Vai al contenuto

Lorenzo95

Members
  • Numero contenuti

    90
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Lorenzo95

  • Rank
    Qualcuno

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Interessi
    musica classica e moderna (fino agli anni '80), organo e musica organistica.
  1. Che tipo di Organo è?!

    Buonasera Alexia82 e benvenuta. Nella finestra in cui scrivi il messaggio, sopra il comando "Invia risposta", c'è un altro comando con su scritto "inserire altri media". Puoi provare ad usare quel comando, anche se a me, ad esempio, non funge. Altrimenti penso che anche per via MP possa farlo. Nella peggiore delle ipotesi puoi condividerle via mail? Buon pomeriggio a te!
  2. Dilemmi e pensieri

    Buongiorno Luché, entro nel forum dopo parecchi mesi ed in effetti mi sono perso parecchie notizie e discussioni, non per ultima quella da te aperta su come ipotizzare un intervento su un organo già esistente avendo a disposizione un budget che io considero assolutamente adeguato per effettuare un intervento di largo, larghissimo respiro su un organo che non è comunque muto. Vivo a Latina, la nostra cattedrale possiede un Pinchi a due tastiere, 1800 canne circa, un suono abbastanza gradevole e ultimamente con circa 5000 euro sono riusciti a riportarlo in condizioni di essere suonato, con un intervento mirato ad una reintonazione generale ed una sostituzione dei manticetti, più altri piccoli interventi sulla trasmissione che accusava qualche acciacco dovuto ai quasi 50 anni di esercizio. Parlando con il parroco ho sentito parlare di un percorso che è stato fatto, che prevede un secondo passo nell' opera di restauro del suddetto organo, con una spesa di circa 20'000 euro, il che riporterebbe lo strumento ad uno stato quasi pari al nuovo. Tempo addietro sentii parlare anche di una sostituzione della consolle con una a tre tastiere e l' aggiunta di un corpo corale che fungesse da positivo, insomma, l' intenzione era quella di rendere quell' organo uno strumento abbastanza rilevante e la spesa si sarebbe aggirata anche qui intorno ai 150'000 euro. Quel che voglio dire è che con una cifra del genere le strade da percorrere sono molteplici, alcune delle quali possono anche non implicare che si consumi tutto il budget, riservando un piccolo fondo per la manutenzione ordinaria dello strumento. L' idea di fare una piccola registrazione per ogni registro mi piace; nel caso in cui dovessi farla, puoi spedirmela cosicché possa apprezzare le sfumature di questo strumento. Per quanto riguarda la disposizione fonica, effettivamente le mancanze non sono troppe, e sono facilmente individuabili ed eliminabili; in particolare ho notato: -la mancanza di un altro fondo da 8' al Recitativo (con cui bilanciare l' abbondanza di violeggianti e dare un senso alla presenza del flauto da 4', pensavo ad un bordone o ad un altro flauto, sempre da 8') -la mancanza di ance al pedale. Per quanto riguarda l' ancia al pedale di solito si pensa ad un' unica ancia da 8', una tromba ad esempio. Se poi si vuole creare una consistente batteria di ance si può pensare anche ad un registro da 16', una bombarda oppure un trombone, o ancora un controfagotto, e magari ad un registro da 4', chiarina o fagotto o altri.... Nel caso in cui si vogliano inserire ance in abbondanza al pedale suggerirei a mio parere un' ancia, anche non troppo prevalente, al recitativo, magari una tromba armonica, oppure un oboe, da 8'. La disposizione dunque figurerebbe in tal modo: G.O.: Principale 16 Principale 8 Ottava 4 XII XV XIX XXII Ripieno grave 4f Ripieno acuto 4f Dulciana Flauto 8 Unda Maris Tromba 8' Recitativo: Principale 8 Ottava 4 XV Ripienino 2 File Viola 8 Coro Viole 8 Voce Celeste 8 Flauto 8' (o bordone 8') Flauto 4' (o bordone 4') Oboe 8' (Tromba armonica 8') Pedale: Contrabasso 16 Subbasso 16 Basso 8 Bordone 8 Ottava 4 XV 2 Bombarda 16' (Trombone 16') Tromba 8' Chiarina 4' N.B. In rosso i registri aggiunti. Bene, credo di aver offerto anche il mio contributo alla discussione, col vostro permesso ora vado a pranzare Buona giornata a voi!
  3. Wiener Erinnerung

