Vai al contenuto

Subbasso97

Members
  • Numero contenuti

    194
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Subbasso97

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 25/04/1997

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

2901 visite nel profilo
  1. Desiderio antico: regole ensemble flauti dolci

    Ho solo un microfono dinamico da voce, che prende solo se posizionato a un millesimo di millimetro dalla fonte, e comunque è amatoriale, non prende chissà quanto bene gli strumenti... Ci vorrebbe un bel microfono a condensatore, ma chi lo compra?
  2. Desiderio antico: regole ensemble flauti dolci

    Eh, lo so, è l'eterna condanna del mio canale youtube... Sono costretto ad utilizzare MuseScore, perchè mi mancano essenzialmente due elementi: dispositivi in grado di riprendere gli strumenti musicali in maniera almeno accettabile e competenze informatiche sufficienti a creare un buon montaggio delle tracce audio. Per quanto concerne le dinamiche, per fare un esempio, ho rinunciato da un pezzo ad inserirle, perchè manca la gradualità (le funzioni di crescendo e diminuendo esistono solo sotto l'aspetto grafico, ma nella traccia MIDI sono totalmente inesistenti). Per quanto concerne i timbri... I flauti dolci sono, a mio avviso, i più realistici (probabilmente sono i più facili da creare sinteticamente per una questione di armonici), dovrebbe sentire gli archi (se non li ha già sentiti). Ho affrontato, se non mi sbaglio, la questione dell' "eccessiva uniformità timbrica", in uno dei miei video.
  3. Desiderio antico: regole ensemble flauti dolci

    Ecco un esempio sonoro di come ho cercato di sfruttare la mia intuizione sul gran basso, spero almeno un po' gradevole. <iframe width="480" height="270" src="https://www.youtube.com/embed/QbKcMKGHLnM?rel=0"frameborder="0" allowfullscreen></iframe> <iframe width="480" height="270" src="https://www.youtube.com/embed/K8IrIkMfY90?rel=0"frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
  4. CORO DI TENORI

    Buon giorno a tutti. So bene che il brano presentato è ben lungi dall'essere classico, ma la parte del video che intenderei sottoporre all'attenzione del forum è l'introduzione che ho elaborato con Loquendo: voi sassofonisti seri conoscerete certamente il vostro strumento molto meglio di quanto lo conosca io, quindi vi rivolgo questa domanda: è possibile? Si potrebbe fare? Spero qualcuno possa esserne interessato. <iframe width="480" height="270" src="https://www.youtube.com/embed/cCt9xnRJmbo?rel=0"frameborder="0" allowfullscreen></iframe> <iframe width="480" height="270" src="https://www.youtube.com/embed/1YLrZWLjTlM?rel=0"frameborder="0" allowfullscreen></iframe>
  5. VIOLONCELLO LUIS AND CLARK

    Buon giorno, chiedo venia per l'assenza prolungata, ma sono stato preso da altre faccende. Ad ogni modo, finalmente ho trovato l'occasione per sottoporre all'attenzione degli egregi utenti questo argomento che mi ha sempre affascinato molto: il violoncello Luis and Clark in fibra di carbonio. Cosa ne pensate? Qualcuno di voi è mai entrato in possesso di uno di questi strumenti? Ho ascoltato la registrazione di "Smooth Criminal" ad opera dei mitici "2Cellos", e il timbro mi sembra molto buono (per quanto una registrazione possa essere attendibile). I vari siti internet e i testimonials forniscono responsi assai positivi in merito, come, ad esempio, un suono più potente, leggerezza, robustezza... Risponde a verità (ovviamente, tralasciando "Smooth Criminal" e le altre cover di brani del medesimo genere, con riferimento alla musica classica)? Mi auguro di avere aperto una conversazione interessante.
  6. cosa state componendo?

    Ho elaborato la "Poltronieri Symphony", ossia qualcosa che dovrebbe avere a grandi linee la struttura di una sinfonia (direi, comunque, una sinfonia "bonsai"), scritta per orchestra di flauti dolci. Comunque ho fornito una spiegazione dettagliata con Loquendo nell'apposito video nel mio canale youtube ("Oudeìs 97")... Se ne prendesse visione un insegnante di armonia penso gli verrebbe un colpo per tutte le regole che ho infranto.
  7. IL VIOLONCELLO DA SPALLA

    Chiedo venia per il ritardo, ci ho pensato più volte, ma non saprei come reperirla.
  8. IL BASSANELLO

    Dannazione, mi dispiace, sembrava potesse essere uno strumento interessante, peccato. Comunque grazie per il chiarimento, Le auguro un buon proseguimento di serata.
  9. IL BASSANELLO

