mirko996

Members
  • Numero contenuti

    381
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su mirko996

  • Rank
    Qualcuno
  • Compleanno 17/05/1996

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Visite recenti

579 visite nel profilo
  1. So che è troppo tardi per rispondere a questa "Discussione" visto che il premio stradivari è passato da un bel po', ed inutil dire che di questo argomento si è trattato fino allo svenimento, comunque se hai la possibilità di andare a provare i clarinetti da Patricola ti conviene, sono molto disponibili come persone, il suono dei loro clarinetti è omogeneo in tutti i registri, sono veramente molto belli
  2. Leblanc li conosco però solo quando facevano i clarinetti in francia, penso che questi non siano gli stessi leblanc di allora ma ovviamente degli strumenti da studio, non puoi aspettarti molto ma vanno benissimo per studiare, per il bocchino o prendi uno yamaha a 30 euro e dopo un po' ti stufi per l'intonazione o io ti consiglio un vandoren possibilmente un b40 che può darti molto e viene 80 euro ma quei soldi che hai speso sei sicuro che ti daranno molto di più di uno yamaha.
  3. Teoricamente si, digitando la seriale sul web o contattando la buffet crampon in persona dovresti essere in grado di trovare il modello del suo clarinetto, più di così non so, da come ne parli sembra che il modello sia proprio scomparso dal clarinetto. Questo mi fa venire in mente una cosa... Tempo fa esistevano dei clarinetti della selmer molto antichi, quasi secolari, che avevano davanti il timbro dell'omonima ditta francese ma non il modello esatto, solo dalla seriale potevi risalire al modello esatto e la data di costruzione dello strumento, anche perché avevano un numero di seriale diverso da quello che usano oggi giorno.
  4. Il classico errore di accantonare Il cool jazz come il jazz di soli musicisti bianchi e il Be-bop per i negri. E' normale dire questo ovviamente. Dare una risposta a questa domanda non è molto semplice, bisognerebbe sentire ed analizzare i brani Prima della morte di Charlie Parker, che è stato il padre di questo movimento che è denominato Be-bop, di cui molti musicisti si sono uniti, tanto per intenderci i seguenti: Buddy DeFranco, Tony Scott, Dizzy Gillespie, Chet Baker, Red Rodney, Kenny Clark, Lennie Tristano, Miles Davis, Red Rodney, Charles Mingus. La differenza non sta tantissimo nell'atmosfera, perché se hai sentito " Charlie Parker With Strings " anche se l'atmosfera è tranquilla esattamente come un brano di tipo Cool in realtà c'è sempre la presenza di fraseggi, e lo swing è sempre presente, il be-bop non esiste senza lo swing, niente esiste con lo swing, bisogna avercelo nel sangue, se non non sei un musicista di jazz, sei un musicista classico. Nel mentre molti musicisti hanno iniziato ad intraprendere la propria strada, e si parla di Cool Jazz con Miles Davis nel 1950 con "The Birth of the Cool" dove la musica è quasi cameristica, un ensemble in poche parole, che all'epoca fu denominato "Tuba Band" da Gil Evans perché era formato da strumenti che in ambito jazzistico non erano mai stati utilizzati per ottenere delle particolari sfumature, per esempio il corno francese o la tuba, fu anche il primo caso di nonetto, e ovviamente non c'erano solo musicisti neri ma anche bianchi come Gerry Mulligan, quindi non sono i bianchi ad aver inventato il cool jazz, e non è un genere suonato solo dai bianchi e basta, e non bisogna nemmeno tanto confondere cool jazz come jazz freddo, jazz ghiacciato, anzi, è figo, che poi ti può trasmettere quella sensazione di freschezza è un'altra cosa, ma l'idea che doveva dare il cool era proprio la bellezza di questo genere, inutile dire che bisogna sentire il più possibile per sentire le notevoli differenze tra il bebop e il cool perchè solo in questo modo puoi davvero fare un confronto, è come sentire Charlie Parker a 17 anni che suonava swing con l'orchestra di jay mcshann e a 30 anni con Dizzy Gillespie, anche se è stato solo un momento storico il bebop ha influenzato, e continuare a influenzare il panorama musicale non solo jazzistico.
  5. Lo Yamaha va veramente bene e te lo consiglio, e lo puoi trovare anche a meno se vuoi cimentarti sull'usato senza per forza prenderne uno nuovo, e ti ritroveresti tra le mani un buon strumento, non è un professionale come un buffet crampon o un selmer in legno ma è uno strumento veramente molto buono.
  6. Pensa un po', io avrei pensato che fosse qualche fabbrica da qualche parte in Taiwan o in cina che facesse questi strumenti pari identici agli originali, molto interessante... Immagino, considera che gli Ida Maria Grassi che fanno ora sono diversissimi dagli Ida che facevano prima degli anni '90 perché gli strumenti sono assemblati tutti in cina, insomma, può immaginare il motivo, ovviamente lo strumento del suo maestro è di una fattura decisamente migliore, sarà di ebano ed è stato usato tantissimo, di solito le meccaniche degli strumenti cinesi sono veramente scomode rispetto agli strumenti, comunque se vuoi inoltrarti su qualcosa di migliore potresti provare sugli Yamaha o alcuni buffet crampon intermedi che nuovi costano sui 500 ma nell'usato costano anche meno della meta, bisognerebbe sempre considerare un investimento però, ma ti ritroveresti con un buon strumento... Io ho avuto la fortuna di trovare questo Leblanc L27 21 chiavi discendente in ebano degli anni 60, un gioiellino, e l'ho preso a 200 anziché a 400, e con 120-160 (non ricordo più) mi sono ritrovato uno strumento veramente molto bello che vale veramente molto di più, giusto per dire. Secondo me con un Yamaha ti troveresti bene, poi consultati con il maestro, è anche meglio avere un confronto diretto con il proprio insegnante.