    Non sarebbe la prima volta che si sceglie di non suonare uno strumento e di non fargli manutenzione perché "costa troppo"...Certo, avrebbero potuto evitare di costruire un altro organo a quattro tastiere ed un corale a due, tutti e due da Rieger peraltro (il che mi puzza un po' come cosa). E' impressionante come questo modo di pensare (non in tutti i casi, fortunatamente) sia giunto fin laggiù...resta il fatto che uno strumento di simile grandezza, di cui girano su youtube solo due video, peraltro datati, con quelle mostre da 32' imbrigliate come fossero cavalli pronti a ripartire...mi incute un certo fascino...
  4. Ditta organaria Vincenzo Mascioni

    >https://www.youtube.com/watch?v=qCi6SAs1DRY Lo so di essere un po' blasfemo e anche off topic, ma vedendo il pathos con cui questo giovane frate canta (sarà forse l' assenza di microfono che lo costringe a cantare con tanta enfasi?), ho pensato a qualcuno che potrebbe fare duetto con lui..... Attenzione, sottolineo enfasi e basta, perché in effetti il giovane frate la voce ce l' ha...e anche buona
  5. Non l'avevo mai suonato prima!

    Spero sia il posto giusto dove parlarne: giovedì ero a roma e ho provato due organi...il pomeriggio ho provato il Tamburini di SS. Cosma e Damiano e mi ha lasciato mooooolto perplesso...sia per l' accordatura che per la manutenzione. La mattina ho avuto il piacere di conoscere l' organo maggiore della basilica di S. Maria sopra Minerva, op. 1300 datato 1909 della ditta Carlo Vegezzi Bossi...davvero un ottimo strumento, per quanto il mio parere di dilettante possa avere una valenza ridicola...mi è piaciuto tantissimo. Piacevole è la sistemazione e tetro il tragitto da compiere per salire sull' altissima cantoria, una serie di cunicoli e di stanze che sembrano abbandonate e dopo un po' l' arrivo in cantoria, dove trova posto la splendida consolle con le sue placchette colorate, e proprio sopra di te si staglia il corpo d' organo...è fantastico il fatto di sentire la trasmissione pneumatica e di vedere effettivamente il movimento della stessa mediante delle aperture al di sopra della consolle...la sua posizione, proprio SOTTO l' organo, sembra quasi non penalizzare l' ascolto dello strumento...sembrava quasi di suonare da dentro l' organo. Un' esperienza davvero edificante, nonché emozionante. Ringrazio anche il rettore per la sua gentilezza a farmi provare lo strumento. Mi è sembrato anche ben tenuto ed accordato (ho sentito in giro per Roma ance scordate nell' ordine del semitono), e le stesse ance di quest' organo sono molto presenti, così come i fondi dei manuali ed i ripieni. Amo gli strumenti che non nascondono nulla. Un' organo meraviglioso! Scusatemi se ho sbagliato topic. Propongo ad Antiphonal di aprirne uno dove elenchiamo gli organi che si possono suonare e quelli che vale la pena suonare (con relative "recensioni" di chi lo ha provato), visto che non abbiamo mai parlato, se non occasionalmente, di questa faccenda, o quantomeno non vi abbiamo dedicato molto spazio, o addirittura un' intera discussione...si parla spesso degli strumenti, ma sempre in contesti "diversi". Una discussione dedicata agli strumenti e basta "Organi accessibili: di questi, quali vale effettivamente la pena provare??" Buona giornata signori!
  6. film più o meno famosi dove si vede o suona un organo

    Aggiungo, anche se non ho trovato un estratto su youtube, una scena del film "Flubber", con Robbie Williams, in cui la fidanzata, lasciata da sola sull' altare per la terza volta, dal professore che aveva dimenticato l' impegno della cerimonia, attende rassegnata sotto le note della BWV 147 "Jesus bleibet meine Freude", suonata piano piano da un organo che però non si intravede...
  7. Video OT o quasi

    E' lui!!!!! mi auguro che l' addetto della "Grafton" abbia fatto una sorta di "ritiro dell' usato che vale 0" con rottamazione, in vista del preventivo per un vero organo....
  8. Trasgressioni al repertorio. Chi l'ha fatta più grossa?