    Consultando un'enciclopedia di musica, ho letto di uno strumento a fiato ad ancia doppia, costruito in una famiglia composta da tre taglie (discanto, tenore e basso - soprano, contralto-tenore, basso, a seconda del manuale). Purtroppo, nel cercare di reperire fonti sonore su youtube sono rimasto deluso, non c'è neppure una rappresentazione filologica di musica rinascimentale (in base a quanto ho letto, questo è il periodo in cui si colloca il bassanello) in cui sia coinvolto lo strumento. Ho pensato che, trattandosi di uno strumento ad ancia doppia, questa fosse la sezione più adatta. Qualcuno, per cortesia, sarebbe in grado di fornirmi del materiale audio? In caso contrario, qualcuno sarebbe in grado di fornirmi almeno l'estensione dei tre modelli (ho cercato anche con google, ma non ho rinvenuto alcuna informazione utile)? Con la premessa che il mio interesse è rivolto in maniera particolare al modello basso. Ringrazio in anticipo per una (eventuale) risposta. P.S.: non si tratta di una captatio benevolentiae, è solo la mia opinione: sono un grande amante del fagotto, e, magari anche tra una decina di anni, gradirei l'idea di approcciarmici.
  10. cosa state componendo?

    Ouverture “De Amore”, in Do Maggiore, il cui organico comprende i seguenti strumenti: flauti traversieri, flauti dolci contralti e tenori, tromboni, un tamburo, un clavicembalo, viole da braccio (soprani e contralti, dunque, pressapoco, violini e viole), bassi da gamba. Si tratta di un tessuto armonico costruito sulla linea di basso della celeberrima canzone “Io Vagabondo”. Non è un cattivo lavoro, anche se un po' mi rammarica il fatto che sia stato svolto a partire da una linea di basso preesistente.
  11. LE PEGGIORI CORDE

    Quali sono le corde peggiori che abbiate mai sperimenteto? Per quanto concerne il timbro, le peggiori che abbia sperimentato sono le Alice: un suono metallico che fa rizzare i peli dal disgusto... Le ho applicate, poi le ho tolte dopo mezz' ora e ho rimontato le vecchie Jargar che erano sul punto di saltare, eppure avevano un timbro anaritmeticamente migliore. Per quanto concerne la resistenza, quando impiegavo le Dogal, saltavano dopo un mese, due al massimo; una volta ho aquistato un cantino della suddetta marca, l'ho applicato, e, arrivato appena al Fa, si è spezzato, procurandomi anche un graffio... Un disastro... E lo stesso è capitato anche alla mia insegnante con queste corde... Lieto di conoscere i vostri pareri.
  12. IL VIOLONCELLO DA SPALLA

    Ringrazio entrambi per la risposta, tuttavia non si tratta di una questione di repertorio, ma di praticità: quando partecipo con il trio ad una processione, o dobbiamo effettuare un'entrata in scena suonando, il fisarmonicista e la cantante non hanno problemi, mentre io, non essendo in grado di dominare la tecnica di Sollima per deambulare suonando, sono costretto ad utilizzare uno strumento diverso dal violoncello, solitamente la viola, il sax o il flauto dolce basso, ma in alcuni brani si necessiterebbe del violoncello, o di uno strumento il cui timbro e la cui tesasitura siano il più simile possibile (sono costretto a eseguire alcuni temi in 4'), quindi, non volendo buttarmi a capofitto su una cineseria, ho pensato al violoncello da spalla. Ma se mi si dice che si tratta di un dispendio inutile, non mi resterà che ripiegare sulla cineseria... In realtà ci sarebbe anche il 16' della mia fisarmonica, ma il Maestro afferma che mancherebbe il "tocco classico", due fisarmoniche, anche se con registri differenti, in effetti costituiscono un surplus per il nostro tipo di repertorio.
  13. IL VIOLONCELLO DA SPALLA

    Buon giorno, l'argomento di questa discussione è uno strumento, a mio parere, molto interessante, ossia, il violoncello da spalla. Per ragioni varie, sarei molto interessato a possedere un simile strumento, e sarei molto lieto se qualcuno potesse consigliarmi come reperirne uno (mi riferisco proprio al modello a cinque corde). Nel caso in cui mi vedessi costretto a ripiegare su un violoncello da 1/16 (dal suono terribile), anche se con un po' di rammarico, lo farò, poi cercherò di trovare un modo per migliorarne il timbro. Ad ogni modo, sarei ben lieto anche di visionare l'opinione di qualcuno di voi in merito a siffatto artifizio. Grazie in anticipo.
  14. E' incredibile che la mia mente sia così volubile... Basta una frasetta composta da un semplice predicato nominale (e basta), e non comprendo più i miei pensieri... Forse necessiterei di un trapianto di cervello, se solo fosse possibile... Sono un uomo malato.

×