  7. E' uno di quei musicisti che ti sconvolge completamente, poi ha suonato con il mitico Ornette Coleman... Fa parte del movimento del jazz norvegese, per cui ce ne sono di musicisti molto simili, io, per tempo e altre cose non li ho ancora sentiti tutti, però vale la pena, sono molto "nostaligici".
  8. I sassofonisti, per imparare, prima devono iniziare dalle note piane, è inutile fare le note con 300000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000 F che poi alla fine fanno tutte schifo e sono incontrollate. Non penso di aver sentito un sassofonista jazz non usare sfumature scure e note piane, e io ne ho sentiti. Poi il video era tanto per citarlo, anche sentendo Tony Scott, per esempio, lui non suona solo note sovracutissime ma anche note gravi con una dinamica da lui voluta, e senza mai mancare di un controllo... questo era solo per citare Buster visto che sto sentendo Louis Armstrong delle origini, e mi ha impressionato... Poi ovvio, tanto esercizio, ma sopratutto, capire quello che stai facendo e sistemarlo. Forse è meglio che la terminiamo qua se no finisce andiamo fuori discorso.
  9. Con il flauto puoi ottenere un piano a dir poco soddisfacente, specialmente nella prima ottava, la seconda ottava diventa già più tostina però non impossibile... Con il clarinetto pure, la prima ottava o il registro di chalumeau e la seconda ottava o il registro di clarion non è difficile fare note pianissime e fortissime, il problema è arrivare alla terza ottava facendola piano, io per esempio sto combattendo attualmente con le seguenti note cercando di farle con una dinamica: Mi6,Fa6, Fa#6. Non mi piace solo fare le note forti, ma anche le note piane, cerchi di fare le dinamiche, la base insomma, per imparare a sostenere il fiato e tutto il resto. Partendo dalla nota pianissimo fino a crescere e arrivare a un fortissimo è non facile per niente, anzi, è più facile che ti porti a fare un armonico superiore. Invece è facile farle forti, eppure non mi piacciono... Sentivo questo clarinettista degli anni '20 e '30 che ha suonato tantissimo con il Dio Louis Armstrong e anche con Sidney Bechet, Clarence Williams, Fletcher Henderson etc... Si chiama Buster Bailey e te lo giuro, ho sentito diversi clarinettisti di epoche e generi diversi, ma non ne ho mai sentito uno in grado di gestire le dinamiche, le altezze, il virtuosismo, e il tutto in una maniera pulitissima e controllata come lui, e mi piace il suo suono, incredibile insomma:
  10. Potresti provare ad ascoltare Jan Garbarek ti avverto, tra Bill Frisell e Jan c'è un abisso colossale, sentendolo non solo dal vivo ma anche nei suoi cd (rites, mnemosyne, dis (se hai voglia, senti Dis, Jan in pratica improvvisa sotto la melodia di una Wind Harp, qualcosa di assurdo) sono due cose diverse, scuole di pensiero diverse, anche proprio il repertorio è completamente diverso, Jan Garbarek spazia molto sui canti dell'ordinarium prorium e sulle messe religiose, ha un suono vellutatissimo quando suona il sax, sembra quasi una cornamusa a momenti, però come atmosfera si avvicina abbastanza a quella di Bill Frisell.
  11. L'importante è che non deformi le chiavi, puoi anche toccarle e appogiarti durante la fase di smontaggio. Ovvio che è normale che si tolga facilmente proprio all'uso costante di vasellina, per cui non hai neanche più bisogno di metterla se no il sughero diventa talmente tanto morbido che si toglie e bisogna farselo fare, e costa sui 5€ in su...
  12. L'ho appena detto sopra. La legatura non ti fa diventare un maestro. Ti aiuta e ti cambia molto il suono, ma se non funziona e quindi non stringe è inutile.
  13. Vendo clarinetto buffet crampon in Sib E12FL con leva del Mib mai stato imboccato o usato comprato da pochissimo con fattura e garanzia di due anni a partire dal 05/2016 tamponi in pelle legno grenadilla non necessità di revisione, suonabile subito Da negoziante costa 1180 (scontato di 1300 da Daminelli) io lo metto a 880 ribassato ed è leggermente trattabile occasione da non perdere, è nuovo e con garanzia Zona Genova
  14. Vendo clarinetto buffet crampon in Sib E12FL con leva del Mib mai stato imboccato o usato comprato da pochissimo con fattura e garanzia di due anni a partire dal 05/2016 tamponi in pelle legno grenadilla non necessità di revisione, suonabile subito Da negoziante costa 1180 (scontato di 1300 da Daminelli) io lo metto a 880 ribassato ed è leggermente trattabile occasione da non perdere, è nuovo e con garanzia Zona Genova
  15. Non centrera nulla, ma se mastichi un po' di inglese leggiti questo e fatti una risata https://bitguru.wordpress.com/2013/05/07/cases-for-full-boehm-clarinets/