti

    5398
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su miaskovsky

  • Rank
    Bestiale

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

12559 visite nel profilo
  1. Anton Bruckner

    Ho il CD, trovato per caso a Firenze anni fa. Ascoltate questa Terza. Incredibile.
  2. Anton Bruckner

    Il poche parole ma lapidarie è stato Celibidache ad enunciare il fondamento dell'arte di Furtwangler in Bruckner e non solo, le sue esecuzioni, disse, esprimono tutto ciò che una musica ha da dire. Ed è vero.
  3. Anton Bruckner

    Questa è quella di Roma, celebre, alla quale si narra attendesse anche Luchino Visconti traendo ispirazione per il letimotiv di Senso. Vero o falso che sia l'aneddoto, è una esecuzione torreggiante. Conosco l'Adagio del '42 sempre da un disco Tahra e trovo superiore questa la lettura romana del secondo movimento, il canto dell'orchestra nel secondo tema è ineguagliato.
  4. Anton Bruckner

    La Settima preferita tra le Settime di Furtwangler, che vuol dire tra tutte le Settime incise.
  5. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    A chi gradisca.
  6. L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Bene, ha risposto Wittelsbach circa l'edizione. Concordo: slancio più beethoveniano che wagneriano e la realizzazione di Kna della partitura è precisa ed incalzante.
  7. L'ultimo CD acquistato (musica classica)

    Bellissima questa Terza in studio per la Decca, tra le migliori incisioni dell'opera. Pubblicata anche da Testament, è l'edizione che ho io.
  8. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Che esperienza! Dubito che qualsiasi esecuzione dal vivo (soprattutto quelle attuali) possa produrre il medesimo sbalordimento, la stessa stupefazione che si prova dinnanzi all'onda di suono di Solti e dei Wiener. E' musica ed è teatro ed è anche scenario immaginario e leggendario.
  9. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Sì, molto riuscita e con la Schwarzkopf come Anne. L'opera mi piace molto, si parlava di libretti più su, questo ad esempio è bellissimo e non poteva essere diversamente firmato da Auden e Kallman Per qualche tempo questi titoli operistici dell'etichetta 'Gala' sono stati in offerta a pochissimi euro ed hanno tutti un eccellente audio (o quanto meno fedele alle sorgenti sonore originali, non distorto da filtraggi eccessivi). Ho Preso diverse cose: il Don Giovanni di Furtwangler del 1953, la Tetralogia diretta da Krauss, Le Nozze di Figaro di Bohm (1957), Flauto Magico di Szell, Die Frau ohne Schatten diretta da Karajan.
  10. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Riguardo Busoni che certo era Uomo di conoscenze musicali vastissime, si aggiunge anche il dato biografico della frequentazione personale di Sibelius durante gli anni di insegnamento al conservatorio di Helsinki e l'aver anche spostato una donna del Nord: Gerda Sjöstran.
  11. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Sibelius è sempre stato periodicamente al centro dei miei ascolti ed alto nella considerazione. Adoro l'integrale di Barbirolli, registrata in età tarda da Sir John ma per nulla "spenta", l'orchestra è adatta al compito senza naturalmente essere la Boston Symphony. Un Sibelius espanso, umanamente eroico, grandioso ma senza manierismi. Nessuno penso abbia reso con tanto trasporto le lunghe frasi melodiche dei temi lirici dal carattere finnico-italico e con tanto impulso gli Allegri che paiono arabeschi in partitura (finale della Quinta da brividi). Tra le altre integrali che consiglierei c'è quella di Berglund con la Bournemouth Symphony Orchestra (EMI), con lo stesso Direttore e orchestra, la più bella edizione discografica di 'Kullervo'. Altre notevoli incisioni sono quelle di Sanderling e tra gli interpreti storici sicuramente Koussevitzky ha registrato una Settima di riferimento.
  12. Cosa state ascoltando ? Anno 2018

    Ascolto diviso tra ieri ed oggi. A Noone ed in controdedica a Zeit. e Superburp.
×