Vai al contenuto

Aconitum

Members
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Aconitum

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  1. Madama Butterfly, riflessione: lirica e recitazione

    Grazie Pinkerton, a quanto pare quest'opera non è così semplice come me l'aspettavo! Un'altra cosa: non ho visto il pezzo "Addio fiorito asil" nella replica di sabato sera di Rai 5; è stato tagliato dalla regia o non è andato in scena?
  2. I Puritani: pareri?

    Grazie! L'anno scorso Lucia l'ho vista al Pavarotti di Modena, forse erano gli stessi interpreti? Quest'anno I Puritani li vedrò sempre al Pavarotti. Conosci gli interpreti? Che ne pensi?
  3. Buonasera a tutti, mercoledì ho assistito in diretta TV alla prima della Scala "Madama Butterfly". Vorrei proporvi qui di seguito una mia riflessione che parte da questo recital e sottolineare che, da neofita e non intenditore, vi descriverò le cose come mi appaiono dandone un parere "di pancia" più che un parere critico-tecnico. Che dire? E' la prima volta che vedo M. B. e devo dire che la storia è davvero toccante e commovente, unita allo stile struggente di Puccini fa di quest'opera un capolavoro per me davvero travolgente. Tuttavia, in questa rappresentazione, mi ha deluso in particolare un aspetto: la recitazione. Ho trovato molti interpreti davvero inespressivi: sembrava che non sapessero ciò che stessero cantando e ciò che il personaggio provava in quel momento. Più di tutti mi ha lasciato perplesso l'interpretazione di Cio-cio San che mi è sembrata statica e inespressiva: ad esempio nella famosa scena di "Un bel dì vedremo" mi aspettavo di trovare un volto che trasudava letteralmente speranza e perseveranza e invece questa figura ingessata con le mani stese e le dita incollate non mi ha trasmesso nulla. Detto ciò mi sono chiesto: è quest'opera in particolare che va interpretata così? E' l'Opera lirica in generale che si concentra sulla tecnica canora e "tralascia" quella recitativa? Il fatto che ci troviamo dinanzi al Teatro alla Scala lascia pochi dubbi sulla fama e la bravura dei cantanti che si esibiscono quindi ho cercato di fare qualche confronto: prendendo ad esempio Diana Damrau, trovo che abbia (oltre che ad una splendida voce) un modo di recitare fantastico e coinvolgente, il modo di muovere le mani, le espressioni facciali, il modo di articolare le parole e tanto altro! Come ad esempio in alcune interpretazioni di Lucia di Lammermoor e La Traviata. Altri esempi di cantanti lirici che trovo molto espressivi nella recitazioni sono Juan Diego Florez e Angela Gheorghiu. Dopo questa considerazione ho in parte fatto luce ai miei dubbi: allora tecnica canora e tecnica recitativa possono anche andare a braccetto! Sono davvero la Gheorghiu e la Damrau artisticamente superiori alla Siri? Oppure quest'ultima ha un modo di recitare peculiare che evidentemente a me non è arrivato? Il fatto che questa prima sia stata oltremodo giudicata come "ineccepibile" alimenta ancor di più le mie perplessità riguardo questo argomento. Fatemi sapere cosa ne pensate, ne sarei davvero grato Grazie a tutti!
  4. Che ne pensate di Anna Netrebko?

    Personalmente non mi piace. Non a livello di tecnica (di cui non so nulla), ma a livello di coinvolgimento emotivo: per i miei gusti trovo la sua voce troppo fredda e inespressiva. Amo invece Angela Gheorghiu come soprano lirico e Diana Damrau come soprano di coloratura. Ultimamente ho scoperto un album di Joyce DiDonato che mi piace davvero tanto!
  5. I Puritani: pareri?

    Buonasera a tutti! Sono da sempre appassionato di musica classica ed opera lirica che ascolto assiduamente ogni giorno. Soltanto da poco però ho potuto andare a teatro ad assistere ad un'opera: la prima volta l'anno scorso con Lucia di Lammermoor e ora con La Traviata. Per quanto riguarda Lucia devo dire di essere rimasto soddisfatto, a me il Belcanto piace e ho trovato la storia molto lineare e pulita. Mi è piaciuto l'uso dell'orchestra, a mio avviso molto brillate e colorato, che coinvolge molti strumenti. Per non parlare delle voci: la scena della follia è una delle mie preferite! Per quanto riguarda La Traviata devo dire di essere rimasto un po' deluso! Premettendo che Verdi non mi ha mai entusiasmato, devo dire che mi aspettavo più coinvolgimento. A parte le arie più famose come "Che fai? Nulla" che ti entrano davvero nello stomaco, ho trovato in generale l'opera un po' carente di quel carattere che avevo trovato in Lucia, soprattutto per l'uso dell'orchestra che a volte ho sentito quasi come "minimo indispensabile". Gli ultimi due atti in particolare li ho trovati pesantucci. Con ciò, pur non essendo un esperto, ho cercato di farvi capire più o meno i miei gusti in materia e quindi vi chiedo: I Puritani potrebbero andare? Mi piacerebbe molto vederli, amo il pezzo di "Vieni fra queste braccia" e d'altro canto si tratta pur sempre di Belcanto. Voi che ne pensate? Grazie mille a tutti! PS: chiedo perdono in anticipo se mi sono espresso male e non ho utilizzato la terminologia tecnica del campo, ho cercato di esprimere al meglio ciò che mi è parso
×