    Mi sembra di capire che sia uno strumento comunque grande...in bocca al lupo per la performance
  9. La messa

    E si potrebbero conoscere i titoli di questi brani? Sono conosciuti? i canti intendo...
  10. La messa

    Su quali canti avevi pensato di sbilanciarti per l' ingresso e la fine?! Devono essere solo "organistici" o vorresti che la corale cantasse anche quelli?! Io ho un repertorio un po' tradizionale, ma forse posso aiutarti, se è quello che cerchi...aspetto tue notizie
  11. Organi "ibridi". Si diffondono: che ne pensate?

    Ecco, dunque conveniamo che io parroco anziché spendere 80'000 per un elettrofono ibrido e rinnovarlo ogni 25 anni "in toto", ne spendo 150'000 ma sto apposto perché ho bisogno solo di una manutenzione che deve comunque esserci che si tratti di un corpo canne made in China o di un corpo canne...che so...mascioni....mi conviene fare così, se no in 50 anni spendo per due elettrofoni ibridi 160'000 più eventuali interventi manutentivi, mentre con un organo a canne, sparando una bella cifra quale 150'000 vai comunque a risparmiarci in soldi e ci guadagni in affidabilità e qualità, dello strumento e del suono che ne esce se solo ci si sapesse accontentare anche di un organo non esagerato, si eviterebbe di comprare consolles a tre tastiere, mettere un corpo canne che copre "parte dei registri di DUE delle TRE tastiere" (se ci fate caso pochissimi ibridi hanno ancie non sintetizzate)....
  12. Trasgressioni al repertorio. Chi l'ha fatta più grossa?

    Facciamo le corna per il carrozzone allora...xD Ah però... È un bello strumento?!
  13. Trasgressioni al repertorio. Chi l'ha fatta più grossa?

    A me hanno chiesto verso marzo di suonare "il carrozzone" ad un funerale, una volta, ma io ed il parroco abbiamo evitato quest' intervento....dicevano che era la canzone preferita del defunto.... mah....
  14. Organi "ibridi". Si diffondono: che ne pensate?

    Esattamente.... ammesso che l' organo ibrido sia l' unica soluzione papabile Un altro punto importante è la qualità del lavoro, qualora volessimo considerarlo anche "un po' a canne". Passano 10 anni, il bid....ehm l' organo necessita di un restauro, per il quale, il caso voglia, sia stato interpellato un organaro diverso dal costruttore del medesimo strumento... Di fronte ad uno strumento di scarsa qualità probabilmente la sua posizione sarà quella di rifarlo ex novo, perchè "non vale la pena spenderci soldi sopra". Siccome ho letto in precedenti post di questo sondaggio che la qualità di questi strumenti (mi riferisco alla parte prettamente acustica, al "pipe organ") è leggermente scadente, mi verrebbe da teorizzare una nuova tendenza che prende piede, cioè quella dell' organo USA E GETTA. Vale la pena restaurarlo? No! Allora spendiamo altri 80'000 per un altro baraccone (questa la cifra effettiva) per coprire altri 10 anni. Vogliamo ammettere che è così? Facciamolo! Perché ci sono esempi tangibili di organi (Da Prato e Malamini a S. Petronio) che resistono da 500 e rotti anni! Avranno bisogno di restauri e manutenzione periodicamente, ma quelli sono, e vengono tuttora utilizzati per le liturgie domenicali. È dunque anche un problema di abbrutimento e di regresso nell' "ars organum facendi" o no?!
  15. Organi "ibridi". Si diffondono: che ne pensate?

    Mi sembra giusto...se poi vogliamo proprio fare i pignoli....in una chiesa dove non entrano grandi canne, tipo quelle da 32', non muore mica nessuno se al pedale ci sono al più registri da 16'...suvvia. Se servono i registri da 32' non può essere che non ve ne sia lo spazio, significa che l' idea dei 32' è forzata...insomma, i 32' vanno di solito in organi grandi, organi grandi necessitano di grandi spazi...se i grandi spazi sono ridotti a che servono i 32'?! A fare bella figura?! Preferisco un altro fondo da 16 senza dubbio, o magari una quinta 10' 2/3....
×