Vai al contenuto

albertoms

Members
  • Numero contenuti

    16
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su albertoms

  • Rank
    Nessuno (per adesso)
  1. Acquistare e valutare gli ARCHETTI

    Gli archetti buoni vanno dai 1000 ai 25000 euro. Di meno sono archetti da 5to anno. Poi valutare un'archetto è assai più difficile che valutare un violino. Nel tuo caso, meno costa e meglio è.
  2. Problemi fisici di chi suona il violino

    E che sei, una giraffa? La kun è davvero altissima. Il principio che adotto io è il seguente: La Spalliera deve riempire lo spazio che c'è tra il corpo ed il fondo del violino. Il violino deve essere appoggiato sul "tavolino" della clavicola ed il mento appoggiato sopra naturalmente in modo che la retta degli occhi sia parallela al terreno.
  3. Problemi di impostazione

    Non saprei dirti. Comunque, dai risultati, mi sembra che ci sia una ragione...
  4. Problemi di impostazione

    Questa presa va bene se hai le braccia corte: l'arco non rischia di andare fuori traiettoria. Misha Elman usava questa presa.
  5. Esami vari: 5°, 8°, Diploma

    Mah, a L'Aquila molti Mozart lo fanno al 7mo. C'è chi fa anche Haydn, e sono questo tipo di concerti che si portano all'ottavo. Non so come si fa da te (non so nemmeno di dove sei), quini non ti posso dare un dato assoluto. Inoltre basta vedere i concorsi internazionali, che sono quelli che definiscono il livello violinistico: ti sfido a trovarne uno dove non c'è un concerto di Mozart. Che poi sia difficile, è vero: ma allora dovremmo appendere tutti il violino al chiodo e lasciar suonare Oistrach e Kremer...
  6. Esami vari: 5°, 8°, Diploma

    All'Ottavo Mozart (almeno da studiare, poi da suonare non so) è un Must. Come puoi pensare di non fare mozart? Io sto facendo il 5to, che (non a caso) è il pi difficile. Anche perchè, è una chiave per andare avanti, come lo sono gli studi di Kreutzer, quelli di Dont, la sonata di Beethoven. Eppoi te lo ritrovi per tutto. In quanti concorsi (sul totale) non chiedono almeno il primo tempo di un concerto di mozart?
  7. usate la spalliera?

    La spalliera fu inventata da Yeudi Menuhin. Prima non esistevano. Prima esistevano i cuscinetti che ad esempio Leopold Auer vietava categoricamente. Il fatto di ingobbirsi è uno dei mali peggiori, perchè è dovuto ad una tendenza generale e non al fatto di suonare. Per quelli che riescono a suonare senza spalliera c'è più che altro un po' di invidia di quelli che non ci riescono. Non molti sanno (nemmeno io, che suono con la spalliera Wolf) il perchè per acluni è scomoda e per altri no. In primo luogo molti la mettono male e dimenticano lo scopo della spalliera: riempire lo spazio che c'è fra la nostra gabbia toracica ed il violino.
  8. La musica classica sta veramente morendo?

    Anche questo è vero. Però volevo far capire che (benchè non sia una scusa) in tutti i tempi ci sono i VERI artisti e quelli che non lo sono. non penso che le ballate di Fabrizio de' Andrè fossero fatte col solo scopo di essere vendute. E così il don Giovanni di Mozart era un'opera fatta per i posteri (che ne avrebbero riconoscuto la grandezza), ma era pur sempre un prodotto commerciale, di qualità eccezzionale, ma pur sempre commerciale. L'il melodramma nel 1700 si consumava a ritmi altissimi. Ogni settimana veniva data un'opera. E' chiaro che non potevano essere tutte "Nozze di Figaro", "Don Giovanni" o "Nabucchi", come oggi non possono essere tutte grandi canzoni. Rifiutare questo punto di vista è da ottusi, secondo me. EDIT: inoltre, anche la musica dei compositori di corte era fatta per essere consumata (magari non venduta, ma poco ci manca). Quindi non vedo grandi differenze.
  9. La musica classica sta veramente morendo?

    Ditemi, cosa c'è di più simile tra una canzone di shakira ed una sinfonia di haydn o una cassazione di mozart? Nulla. Le finalità erano le stesse ed il successo pure. La moda di fare il museo delle cose più perfette ed importanti che l'unamità ha creato fino ad ora è una moda nata alla fine dell'ottocento... Noi conosciamo solo mozart e beethoven, ma ce ne erano una miriade di gentuccola che componeva solo per sbarcare il lunario senza badare troppo alla vera arte. Noi abbiamo de andrè e qualcun'altro, nel settecento c'era pergolesi. Con questo non dico che mozart e beethoven siano da buttar via, solo che questa cosa della musica classica che non viene più ascoltata è comprensibile (non giustificabile) come era comprensibile che si dimenticasse Bach nel 1700. E non sto citando l'opera, che è il genere più simile a quello della musica commerciale, quella che tanto sta insidiando la sopravvivenza della musica classica.
  10. Kato Havas scrive libri per grandi maestri, che li possano comprendere e criticare. Il mio stesso maestro mi ha detto che era meglio se non lo leggevo, un po' come i pornazzi... ahaa!
  11. un mio pezzo per violino solo

    Allora: il pezzo secondo me non va bene per violino solo. Il violino è uno strumento monodico. Fare quella tiritera (il tema è riproposto, senza variazioni di nessun genere, per ben 7 volte. Adesso lo devo provare, ma già ad occhio mi sembra che non vada. Domani ti dico di più.
×