Vai al contenuto

Timorato

Members
  • Numero contenuti

    6
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Timorato

  1. La tempesta di Beethoven

    Non so perché mi è tornata in mente questa sonata. Ho a casa l'incisione di Pollini. Su Youtube ne ho ascoltate altre rapidamente: Giles, Richter, Glenn Gould. La peggiore Gould. La migliore Pollini. Opinione dei pianisti?
  2. Domenico Scarlatti (1685-1757)

    Io sul pianoforte non le posso soffrire ... neppure se suonate da Michelangeli, Horowitz etc. Quel suono romantico che sa di lucido , con tutti quegli armonici romantici che non c'entrano niente con Scarlatti.... bah!
  3. La tempesta di Beethoven

    No, assolutamente. Quella di Glenn la trovo troppo rapida e "meccanica". Ci può stare per Bach... Quella di Pollini la trovo la più "equilibrata" cioè unisce il carattere "tempestoso" della sonata con rigore e pulizia... naturalmente ben accetti tuoi commenti in proposito
  4. Che tipo di ascoltatore sei ?

    <Piùche altro sono un ascoltatore discontinuo. A periodi di ascolto intenso si alternano lunghi periodi di ascolto inesistente. Se suono, generalmente non ho alcun desiderio di ascoltare.
  5. I Chitarristi che amate di più

    Manuel Barrueco indiscutibilmente.
  6. Domenico Scarlatti (1685-1757)

    Suonando la chitarra è uno dei miei preferiti. Delee sonate di Scarlatti ne sono state trascritte (le più "trascrivibili") diverse. Prima da Andrès Segovia. Non sono facili da nessun punto di vista: tecnico per ovvie ragioni, essendo trascritte dal clavicembalo, ma anche da rendere non è cosa facile (ad esempio diversamente da Bach, che in questo senso è molto "più facile"). L'esecutore che a mio avviso le suona magnificamente e superbamente è indiscutibilmente Manuel Barrueco superiore a tutti. Nei miei ascolti, ho a casa alcune incisioni di Gustav Leonhardt, ho ascoltato diverse versioni per pianoforte (Horowitz, Michelangeli, Lipatti, Pogorelich)
×