Vai al contenuto

ArnoldLaPuffola

Members
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su ArnoldLaPuffola

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  • Compleanno February 4

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  1. Dove studiare dopo il Conservatorio?

    Salve a tutti! Allora, vi espongo in maniera sintetica (si spera) il mio dilemma. Ho finito le superiori lo scorso anno, e mi sono presa quest'anno "libero" dall'uni perché ho il diploma di violino a luglio. Il problema fondamentale è che non voglio rimanere nel mio conservatorio attuale, sebbene sia molto legata al mio maestro, perché voglio esplorare nuove cose, ed il mio conservatorio non me lo consente perché non offre molto, da nessun punto di vista. Allora mi chiedevo, cosa mi consigliate, biennio? E se si, dove? Quali docenti vi sentite di indicarmi? Chi potrebbe darmi più chances di riuscire, un giorno, ad intraprendere una carriera col violino? (Ovviamente so che la condizione necessaria perché questo avvenga sia la mia auspicabile bravura e costanza). E se no, master all'estero? E anche in questo caso, con chi? Vi prego di scusare il tono leggermente ansioso e concitato delle mie parole, ma non ho veramente idea di cosa fare. E in aggiunta a questo, vorrei capire se sia fattibile frequentare anche l'uni in concomitanza con lo studio dello strumento. So che è un'impresa da suicidi e proprio per questo conosco pochissima gente che è riuscita a portare avanti due cose contemporaneamente.. Ma il punto è che a me piace tantissimo studiare sui libri, diciamo pure che sono un topo da biblioteca, e quindi mi dispiacerebbe un mondo non continuare a studiare, chessò, lettere moderne! Spero che qualcuno abbia il buon cuore di leggere e di commentare : ) Merci!
  2. Cosa state ascoltando?

    Keiser Chiefs, Angry Mob
  3. curiosita'

    Ma questo è il De Pasquali-Principe! Didattica e storia del violino, lo sto leggiucchiando per l'esame! Sezione pedagogia In effetti è interessante
  4. qual'è il/la vostro/a violinista preferito/a?

    Perlman su tutti Amore infinito Poi adoro anche Mintz. Ovviamente c'è una lunga serie di violinsti che adoro, ma.. Perlman è Perlman! E' così piacevole anche quando lo si guarda suonare.. Ha un tocco genuino, direi! Non so se mi sono spiegata
  5. Concerti per violino

    Io sto portando Mendelssohn all'esame di ottavo.. Beh, sarà forse perché sono ancora un po' acerba ed immatura (parlo da un punto di vista musicale), ma lo considero decisamente complesso, non solo da un punto di vista tecnico (alcune parti del primo e tutto il terzo tempo sono micidiali), ma anche musicalmente è veramente arduo, specialmente il secondo, bisogna starci con la testa, per così dire; poi ovviamente Čajkovskij, Sibelius e Beethoven, sono parecchio complicati, sissì. Per il resto, io mi commuovo anche con la sigla di David lo Gnomo! A volte, quando capita di sentirmi particolarmente emotiva, prendo il violino e suono la Loure di Bach.. Lacrime a volontà! Ma sono capace di emozionarmi anche con gli studi del Rode P.S.Paganini ok, è difficile e tutto, ma non mi emoziona per niente.
×